Yooka-Laylee and the Impossible Lair, provato in anteprima

A pochi giorni dall'uscita abbiamo passato un'ora in compagnia di Yooka-Laylee and the Impossible Lair, per raccontarvi tutte le novità

PROVATO di Luca Porro   —   17/09/2019
11

Negli uffici milanesi di Koch Media abbiamo potuto provare per un'ora il nuovo Yooka-Laylee and the Impossible Lair, seguito del titolo uscito nel 2017 che ripropone gran parte delle meccaniche del predecessore apportando alcune mirate novità. Il titolo in uscita l'8 ottobre vedrà la luce su PC, Nintendo Switch, PlayStation 4 e Xbox One.

L'incipit narrativo non è il più originale di sempre, ma resta comunque funzionale per le mire del titolo. Capital B è intento ad utilizzare l'Hive Mind per soggiogare il regno, per impedire ciò Yooka e Laylee dovranno recuperare il battaglione reale di api della regina Phoebee per sconfiggere Capital B e superare l'Impossible Lair. La più grande novità su cui ruota il titolo è dunque il livello impossibile, ovvero lo scontro con Capital B successivo al tutorial iniziale che vi costringerà a recuperare il potere delle api per essere superato. Dopo la prima sconfitta contro Capital B, la regina Phoebee vi porterà in quella che è a tutti gli effetti un Hub/mappa di gioco interattiva in cui gestire tutte le azioni e far partire i vari livelli platform per recuperare le api. In questa mappa potrete incontrare anche diversi NPC familiari con cui interagire e farvi aiutare nella vostra missione, ottenendo bonus, oggetti e abilità di vario genere da utilizzare in gioco, al costo di qualche oggetto consumabile da recuperare durante le vostre scorribande nella mappa di gioco e nei livelli.

Yooka Laylee

Se dunque l'hub divertirà il giocatore, con anche qualche puzzle ambientale, il vero cuore del titolo sono i livelli platform. Il gioco punta molto sulla velocità di esecuzione, ma anche sull'utilizzo sapiente di abilità passive che soprattutto all'inizio sarà difficile padroneggiare e/o possedere. Il tasso di sfida proposto cresce in una maniera costante e per quello che abbiamo potuto vedere necessita di un discreto tempismo per essere superato senza troppi intoppi. Salti, discese, nemici da evitare e anche da eliminare sono tutti ben posizionati rendendo intuitivo il flusso da seguire per completare il tutto nella maniera corretta. Anche in termini di strumenti utilizzabili, per quello che abbiamo potuto vedere sono ben distribuiti durante gli stage evitando abusi o expolit attraverso di loro. I livelli hanno lo scopo di farvi recuperare le api necessarie per proteggervi durante lo scontro con Capital B, anche se l'Impossible Lair sarà sempre disponibile ed affrontabile. Questo perché non solo la vostra potenza crescerà man mano con l'accumulo di api ma anche la vostra abilità e consapevolezza dei meccanismi di gioco, permettendovi così di mettervi alla prova ogni qual volta vorrete.

Yooka Laylee 2

A livello tecnico il prodotto ci è sembrato decisamente valido, la nostra prova su PC ci ha conferito un gioco fluido e bello da vedere oltre che divertente da giocare. I colori e le sonorità ci sono sembrate degne di un titolo che vanta tra le file dei suoi sviluppatori alcuni ex membri di Rare. Nonostante tutto però ci sono ancora molti punti oscuri che vanno esaminati, soprattutto a livello di crescita del livello di difficoltà. La nostra prova ci ha permesso di provare i primi tre stage, offrendoci un buon tenore di sfida, ma alla prova del nove il titolo Playtonic Games dovrà saper garantire ben altro sul medio lungo termine. Anche l'hub di gioco risulta essere un'ottima soluzione per aumentare la longevità, quello che ci chiediamo è però quanto questa trovata alla lunga possa evitare di risultare monotona; inoltre i bonus e le abilità sbloccate dalle azioni compiute in questa zona dovranno essere valutate anche in termini di semplificazioni in-game.

Yooka Laylee 3

Yooka-Laylee and the Impossible Liar sembra aver tutte le carte in regola per offrire al pubblico un platform colorato e divertente come non se ne vedevano da tempo. Il seguito del titolo del 2017 sembra perseguire la linea tracciata dal predecessore andando a puntellare alcuni ambiti con soluzione certamente interessanti. Al netto della nostra ora di prova riteniamo che il gioco sia sulla strada giusta per un buon riscontro anche da parte del pubblico, nonostante diversi fattori vadano valutati nel tempo per un giudizio più accurato.

CERTEZZE

  • Graficamente accattivante
  • Hub di gioco efficace
  • Buon level design

DUBBI

  • Il livello di sfida va valutato
  • Resta qualche dubbio sulla monotonia di alcune soluzioni