Doom Eternal aggiornato su PC con una versione invasiva di Denuvo Anti-Cheat

L'ultimo aggiornamento della versione PC di Doom Eternal ha portato una novità non troppo gradita: una versione invasiva di Denuvo per la Battlemode.

NOTIZIA di Simone Tagliaferri   —   15/05/2020
47

L'ultimo aggiornamento di Doom Eternal per PC ha portato con sé una novità non troppo gradita dai videogiocatori: una versione di Denuvo Anti-Cheat con driver kernel-mode. Si tratta di un sistema di protezione molto più invasivo di quelli tradizionali, che garantisce sicuramente maggiore sicurezza ma che può creare qualche problema in più.

Ad esempio può essere rilevato dai programmi antivirus come un trojan, cosa che pare stia regolarmente facendo Kaspersky. Il supporto tecnico di Bethesda ha comunicato che Denuvo Anti-Cheat può essere disinstallato, ma ovviamente facendolo non si può più accedere alle modalità online di Doom Eternal. Comunque sia pare che si avvii al lancio del gioco e si disattivi quando si esce, quindi non rimane sempre attivo.

Quello di id Software non è il primo gioco a utilizzare un sistema di protezione simile. Già Valorant di Riot Games era finito in mezzo a molte polemiche per il suo sistema di protezione. Ora tocca a Doom Eternal. Evidentemente agire direttamente sul kernel è l'unico modo per poter limitare l'utilizzo di cheat su PC nei giochi online, ma si tratta comunque di qualcosa di molto fastidioso.