Call of Duty: Warzone: streamer spara fuori dalla finestra dopo essere stato ucciso

Uno streamer ha reagito in modo un tantino eccessivo a un uccisione subita in Call of Duty: Warzone: si è messo a sparare fuori dalla finestra di casa sua.

NOTIZIA di Simone Tagliaferri   —   06/12/2020
25

Uno streamer Twitch dedito a Call of Duty: Warzone ha reagito in modo un tantino eccessivo a un uccisione subita in gioco, mettendosi a sparare fuori dalla finestra di casa sua. Sì, ha preso una pistola vera e ha esploso una serie di colpi verso la notte, dopo aver aperto la finestra posta dietro alla sua postazione da gioco.

Guy fires entire gun mag out his bedroom window after dying on Call Of Duty from r/LivestreamFail

C'è da specificare che Faze sWiisH, questo il gamer tag dello streamer, abita praticamente a ridosso di un ampio terreno e non in una zona densamente abitata. I colpi sparati non dovrebbero quindi aver messo a rischio la vita di nessuno. La sua rimane una reazione eccessiva, secondo alcuni premeditata per far parlare di sé, soprattutto in virtù di quanto stava accadendo in gioco, in cui era stato si ucciso, ma aveva la possibilità di essere rivitalizzato dal suo compagno di squadra (stava giocando in duo).

La clip, che ha generato non poche polemiche, è stata nel frattempo rimossa dal canale Twitch dello streamer, non si sa se per opera dello stesso o della piattaforma, ma ovviamente continua a girare in rete in altri social, come Reddit.

Per il resto vi ricordiamo che quando vi uccidono in un gioco online qualsiasi è normale che possiate provare rabbia ma non dovete mettervi necessariamente a sparare fuori dalla finestra di casa per sfogarvi.