Call of Duty: Vanguard è già pieno di cheater provenienti dal mondo PC

Purtroppo pare che Call of Duty: Vanguard sia già pieno di cheater provenienti dal mondo PC, nonostante sia soltanto in fase beta.

NOTIZIA di Simone Tagliaferri   —   20/09/2021
89

A quanto pare la beta di Call of Duty: Vanguard è già piena di cheater, molti dei quali provenienti dal mondo PC. La presenza del cross-play è sicuramente un bene per i videogiochi, perché consente ai proprietari di diverse piattaforme di giocare insieme. Purtroppo oltre agli effetti positivi, la comunanza dei server porta anche qualche problema, di cui più di qualcuno avrebbe sicuramente fatto a meno.

Online stanno iniziando ad apparire molti video di partite di Call of Duty: Vanguard con i cheater in grande spolvero. C'è da dire che accusare solo i giocatori PC di barare è un po' ingiusto, visto che ormai anche su console sono diffusi molti sistemi per facilitarsi la vita o per applicare degli hack senza farsi notare. Di base poi, molti considerano ingiusto che si possano far confrontare giocatori con mouse e tastiera con quelli dotati di soli joypad. Il motivo è molto semplice: mouse e tastiera garantiscono una maggiore reattività e una mira migliore.

Activision di suo ha promesso di prestare maggiore attenzione al problema e di continuare a bannare tutti i cheater individuati. Purtroppo, nonostante negli anni le politiche anti-cheater si siano inasprite in praticamente tutti i giochi, è difficilissimo arginare il fenomeno. Oltretutto qui parliamo di una beta, quindi immaginiamo che non saranno prese misure disciplinari, quantomeno non prima della scadenza.

Per il resto vi ricordiamo che Call of Duty: Vanguard sarà pubblicato su PC, PS4, PS5, Xbox One e Xbox Series X e S il 5 novembre 2021.