Suicide Squad: in sviluppo dal 2016 in Rocksteady, progetto iniziato da WB Montreal, dice Schreier

Jason Schreier svela qualche vago dettaglio aggiuntivo sui retroscena di Suicide Squad, sostenendo di non aspettarsi una presentazione estesa questo mese e ancora un'attesa piuttosto lunga.

NOTIZIA di Giorgio Melani   —   07/08/2020
38

Suicide Squad è in sviluppo già da diverso tempo e sarebbe anche passato di mano fra due sviluppatori diversi, in base a quanto riferito da Jason Schreier, che fa iniziare i lavori presso Rocksteady dal 2016, dopo un primo periodo passato presso Warner Bros. Montreal.

Questo spiegherebbe il lungo silenzio attraversato da Rocksteady in questi anni, visto che da Batman: Arkham Knight in avanti non era chiaro cosa stesse facendo il team che è salito alle luci della ribalta soprattutto con la serie ispirata al super-eroe di DC Comics.

Spiega anche come mai era emersa già in passato la voce sul gioco e la sua possibile cancellazione: nel 2016, era emersa l'informazione che Warner Bros. Montreal aveva cancellato il gioco di Suicide Squad per concentrarsi su Batman, cosa che troverebbe conferma in quanto riferito da Jason Schreier, solo che il titolo non sarebbe stato completamente eliminato.

Il progetto, in quel periodo, sarebbe dunque passato di mano a Rocksteady, che ha avviato lo sviluppo su Suicide Squad dal 2016 o forse dal 2017. In effetti, con un balzo di un paio di anni il primo leak sui dettagli del nuovo titolo Rocksteady risale al 2019.

Insomma, la lavorazione è stata piuttosto travagliata e si prospetta ancora lunga, in base a quanto riferito da Schreier: nel nuovo tweet, il giornalista di Bloomberg ha riferito che il gioco verrà svelato ufficialmente durante il DC Fandome come è stato annunciato, ma sarà probabilmente un piccolo teaser, con il gioco che si farà attendere ancora per un bel po'.

In ogni caso, per il momento attendiamo la presentazione del 22 agosto 2020 per saperne di più.