PS5 non servirà più a niente se tutti i giochi usciranno anche su PC?

Il sempre maggiore interesse di Sony verso il mondo PC fa temere che le sue console, come PS5, finiscano per non servire più a niente.

NOTIZIA di Simone Tagliaferri   —   04/07/2022
251

Ogni volta che emerge una notizia che mostra la volontà di Sony di espandersi sempre di più nel mercato PC, arriva immancabile la polemica sull'utilità di PS5 se i suoi giochi esclusivi saranno disponibili anche su di un'altra piattaforma e in molti casi gireranno anche meglio. Insomma, il lancio dei giochi PlayStation su PC renderà superflua PS5?

PS5 non sarà intaccata dall'uscita delle esclusive anche su PC
PS5 non sarà intaccata dall'uscita delle esclusive anche su PC

La risposta è in realtà molto semplice: no. Come del resto l'uscita dei giochi Xbox su PC non ha reso inutili Xbox One prima e le Xbox Series ora, con queste ultime che oltretutto stanno registrando ottime vendite (tanto per smentire gli apocalittici). Chi fa certe affermazioni non considera il fatto che PC e console esprimono due modi di giocare molto differenti e sono due mondi per certi versi ancora distanti. Difficilmente un giocatore console puro, che trova comodo e piacevole avere il suo hardware collegato al televisore e poter avviare i giochi con il minimo sbattimento possibile, abbandonerà il suo modo di giocare solo perché certi giochi stanno anche altrove.

Del resto i titoli più giocati non sono certo le esclusive, ma i vari FIFA, COD, Fortnite, Genshin Impact e via discorrendo, che si trovano tutti sia su console, sia su PC e che non hanno spostato di un millimetro il mercato. Anzi, le edizioni più vendute rimangono spesso quelle console.

Chi sceglie un certo hardware lo fa per molti motivi differenti, che spesso non hanno niente a che vedere con i videogiochi (la già citata comodità, presenza in certe comunità, continuità rispetto alla scelta precedente, simpatia per il marchio, prezzo, voglia di avere la stessa console degli amici diretti, varie ed eventuali). Del resto parliamo di macchine che vedono ormai uscire una manciata di esclusive all'anno, non certo più in grado di occupare l'intero tempo di gioco degli utenti più attivi. Quindi è anche normale che si facciano valutazioni più ampie e personali prima di scegliere, che vadano oltre "esclusiva sì, esclusiva no" che piace tanto ai console warrior, ma che ha sempre meno peso in termini di unità vendute.

Il PC poi è un ambiente abbastanza duro. Non come in passato, quando per far girare un Ultima si passavano ore a editare i file di configurazione del sistema operativo, per liberare quanta più memoria possibile, ma è comunque mediamente più complesso e foriero di problemi di una qualsiasi console. Il che non è un problema per i giocatori PC, ma può esserlo per chi avrebbe difficoltà anche a svitare quattro viti per montare un SSD dentro PS5.

Quindi il timore per cui l'uscita dei giochi PlayStation su PC rischi di deprimere le vendite di PS5 ci sembra davvero infondato. Probabilmente ci sarà lo spostamento di qualche unità da una parte all'altra, ma non crediamo che si vada oltre.

Parliamone è una rubrica d'opinione quotidiana che propone uno spunto di discussione attorno alla notizia del giorno, un piccolo editoriale scritto da un membro della redazione ma che non è necessariamente rappresentativo della linea editoriale di Multiplayer.it.