Disciples: Liberation su PS5, ecco come l'interfaccia è stata adattata al DualSense

Disciples: Liberation sta per debuttare anche su PS5 e gli sviluppatori hanno illustrato il modo in cui l'interfaccia del gioco è stata adattata al DualSense.

NOTIZIA di Tommaso Pugliese   —   12/10/2021
12

Disciples: Liberation approderà a breve anche su PS5, e così Jean-François Nadeau, UI/UX Director presso Frima Studios, ha scritto un lungo post sul PlayStation Blog per spiegare come l'interfaccia del gioco è stata adattata al controller DualSense.

Abbiamo provato Disciples: Liberation ad agosto e ci siamo effettivamente chiesti in che modo gli autori avrebbero tradotto quel tipo di controlli su PlayStation 5 e le console in generale.

Nadeau ha scritto che il team si era posto due obiettivi principali: assicurarsi che i veterani del franchise non avessero la sensazione che qualcosa fosse stato semplificato o sacrificato, e che i menu risultassero intuitivi rispetto agli input del DualSense.

Il primo passo è stato dunque quello di utilizzare un cursore virtuale per la navigazione dei menu, con alcune accortezze in termini di velocità di spostamento a seconda dell'oggetto selezionato e dei rallentamenti mirati a enfatizzare determinate voci.

La soluzione individuata dal team si è prestata molto bene anche alla gestione dell'inventario, diminuendo tempi morti e attese in favore di un approccio molto veloce e intuitivo, e la stessa filosofia è stata applicata al gameplay.

In particolare, gli autori di Disciples: Liberation hanno sfruttato scorciatoie, combinazioni di pulsanti e gli stick analogici al fine di ottenere un'esperienza quanto più vicina possibile a quella ottenibile con mouse e tastiera.