Ci vorrebbe un amico come Hurk 19

Su e giù per il Kyrat insieme al quel simpaticone di Hurk in questo corposo DLC

RECENSIONE di Matteo Santicchia   —   18/02/2015

Hurk Deluxe Pack è senza dubbio un interessante DLC per Far Cry 4, soprattutto dopo il mediocre Fuga da Durgesh, che puntando tutto su intriganti meccaniche "quasi Roguelike" aveva dimenticato di inserire contenuti inediti e in fin dei conti sostanza. Grazie al corpulento Hurk possiamo giocare cinque missioni single player, tre delle quali focalizzate proprio su Hurk stesso, grazie alle quali ottenere la sua iconica arma, l'Impalatore, ovvero un lancia arpioni da balena portatile, che pare fatto apposta per abbattere orsi, rinoceronti e elicotteri, ma soprattutto i soldati corazzati di Pagan Min.

Hurk Deluxe Pack è un bel DLC single player, corposo e dal prezzo decisamente abbordabile

Settimana bianca

Le missioni di Hurk, al pari delle altre due scaricabili, il rubino insanguinato e la fattoria degli Yak, rappresentano un corposo extra single player, e cosa molto interessante non hanno nulla da invidiare a quelle "standard" della campagna, e anzi, per varietà, difficoltà e inventiva sono per certi versi migliori. Durano tutte all'incirca trenta - quaranta minuti, e ci fanno combattere sia nelle foreste ai piedi dell'Himalaya che ben più in alto, tra picchi innevati, laghi ghiacciati, templi, grotte, miniere e strutture fortificate. Davvero setting molto diversi e azzeccati, che esaltano sia l'approccio più caotico sia quello più stealth di Far Cry 4.

La fuga in elefante con Hurk è perfettamente esemplificativa del lato "più leggero" della vita nel Kyrat, dove invece di pilotare un devastante e indistruttibile carro armato dobbiamo semplicemente caricare e prendere a colpi di proboscide tutto quello che si muove sino all'assedio finale, quasi senza sparare un colpo. Al contrario quando si tratta di trovare la statua di una scimmietta d'oro in alta montagna, le meccaniche si fanno "più seriose", veniamo impegnati all'interno di grotte dove troviamo un paio di aree circolari in cui i soldati armati di lanciafiamme devono essere necessariamente presi alle spalle per ucciderli, giocando quindi al gatto e il topo, sgattaiolando (esattamente, sì!) alle loro spalle. Ci è piaciuta anche molto il rubino insanguinato, se possibile ancor più lunga e tosta, in cui la conquista di una sorta di piccolo forte passa attraverso il dover ripulire una miniera, con il tasso di sfida che si fa via via più arduo, con nemici ben posizionati, e più in generale un level design fatto apposta per esaltare la grande varietà di approccio che Far Cry 4 ci offre. L'ultima missione di Hurk, che si ottiene avendo completato un buon numero di missioni principali comprese quelle di Yogi e Regi, ci premia con l'Impalatore e ci vede fermare un convoglio imperiale a bordo dell'elicottero, cosa non proprio semplice se non si ha il takedown relativo. E poi, come in Speed, bisogna guidare un camion a tavoletta, rallentare troppo vuol dire game over facendo attenzione ai barili esplosivi, alle curve a gomito, agli elefanti imbizzarriti e ai soldati armato di lanciafiamme. Una piccola variazione sul tema questa, senza dubbio molto divertente, anche se qualche imprecazione di troppo può scappare al volante del camion.

Ben congegnata è anche Yak Farm. Con il solito stratagemma del mercante-portale veniamo di nuovo trasportati in alta montagna, in mezzo ai ghiacciai nei pressi del lago di Utpala. Il nostro compito? Fermare un convoglio diretto verso una base dei ribelli e salvare ovviamente Hurk. Enormi distese bianche fatte apposta per i cecchini più spietati, inseguimenti a bordo di motoslitta degne del miglior James Bond, fino all'ovvia battaglia finale. Una missione senza dubbio molto divertente, strutturata su tre ambienti/situazioni che funzionano e che donano ancor più varietà al tutto. In definitiva questa corposa espansione (inclusa nel Season Pass) ci è davvero piaciuta. Divertente, spiccatamente cooperativa, caciarona ma anche stealth, se vogliamo. Per "soli" 7,49€ ci portiamo a casa cinque missioni di buona fattura, che ci impegnano in avventure diverse dal solito, facendoci poi esplorare parti inedite del Kyrat. Senza poi dimenticare l'extra di un bel carico di armi "esotiche" nel negozio, con l'arpione Impalatore protagonista indiscusso tra i nuovi ferri del mestiere. Insomma, un DLC decisamente consigliato, magari da giocare - fatti salvi i requisiti di sblocco delle missioni - non troppo avanti nell'avventura, in modo da apprezzare anche un livello di difficoltà un filo più alto rispetto alle missioni standard.

Versione testata
Xbox One
Prezzo
7.49 €
Multiplayer.it

Lettori

S.V.

Il tuo voto

PRO

  • Cinque missioni single player decisamente divertenti e variegate
  • Prezzo fuori Season Pass non eccessivo

CONTRO

  • I più bravi finiranno il tutto anche in meno di due ore