Le microtransazioni in Dead Space 3? Colpa dei giocatori mobile! 0

Un po' strampalata come tesi

NOTIZIA di Simone Tagliaferri   —   25/01/2013

Alcune volte gli attori principali del mondo videoludico producono delle tesi strampalate per giustificare delle scelte commerciali ovvie. Ad esempio il producer di Dead Space 3 ha spiegato l'inclusione delle micro transazioni in Dead Space 3 in termini abbastanza discutibili.

Sostanzialmente lo sviluppatore non ha voluto, ma ha dovuto inserirle nel gioco a causa dei giocatori mobile. Come mai? Perché se le aspettano. Chi ha giocato soltanto con sistemi iOS e simili, quindi parte della nuova generazione, considererebbe come uno standard la presenza di acquisti in gioco e li ricercherebbe a prescindere per avere una forma di gratificazione immediata irrinunciabile.

Comunque non sarà un pay to win e tutto ciò che potrà essere acquistato con dollari veri sarà anche ottenibile con la sudata moneta di gioco. Quindi le micro transazioni sarebbero state inserite soltanto per attirare l'attenzione di un pubblico nuovo.

Ci permettiamo però di far notare che non si capisce come mai un giocatore mobile che non abbia mai avuto interesse per una console maggiore dovrebbe averne per Dead Space 3, visto anche che parliamo del terzo capitolo di una serie, non del primo. Inoltre non capiamo come la presenza di micro transazioni possa essere considerata una feature "appetibile" da chicchessia.

Veramente le nuove generazioni scelgono di scaricare un titolo o meno solo se ci sono acquisti in gioco? Sinceramente fatichiamo moltissimo a crederlo... Ma dire che è solo una questione di soldi per lucrare sui giocatori più pigri e facoltosi pare così brutto?

Fonte: Pocket Gamer