60 frame al secondo "obbligatori" su Xbox One X? Secondo Phil Spencer non a tutti interessa questo aspetto  209

Phil Spencer torna a parlare di Xbox One X all'E3 2017

NOTIZIA di Tommaso Pugliese   —   18/06/2017

Dopo aver giustificato il prezzo di Xbox One X e confermato che ci sono esclusive in cantiere per i prossimi anni, Phil Spencer ha dichiarato di non poter obbligare gli sviluppatori a puntare ai 60 frame al secondo sulla nuova console, anche perché a suo avviso si tratta di un aspetto a cui non tutti gli utenti sono interessati.

"Sia chiaro, io amo il frame rate. Mi piace Ori e si tratta di uno dei motivi per cui adoro giocare con Forza Motorsport, ma bisogna considerare cosa pensa la maggior parte delle persone. Quanti si chiedono a quale frame rate giri Minecraft?", ha detto Spencer.

"C'è gente che si pone il problema del frame rate e gente che invece vuole solo divertirsi con LEGO Batman. Però è vero, Xbox One X renderà più semplice per gli sviluppatori migliorare risoluzione e frame rate rispetto alle altre console sul mercato."

I 60 frame al secondo potranno mai diventare una feature obbligatoria su Xbox One X? "Credo che imporre decisioni riguardanti il gameplay sia sbagliato. Gli sviluppatori sono completamente incentivati a offrire la migliore esperienza possibile, dunque se pensano che i 60 frame al secondo possano aiutarli in tal senso e gli faranno vendere più copie, allora è ciò che faranno. Non tutti gli utenti, però, sanno cosa implichi questo fattore."