Terminal Reality ha chiuso i battenti

NOTIZIA di Mattia Armani —   12/12/2013
16

Il nome Terminal Reality non è associato a grandi capolavori ma, nei suoi diciannove anni di esistenza, la software house ha sfornato titoli spesso interessanti e capaci di attirare l'attenzione. Tra questi ci sono indubbiamente Terminal Velocity, debutto della compagnia che all'epoca era devota al PC, Nocturne, celebre anche per l'angosciante doppiaggio in italiano, e BloodRayne, interessante action in terza persona.

Tutti titoli non eccezionali ma meritevoli, come Ghostbusters: The Video Game, che hanno tenuto la software house a galla fino al 2012. Poi, prima con Kinect Star Wars e successivamente con The Walking Dead: Survival Instinct, Terminal Reality ha improvvisamente puntato in alto ma lo ha fatto di fretta, sbagliando cavallo e finendo per pubblicare due titoli al limite dell'ingiocabile. Non stupisce dunque la chiusura del team che non è stata rivelata da fonti ufficiali ma da Jesse Sosa, un ex dipendente che ha voluto testimoniare la propria empatia con ex colleghi e amici.

Link: Facebook - Jesse Sosa