Netflix batte Amazon Prime Video in Italia, ma Disney+ avanza tra gli abbonamenti video

Un quadro delle quote di mercato in Italia per i servizi video in abbonamento: Netflix prima quasi pari con Amazon Prime Video e Disney+ in forte crescita.

NOTIZIA di Giorgio Melani   —   14/10/2021
33

Netflix è ancora il servizio preferito in Italia fra le piattaforme di video on demand su abbonamento, ma è praticamente un testa a testa con Amazon Prime Video ormai, ed entrambe sono comunque minacciate dall'avanzare di Disney+ che incrementa le proprie quote di mercato di gran carriera.

In base a quanto riferito da JustWatch, motore di ricerca per i prodotti video on demand, i dati raccolti dimostrano come Netflix sia la piattaforma preferita con il 28% del market share attuale, mentre Amazon Prime Video si attesta subito dopo con il 27%, praticamente un testa a testa fra i due colossi dello streaming.

Tuttavia, entrambi hanno perso quote di mercato a favore di Disney+, che si attesta ora sul 16% in netta crescita rispetto al periodo precedente.

Squid Game è uno dei maggiori successi recenti di Netflix
Squid Game è uno dei maggiori successi recenti di Netflix

Ci sono comunque anche altre novità evidenti sul fronte dei video on demand e arrivano anche da competitor italiani: Timvision si piazza al 7%, Now TV (parte di Sky) al 5% e Sky Go al 4%, pari merito con Infinity di Mediaset.

Il rimanente 9% è composto da un misto di varie altre alternative, mentre ci sarà da valutare anche l'impatto di DAZN che si concentra praticamente solo sugli eventi sportivi. Quello che stupisce maggiormente, secondo l'analisi anche del Sole 24 Ore, sembra sia soprattutto il trend di crescita di Disney+: nel secondo e terzo trimestre del 2021 il servizio della casa di Topolino è salito dal 13 al 16%, danneggiando evidentemente Netflix (-4% nello stesso periodo) e parzialmente Amazon Prime Video, che ha perso solo l'1%.

In ogni caso, lo scenario in Italia è variegato e costantemente in divenire, considerando anche le novità emerse di recente e quelle in arrivo: tra queste, dal 28 ottobre ci sarà il lancio di Pluto TV da parte di ViacomCbs, che si pone come servizio gratuito con pubblicità, dunque diverso dagli altri concorrenti come TV "lineare" in streaming.

Da valutare ancora anche l'impatto del rialzo dei prezzi di Netflix, che potrebbe avere ripercussioni ulteriori sulle quote di mercato del servizio in Italia, dove tuttavia continuano anche i grandi successi per la compagnia come quello del recente Squid Game, visto da 111 milioni di spettatori in tutto il mondo e con ottimi risultati anche da queste parti.