The Elder Scrolls 5: Skyrim, un giocatore ha ucciso tutte le creature viventi e non del gioco

Un giocatore di The Elder Scrolls 5: Skyrim ha deciso di uccidere tutte le oltre 4000 creature viventi (e non) del gioco solo per il gusto di farlo.

NOTIZIA di Luca Forte   —   14/05/2021
43

C'è chi in un gioco di ruolo cerca l'avventura, chi un posto tranquillo da esplorare e chi persino l'amore. In questo caso, però, un giocatore di The Elder Scrolls 5: Skyrim ha deciso che il suo scopo nel gioco doveva essere quello di uccidere tutte le creature presenti in questa remota regione settentrionale dell'universo creato da Bethesda. Ed è quinti partito per una lunga crociata durante la quale ha massacrato tutti gli esseri viventi, i non morti e persino i Daedra presenti nel gioco.

Chi conosce la struttura di Skyrim sa che essere l'unica persona viva del gioco non è tecnicamente possibile. Alcune creature e alcuni NPC chiave sono programmati per ricomparire in una determinata area dopo un po' di tempo, come se nulla fosse. Il loro respawn, però, avviene quando il giocatore torna in quelle determinate aree. Quindi, stando attenti, è possibile che alla fine del giro questo pazz...ehm, questo appassionato sia stato effettivamente l'unica creatura "vivente" in tutta Skyrim.

Per ottenere questo risultato, jaeinskyrim, questo il nome del giocatore, ha dovuto usare diverse mod che gli consentissero di penetrare all'interno di zone inaccessibili, ma soprattutto ha dovuto far fuori 2201 esseri umani, 1166 animali, ma anche 23 Daedra e 96 automi. L'arma preferita è stata una Katana Andragons.

Una scena del massacro di Skyrim.
Una scena del massacro di Skyrim.

Nel caso in cui volgliate sapere qualcosa di più, jaeinskyrim ha anche scritto un diario delle sue peripezie.