Con Switch Lite, Nintendo passa per la prima volta in tanti anni alla console unica? 46

C'è qualcosa di storico in Switch Lite, anche se Nintendo non lo vuole ancora ammettere, a quanto pare.

NOTIZIA di Giorgio Melani   —   11/07/2019

"Oh no! Un altro pseudo-approfondimento su Nintendo Switch Lite!" Ebbene sì, per la gioia di tutti parliamo per la quarantanovesima volta in 24 ore di Nintendo Switch Lite, la nuova console presentata dalla casa di Kyoto al termine di una lunga sequela di voci di corridoio che la davano ormai per certa da un bel pezzo. Lo facciamo per diversi motivi, di cui vogliamo riportarne in particolare tre, nel caso in cui non siate ancora fuggiti dopo la lettura del titolo: il primo è che siamo all'11 luglio, in un periodo abbastanza vuoto e a distanza di un mese da uno degli E3 con meno novità negli ultimi anni, il secondo è che l'argomento alternativo poteva essere una discussione sul fatto che Final Fantasy 7 Remake sia o meno un'esclusiva ma la discussione poteva sfociare facilmente in risse poco edificanti nei commenti qua sotto (e comunque spoiler: l'idea diffusa da queste parti è che si tratti solo di un'esclusiva temporale), il terzo motivo è che l'arrivo di una console di questo genere ha effettivamente dei caratteri di evento storico per Nintendo.


Sebbene sia una compagnia che ha sempre gestito una grande quantità di versioni diverse e revisioni varie delle proprie console sul mercato, a volte anche con risultati bizzarri (le diverse derivazioni della "famiglia 3DS" possono creare ancora qualche confusione), nel caso di Nintendo Switch Lite quello che sembra essere un semplice nuovo modello di una console già presente sul mercato nasconde una manovra di enorme portata per la casa di Kyoto, che per la prima volta dagli anni 90 a questa parte si ritrova di fatto a puntare su una sola console. Nonostante il presidente di Nintendo of America, Doug Bowser, abbia riferito già che la compagnia continuerà a supportare Nintendo 3DS, l'uscita di un Nintendo Switch utilizzabile solo in configurazione portatile ha tutta l'aria di una sostituzione della console ammiraglia anche nei confronti delle macchine portatili ufficiali per Nintendo, un'idea peraltro emersa fin dalla presentazione di Switch sebbene sempre fermamente smentita dagli executive Nintendo.


D'altra parte, non ci vuole molto a capire l'andazzo: anche nel corso dell'ultimo Direct all'E3 2019 non è stata presentata praticamente alcuna novità di rilievo per Nintendo 3DS, mentre molte delle serie che hanno caratterizzato negli anni scorsi soprattutto la linea delle console portatili Nintendo (Animal Crossing, Fire Emblem, Luigi's Mansion) stanno per approdare su Switch. Tra queste, ce n'è una il cui passaggio da portatile a domestico-portatile ha un valore emblematico in questa vicenda: Pokémon Spada e Scudo simboleggiano più di ogni altra uscita l'idea che Nintendo abbia deciso di concentrarsi esclusivamente su una sola console, rendendola contemporaneamente la propria roccaforte in ambito domestico e portatile. È chiaro che Nintendo non possa affermare chiaramente di voler seguire questa linea, visti i milioni di console della famiglia Nintendo 3DS piazzati in giro per il mondo e le vendite a far registrare, ma la conseguenza logica è che tutto sia destinato a concentrarsi sulla soluzione ibrida.


Questo almeno fin quando non si arriverà al prossimo step evolutivo, che con Nintendo non è mai facilmente prevedibile nemmeno in termini temporali: visto il successo riscosso, tuttavia, è possibile che la via dell'ibrido, magari con qualche differenza più marcata in termini di prestazioni tra il modello esclusivamente portatile e la console "ammiraglia" che potrebbe diventare più sostanziale con possibili revisioni ulteriori di Switch fino a un vero e proprio successore. Di fatto, questa sembra essere la prima volta in decenni che Nintendo si ritrova a puntare completamente su un unico hardware e la cosa ha conseguenze molto interessanti: basti pensare alla potenza di fuoco di tutti i team interni e i brand in possesso della compagnia concentrati tutti su un'unica piattaforma per pensare alle allettanti prospettive che si aprono per Nintendo Switch con il semplice annuncio di un modello Lite.

#Periferiche Switch

Periferiche Switch