Sony si prepara a tagliare 10.000 posti di lavoro  81

Dopo quattro anni in profondo rosso

NOTIZIA di Simone Tagliaferri   —   10/04/2012

Alla fine la strategia del nuovo CEO di Sony, Kaz Hirai, per tirare fuori la multinazionale dal pantano in cui si trova, è arrivata: tagliare 10mila posti di lavoro, ovvero il 6% della forza lavoro complessiva di Sony.

La società non naviga in buonissime acque e ha segnato un risultato negativo per il quarto anno di fila. La colpa è soprattutto dell'insuccesso dei televisori 3D, che sono andati molto sotto le aspettative, ma anche dello yen forte che ha ridotto le esportazioni.

Complessivamente, Sony, Panasonic e Sharp segneranno perdite per 17 miliardi di dollari, il che da l'idea che la situazione è grave in generale e non solo per la società di PlayStation.

Per ora non è chiaro in quali settori saranno tagliati i posti di lavoro, anche se il mese scorso è stata venduta una divisione di prodotti chimici di 3mila persone.

Fonte: Edge