Hai cotto il razzo 3

Chi l'ha detto che caverne e razzi non vanno d'accordo?

RECENSIONE di Fabio Palmisano   —   14/03/2015

Guidare un razzo all'interno di una caverna piena di ostacoli e insidie è una pessima idea nel mondo reale, ma viceversa può rivelarsi vincente nel magico universo del mobile gaming: o perlomeno questa è la speranza del team di sviluppo Butterscotch Shenanigans - già autori di Towelfight 2 e Quadropus Rampage - che si presentano ora con questo Flop Rocket, ovvero la loro personalissima interpretazione del genere degli endless runner.

Dalle caverne alle stelle

A dirla tutta, Flop Rocket non può nemmeno considerarsi un autentico appartenente alla categoria, dato che il percorso che il giocatore deve affrontare ha a tutti gli effetti una conclusione, raggiungibile dopo aver attraversato i cinque chilometri virtuali di una galleria generata casualmente a ogni partita. Questo tuttavia non significa che arrivare al traguardo sia una passeggiata di salute, anche per merito di una serie di accorgimenti apportati dagli sviluppatori che rendono praticamente indispensabili i contenuti premium offerti dall'applicazione a chiunque volesse tentare di vedere la luce in fondo al tunnel.

Ma andiamo con ordine, partendo da un sistema di controllo che riesce a dimostrarsi sufficientemente immediato pur lasciando la porta aperta a una notevole profondità: premendo il dito ovunque sul touch screen si aziona la propulsione del razzo, mentre muovendo l'apposita rotellina posta sulla parte sinistra del display si definisce l'angolo di traiettoria e quindi la direzione. Per quanto ci voglia inizialmente un po' di pratica, il tutto funziona più che discretamente e in breve tempo si possono apprezzare le diverse sfumature del comportamento del mezzo, dando gas e portandosi in posizione orizzontale quando c'è bisogno di velocità e mantenendo un'inclinazione di 45 gradi con rapidi e frequenti tocchi sullo schermo se viceversa la situazione richiede più precisione a scapito della rapidità. Il level design fa del suo meglio per spingere l'utente a variare il suo approccio, proponendo stalattiti e stalagmiti da evitare accuratamente e mostri da superare il più in fretta possibile, senza però concedergli il lusso di temporeggiare troppo: il razzo ha infatti una limitata autonomia di carburante, ed è necessario muoversi senza indugi per raggiungere la prima stazione di rifornimento utile per non rischiare di arrivare ad un mesto game over causato dall'esaurimento del serbatoio.

Flop Rocket è divertente e originale quanto basta, ma i contenuti premium sono quasi indispensabili

Per il resto, Flop Rocket segue le dinamiche tipiche di un endless runner: il gioco termina dunque quando ci si schianta contro un ostacolo e durante il percorso è possibile raccogliere monete che vanno a formare un totale spendibile negli upgrade disponibili nell'apposito negozio in-game. Qui si possono migliorare varie caratteristiche del razzo quali l'agilità, la spinta dei propulsori o la capacità del serbatoio: vi sono anche altri otto rami di sviluppo, che però sono riservati ai sottoscrittori di un pacchetto premium venduto al costo di 2,99 € e che offre tutta una serie di vantaggi.

È questa la fantomatica "furbata" a cui ci riferivamo all'inizio dell'articolo, dato che proprio i miglioramenti sbloccabili previo pagamento si rivelano essere quelli più potenti e fondamentalmente indispensabili per chiunque voglia tentare di arrivare in fondo ai cinque chilometri della caverna. Giocare gratuitamente a Flop Rocket rimane comunque possibile, ma è altresì innegabile che senza mettere mano alla carta di credito ci si ritrova con un titolo monco, quasi fosse una sorta di versione demo. Quella degli sviluppatori di Butterscotch Shenanigans si rivela dunque una scelta di campo piuttosto netta e che senz'altro farà storcere il naso a più di qualcuno, ma che non pregiudica comunque del tutto la possibilità di godersi il gioco in forma gratuita, seppur per un periodo di tempo obiettivamente piuttosto limitato: senza i contenuti premium si può tentare di andare il più avanti possibile, completando nel frattempo le missioni che vengono assegnate dal software in maniera casuale, ma non ci vuole molto per trovarsi di fronte ad un muro invalicabile se non con l'esborso della cifra descritta in precedenza. In questo caso, Flop Rocket diverte finché dura, grazie al suo ritmo particolarmente sostenuto e al già citato sistema di controllo che apre la strada ad un livello di sfida decisamente stimolante.

Versione testata
iPhone (2.0.13)
Digital Delivery
App Store, Google Play
Prezzo
Gratis
Multiplayer.it

7.5

Lettori (1)

6.5

Il tuo voto

Flop Rocket mette in campo delle buone idee, dimostrandosi un endless runner sui generis che abbina a meccaniche tipiche della categoria alcune trovate decisamente interessanti, il tutto mettendo nelle mani dell'utente un razzo da controllare tramite un sistema capace anche di una discreta profondità. Si tratta di un titolo ottimo per qualche partita veloce nei ritagli di tempo, che però sul lungo periodo potrebbe soffrire del discutibile modello premium adottato dagli sviluppatori, con un pacchetto a pagamento che di fatto si rivela indispensabile per ambire a seri traguardi di punteggio.

PRO

  • Divertente e con alcuni tocchi originali
  • Sistema di controllo indovinato
  • Livello di sfida non banale

CONTRO

  • Il pacchetto premium è quasi indispensabile
  • Ripetitivo a lungo andare
  • Tecnicamente non stupisce