Nintendo Switch: nessun aumento di prezzo previsto, per il presidente Furukawa

Nintendo Switch non subirà alcun aumento di prezzo in questo periodo, in base a quanto riferito dal presidente Furukawa e nonostante i costi aumentati.

NOTIZIA di Giorgio Melani   —   15/08/2022
19

Nintendo Switch non subirà alcun aumento di prezzo nel prossimo periodo, almeno secondo i piani ufficiali di Nintendo che sono stati esplicitati dal presidente Shuntaro Furukawa durante una recente intervista riportata da Nikkei, pubblicazione economica giapponese.

La questione del possibile aumento di prezzo dei prodotti comincia a emergere in questo periodo, sempre come riflesso della crisi dei semiconduttori e la difficoltà di approvvigionamento delle console sul mercato, oltre ai costi più alti che possono emergere dalla produzione.

Già si è parlato della possibilità che PS5 riceva una revisione del prezzo verso l'alto: Sony non ha confermato né smentito la questione, di fatto celandosi dietro un "no comment" in attesa di sviluppi futuri.

Nintendo sembra essere più chiara su questo punto, con Furukawa che ha detto chiaramente di non aver intenzione di incrementare il prezzo di Nintendo Switch "a questo punto", in base a quanto riferito nell'intervista. La compagnia di regola "pensa ai prezzi in relazione al valore dell'offerta in termini di divertimento", ma in ogni caso "mantenere i prezzi in linea con il passato non sta dando problemi nell'approvvigionamento di componenti", ha spiegato il presidente di Nintendo.

In definitiva, "Non stiamo prendendo in considerazione un aumento di prezzo a questo punto, per due ragioni", ha spiegato ancora Furukawa: "per poter mantenere come target un pubblico molto ampio, vogliamo evitare che il prezzo possa tagliare fuori alcuni utenti", inoltre "i nostri prodotti includono anche il software. Nintendo ha venduto più di 100 milioni di unità finora ed è importante mantenere l'andamento delle vendite visto finora per il nostro business".

Di conseguenza, Furukawa ha spiegato che Nintendo Switch OLED continuerà ad essere il modello in grado di generare meno profitti rispetto agli altri, a causa del costo dei componenti, della produzione e della distribuzione che sono effettivamente aumentati in questo periodo, ma l'intenzione è di trovare delle soluzioni a questo che evitino un riflesso sul prezzo al pubblico della console. Ovviamente, nessuna conferma sull'eventuale Nintendo Switch Pro che continua a spuntare nelle voci di corridoio anche recenti ma sempre puntualmente smentito dalla compagnia.