Twitch ha una lista di streamer che non possono essere bannati, come ha svelato il furto di dati

Il furto di dati di Twitch ha svelato l'esistenza di una lista di streamer che non possono essere bannati, evidentemente perché troppo grossi.

NOTIZIA di Simone Tagliaferri   —   09/10/2021
98

Il furto di dati che ha coinvolto Twitch negli scorsi giorni ha svelato che la piattaforma ha stilato una lista di streamer da non bannare, ossia con i quali chiudere un occhio anche in caso di violazioni. Naturalmente non sono mancate le polemiche per la scoperta che esistono degli streamer a cui le regole vengono applicate in modo più lasco, anche se molti non si sono detti stupiti di saperlo visto che era già abbastanza palese.

In realtà gli streamer dell'elenco non sono immuni dai ban, ma più semplicemente non vengono bannati all'istante in caso di violazioni. L'elenco comprende nomi di top streamer quali DJWheat, Ricegu e Tyler1, affiancati dalle motivazioni per le quali debbano essere salvaguardati.

Curiosamente, ma nemmeno troppo, uno dei nomi nella lista è il CEO di Twitch Emmett Shear, che "non va bannato per alcun motivo", visto che è il capo.

Naturalmente in caso di violazioni palesi, nemmeno Twitch può nascondere la testa sotto la sabbia ed è costretta a bannare anche le sue principali fonti di guadagno, come avvenuto recentemente con Destiny, reo proprio di aver denunciato i trattamenti di favore riservati da Twitch ad alcuni streamer. Verrebbe da chiosare parafrasando una storica battuta del Marchese del Grillo di Alberto Sordi: "Twitch, perché non li banni?" "Perché loro sono loro e voi non siete un ca***."