Call of Duty, il doppiatore di Ghost allontanato dopo alcuni commenti sessisti

Il doppiatore di Ghost, Jeff Leach, è stato allontanato da Activision per via di alcuni commenti sessisti: non parteciperà più ai dialoghi di Call of Duty.

NOTIZIA di Tommaso Pugliese   —   09/05/2021
59

Jeff Leach, il doppiatore di Ghost nella serie Call of Duty, è stato allontanato dall'azienda per via di alcuni commenti sessisti e dunque non tornerà a interpretare il medesimo ruolo nei prossimi capitoli del franchise.

A pochi giorni dalla notizia dei team di Call of Duty triplicati con duemila assunzioni, scopriamo dunque che ci sarà quantomeno un "licenziamento", quello di Leach appunto, ufficializzato dal publisher con un breve comunicato.

"Il sessismo non può avere spazio nel nostro lavoro, nei nostri giochi o nella società", si legge nella nota. "Activision non lavorerà più con Jeff Leach. Condanniamo fermamente quanto accaduto. Rinnoviamo il nostro impegno nell'offrire un'esperienza divertente e sicura per tutti i giocatori."

Ebbene, cos'è successo effettivamente? Il video che trovate qui sotto lo spiega in maniera piuttosto chiara: nel corso di uno streaming, Leach ha pronunciato una serie di commenti a dir poco sconvenienti e la cosa è stata ovviamente ripresa sui social, nell'ambito di una condanna unanime.

Il doppiatore aveva anticipato che sarebbe tornato a vestire i panni di Ghost nel prossimo episodio di Call of Duty sviluppato da Infinity Ward, ma a questo punto è fortemente improbabile che ciò accada.