Cina: ragazze pagate dai clienti per videogiocare online 107

Un nuovo servizio dedicato ai joystick solitari

NOTIZIA di Simone Tagliaferri   —   08/04/2013

In molte parti della Cina, una ragazza può ambire a lavorare come "compagna di birra", ossia mettersi in abiti più o meno succinti e farsi pagare per intrattenere lo sfig... l'avventore solitario di turno. Si tratta semplicemente di berci qualcosa insieme, niente che possa portarle a diventare consiglieri regionali insomma, quindi non fatevi cattive idee.

Visto che i joystick solitari praticano un sacco di attività diverse, il mestiere si è allargato, e ora è possibile "affittare ragazze" anche per videogiocarci insieme...

Stando al People's Daily, si tratta di un servizio molto recente, che prevede due possibilità. La prima è quella promozionale, con le compagnie che pagano le ragazze per giocare con i videogiocatori. La seconda è quella del pagamento diretto da parte del cliente, che ottiene così una ragazza con cui giocare online (che tristezza infinita).

Insomma, immaginate di pagare una donna per giocare online, senza averla nemmeno nella stessa stanza, e capirete il tipo di servizio offerto. Kotaku ha realizzato un intero reportage sull'argomento, che potete leggere cliccando qui: Link