Left Alive, il primo voto è una stroncatura netta 66

Il primo voto ricevuto da Left Alive non lascia ben sperare per la qualità del gioco, visto che si tratta di una stroncatura netta.

NOTIZIA di Simone Tagliaferri   —   04/03/2019

La prima recensione di Left Alive non è proprio confortante, anzi è decisamente una stroncatura.

Il redattore di Frontline, che ha giocato alla versione giapponese di Left Alive, gli ha affibbiato un mediocre 55/100, affermando che è difettoso in ogni suo aspetto. I problemi del gioco sono innumerevoli: level design, bilanciamento, sistema di salvataggio, e quant'altro. La sostanza è che ci si trova a combattere con un titolo rozzo e poco rifinito, che fa una pessima prima impressione, solo in parte mitigata dalle ore di gioco successive.

Non c'è davvero niente che si salvi in Left Alive, tra meccaniche stealth che non funzionano, narrazione che non riesce a definire bene i personaggi, scontri con i boss fastidiosi e quant'altro. Insomma, ci troviamo di fronte a un mezzo disastro, che spiega anche come mai Square Enix non abbia investito troppo in marketing per promuoverlo. Che sia il suo The Quiet Man del 2019? Chi può dirlo. Diciamo che le premesse non sono buone, ma che bisogna attendere altre recensioni per avere una sentenza definitiva.

Intanto vi ricordiamo che Left Alive uscirà il 5 marzo 2019 su PC, Xbox One e PS4.