Activision Blizzard, in arrivo licenziamenti di massa per centralizzare la produzione 51

Il piano di rinnovamento strutturale di Activision Blizzard prosegue e, stando a Bloomberg, presto ci saranno dei licenziamenti di massa per riequilibrare la produzione.

NOTIZIA di Simone Tagliaferri   —   09/02/2019

Bloomberg ha riportato il progetto di Activision Blizzard di licenziare centinaia di lavoratori per ristrutturare e centralizzare le sue operazioni. Game Informer ha indagato contattando alcune delle sue fonti interne all'azienda e ha scoperto che i licenziamenti di massa colpiranno diverse parti della compagnia, Blizzard inclusa. Alla fine del 2017 Activision Blizzard impiegava 9.800 persone tra tutti i suoi studi e le sue sezioni.

La notizia arriva dopo un periodo finanziariamente difficile per Activision Blizzard. Nonostante gli ottimi risultati di Call of Duty: Black Ops 4, il publisher ha subito dei duri colpi, tra l'insuccesso di I Rinnegati, l'ultima espansione di Destiny 2 pubblicata dalla compagnia prima della rottura con Bungie, e i numeri mediocri fatti da Overwatch, le sue azioni sono letteralmente crollate. Comunque sia, l'annuncio dei licenziamenti dovrebbe arrivare martedì.

Nel frattempo la compagnia ha assunto un nuovo CFO, cui il regalo di benvenuto ha fatto discutere parecchio, soprattutto vista la situazione attuale.