Warner Bros. si arrende e offre il rimborso per chi ha acquistato Batman: Arkham Knight su PC

Nonostante le patch, a molti utenti il gioco continua a girare male

NOTIZIA di Tommaso Pugliese   —   01/11/2015
381

La questione era già clamorosa quattro mesi fa, quando Warner Bros. ha deciso di ritirare dal mercato la versione PC di Batman: Arkham Knight, ma sta assumendo toni grotteschi nelle ultime ore. A quanto pare molti utenti non hanno beneficiato degli aggiornamenti e continuano ad avere grossi problemi con il gioco, riempiendo la community Steam di lamentele. A fronte di tanto clamore, il publisher ha deciso di offrire il rimborso entro la fine dell'anno a chiunque voglia ottenerlo, indipendentemente dalle ore giocate e quindi in maniera differente rispetto alle politiche di Steam.

"Per chi vorrà continuare a possedere il gioco, continueremo lavorare sui problemi che possiamo risolvere e a comunicare quelli che invece non possiamo risolvere", ha scritto il portavoce di Warner Bros., indicando in questo modo il nodo della questione: ci sono limitazioni dell'Unreal Engine 3, su tutte quelle riguardanti la velocità nello streaming degli asset, che purtroppo non possono essere risolte, dipendendo dal motore grafico e non da questioni di coding. Come già riportato, tali problemi possono essere fortemente ridotti utilizzando un SSD e/o disponendo di una gran quantità di RAM.

Teniamo a precisare che la nostra recensione della versione PC di Batman: Arkham Knight si basa su performance solide che avrete modo di verificare in sala giochi, visto che abbiamo catturato il gameplay tenendo a schermo il counter degli fps. Peraltro la configurazione hardware utilizzata per i test non è neppure di fascia alta: AMD FX 8320, GeForce GTX 970 Jetstream, 8 GB di RAM, SSD Samsung EVO 840 e Windows 10. Le sequenze della videorecensione, che vedete in calce, sono state catturate sul medesimo sistema.