Nintendo si apre agli sviluppatori indie eliminando alcune restrizioni 0

Sarà più semplice accedere alle piattaforme Nintendo

NOTIZIA di Giorgio Melani   —   21/01/2013

Dan Adelman, un executive di Nintendo of America, ha rivelato su Twitter quella che sembra essere una nuova strategia, da parte del produttore nipponico, per quanto riguarda lo sviluppo di giochi indie sulle proprie piattaforme.

Le linee guida per poter accedere alle console Nintendo, da parte degli sviluppatori, al momento pongono delle restrizioni che tendono a tagliare fuori lo sviluppo indipendente, almeno quello più underground. E' una vecchia questione che aveva portato tempo fa anche ad una sorta di scontro diretto tra gli indie e Reggie Fils-Aime, il quale pareva essersi schierato contro i "garage developers", salvo poi ritrattare e rettificare le sue dichiarazioni.

Fatto sta che per sviluppare un gioco su Wii U o 3DS, al momento, è richiesta una compagnia registrata e uno studio ufficiale da parte dei programmatori, ma queste restrizioni sembra che siano in procinto di essere rimosse. Alla domanda sull'esistenza reale di queste richieste da parte di uno sviluppatore indie, Adelman ha risposto "prova a richiedermelo di nuovo tra un paio di settimane" con occhiolino annesso, a significare, sembrerebbe, un cambiamento di strategia da questo punto di vista nelle prossime due settimane. Porte aperte agli indie anche sugli eShop di Wii U e 3DS? Ne sapremo di più nei prossimi giorni.

Fonte: CVG