Parenti furrrfanti

L'oro di Leo è scomparso, forse rubato da uno di famiglia, e la piccola creatura pelosa vuole recuperarlo

RECENSIONE di Tommaso Pugliese   —   28/04/2014
16

La cosa più entusiasmante di Leo's Fortune è l'atmosfera, che sembra uscita da un film di Tim Burton, tutta carillon e nostalgia.

Parenti furrrfanti

Spesso e volentieri in ambito mobile si tende a sottovalutare l'importanza del comparto audio, ma gli sviluppatori svedesi di Senri hanno dimostrato di tenere in grande considerazione questo aspetto dell'esperienza, accompagnando l'azione platform del loro nuovo titolo con una colonna sonora di pregio, elegante e toccante, coadiuvata peraltro da un'ottima narrazione in inglese. Protagonista del gioco è Leo, una "palla di pelo" baffuta che ha passato la vita a racimolare monete d'oro... solo per vederle sparire da un giorno all'altro, portate via da un ladro misterioso che potrebbe però essere uno dei suoi parenti, visto che il luogo dove stava nascosta quella fortuna era noto solo in famiglia. È stato il cugino Victor? La zia Olga? O lo zio Sergej? Leo vuole scoprirlo, e così comincia un emozionante viaggio attraverso diciannove livelli (più una serie di sfide extra basate sulla pura e semplice velocità) nell'ottica di cinque differenti ambientazioni, ognuna caratterizzata da colori, situazioni e rompicapo unici: dai panorami di una foresta rigogliosa alle fioche luci di un sotterraneo, da una landa rocciosa e antica a un paesaggio serale, e così via. In Leo's Fortune c'è da saltare, come in qualsiasi platform, ma il gameplay si basa anche e soprattutto sulla risoluzione di puzzle ambientali a base di fisica, nonché sull'elusione di trappole e baratri mortali, elementi questi che si sostituiscono all'eventuale presenza di nemici.

Leo's Fortune è un platform di eccellente qualità, ricco di atmosfera e dotato di un ottimo gameplay

Maledetta fortuna

Bastano pochi minuti di gioco per comprendere che ci troviamo senz'altro di fronte a uno dei titoli più interessanti usciti quest'anno su App Store. A cominciare dal sistema di controllo touch, pressoché perfetto, costituito da due "slider" invisibili che si trovano nella parte sinistra e destra dello schermo, e che consentono di muovere il personaggio in una direzione e nell'altra, nonché di "gonfiarlo" e "appiattirlo" sfruttando la sua peculiare costituzione fisica, così da sfruttare l'accelerazione sulle rampe e i giri della morte in stile Sonic, spiccare balzi per raggiungere piattaforme poste a una certa altezza e spostare oggetti che possono tornarci utili per azionare un dispositivo, far scendere un carrello, raccogliere le tradizionali monete (che concorrono alla valutazione della performance finale), aprire una porta e così via.

Parenti furrrfanti

I modi in cui le abilità di Leo vengono utilizzate durante la campagna sono davvero buffi e sorprendenti. Abbiamo a che fare con una palla di pelo, giusto? E allora perché non consentirle di espandersi per premere dei pulsanti, o appiattirsi a contatto con l'acqua per raggiungere il fondale? Non c'è una singola idea sfruttata male in Leo's Fortune, e con un'abile mossa si è persino riusciti ad annullare l'eventuale frustrazione di una morte improvvisa piazzando checkpoint a profusione. Tale elemento influisce inevitabilmente sulla durata dell'esperienza, che arriva purtroppo a impegnarci per solo un paio d'ore. Un impianto così solido e ispirato doveva poter contare su di una realizzazione tecnica all'altezza della situazione, e come accennato in apertura anche da questo punto di vista è stato fatto un lavoro eccellente, con tantissimi asset realizzati a mano, un'ottima fluidità dello scrolling e un uso sapiente dei colori e dell'illuminazione, che contribuisce alla grandissima atmosfera dell'avventura insieme al già citato, magistrale comparto audio. Il prezzo d'acquisto, in linea con le produzioni premium su App Store, è perfettamente adeguato alla qualità dell'offerta, peraltro priva di in-app purchase.

Multiplayer.it

9.0

Lettori (7)

8.1

Il tuo voto

Leo's Fortune si pone senza dubbio come uno dei migliori platform disponibili su App Store, nonché uno straordinario esercizio di game design. Non c'è infatti un solo aspetto dell'esperienza che si possa bollare come "poco riuscito", anzi l'attenzione a ogni singolo dettaglio, specie nell'organizzazione dei puzzle ambientali, appare certosina e priva di qualsivoglia sbavatura. Dotato di un sistema di controllo touch pressoché perfetto, di un buon numero di livelli e di un grado di sfida perfettamente bilanciato, impegnativo ma mai frustrante, il nuovo titolo di Senri dimostra ancora una volta che è possibile realizzare eccellenti platform per i dispositivi mobile, caratterizzandone l'estetica in modo sapiente e senza neppure trascurare il sonoro, capace in questo caso di contribuire fattivamente alla creazione di una splendida atmosfera.

PRO

  • Eccellente game design
  • Grafica e sonoro splendidi
  • Sistema di controllo pressoché perfetto
  • Ottimo bilanciamento della difficoltà

CONTRO

  • Un po' troppo breve