Google, password degli utenti conservate in formato testo per anni 19

A causa di una clamorosa svista, Google ha conservato le password di un certo numero di utenti in formato testo semplice per diversi anni, mettendo a rischio la loro privacy.

NOTIZIA di Tommaso Pugliese   —   24/05/2019

Google ha conservato le password di un certo numero di utenti in formato testo semplice per diversi anni, mettendo a rischio la loro privacy.

A quanto pare un bug scoperto solo di recente ha fatto sì che il colosso americano non utilizzasse la tradizionale cifratura per le password, consentendo al proprio personale ma anche a eventuali hacker di accedere con relativa facilità agli account delle applicazioni G Suite, dunque Gmail, Google Drive, Docs e quant'altro.

Il problema, come detto, è stato scoperto solo di recente e Google ha apportato le necessarie modifiche al sistema per risolverlo, ma ciò non toglie che dal 2005 a oggi numerose password sono state a rischio. Gli utenti normali possono tuttavia stare abbastanza tranquilli: sembra che il bug abbia riguardato per lo più account business ed enterprise.

Allo stato attuale, ad ogni modo, se temete che i vostri dati possano essere stati compromessi procedete immediatamente ad attivare l'autenticazione a due fattori, misura che garantisce una protezione adeguata.