Metal Gear Rising, la speedrun del DLC Blade Wolf era un falso: l'autore confessa

La speedrun da record del DLC Blade Wolf di Metal Gear Rising: Revengeance era un falso: lo ha confessato l'autore della performance, che aveva messo su un montaggio precedente.

NOTIZIA di Tommaso Pugliese   —   05/07/2022
12

Metal Gear Rising: Revengeance è stato protagonista di recente di una spettacolare speedrun per il DLC Blade Wolf, che tuttavia si è rivelata un falso: l'autore della performance ha confessato di aver usato un montaggio precedente e di non aver giocato dal vivo.

L'action targato PlatinumGames, che ha visto crescere il numero di giocatori del 1000% per uno strano motivo, ha riguadagnato popolarità e anche per questo è stato uno dei titoli dell'evento Summer Games Done Quick 2022.

In tale occasione, appunto, lo speedrunner Mekarazium ha trasmesso in video una performance con Metal Gear Rising che però ha poi ammesso essere farlocca: si trattava del montaggio di sessioni precedenti concluse in maniera perfetta.

Mekarazium si è scusato per aver ingannato gli utenti e la commissione del Summer Games Done Quick 2022, anche se la confessione è arrivata solo dopo che alcune persone e testate di settore avevano sollevato dei dubbi sulle sue performance.

Certo, la questione è controversa: l'evento raccoglie donazioni da girare in beneficenza ed è sulla base delle cifre raccolte che le speedrun vengono "sbloccate", nella forma di uno spettacolo dedicato appunto ai fan. L'autore del video fasullo non ha dunque intascato denaro direttamente.

Ad ogni modo, gli organizzatori del Summer Games Done Quick 2022 si sono espressi in maniera molto dura circa quanto accaduto, visto che questo genere di episodi finiscono per causare un enorme danno d'immagine all'intera categoria.