Romanzo criminale  46

Payday 2 debutta sulle console di nuova generazione con un remaster arricchito da tanti contenuti extra

RECENSIONE di Tommaso Pugliese   —   14/06/2015

Dopo l'ottimo debutto su PC nel 2013, seguito da alcuni corposi contenuti scaricabili, su tutti The Big Bank Heist e Hotline Miami, Payday 2 trova la via delle console di nuova generazione con la Crimewave Edition, il tradizionale remaster che apporta una serie di miglioramenti tecnici all'esperienza console (sostanzialmente il passaggio ai 1080p rispetto all'originale versione per Xbox 360 e PlayStation 3) e include tutti i DLC rilasciati finora, così da offrire agli utenti un pacchetto assolutamente completo, solido e duraturo.

Dopo aver speso decine di ore con il titolo di Overkill Software su PC, ci siamo avvicinati a questa sua nuova incarnazione con un po' di diffidenza, consapevoli di come spesso le riduzioni su PlayStation 4 e Xbox One risultino complicate per i team di sviluppo meno blasonati, nonostante un'architettura che sulla carta dovrebbe favorire al massimo le operazioni di conversione dalla piattaforma Windows. Ebbene, purtroppo la grafica del gioco ha confermato i nostri timori, incapace di raggiungere un frame rate superiore ai 30 frame al secondo (per fortuna piuttosto stabili) e di consegnarci, dunque, quel "gunplay" fluido e reattivo che sarebbe lecito aspettarsi da un first person shooter di questo genere, in cui spesso ci si trova a dover sparare contro bersagli relativamente distanti. Per fortuna aumentando la sensibilità della visuale si riesce a ottenere un compromesso dignitoso per l'utilizzo del DualShock 4, diversamente afflitto da un'insopportabile latenza, che rende davvero complicato centrare il bersaglio se non affidandosi completamente alla pur necessaria mira assistita. Ma andiamo con ordine...

Nonostante la grafica un po' sottotono, Payday 2: Crimewave Edition è uno sparatutto ricco e solido

Abbiamo una banca

Quattro criminali professionisti collaborano con diverse figure misteriose, che pianificano per loro dei colpi man mano più complessi. È questa l'idea alla base di Payday 2, che nella Crimewave Edition viene arricchita sotto vari fronti: nuovi personaggi oltre al quartetto di partenza, nuovi committenti, nuove missioni e nuovi oggetti, nell'ottica di una struttura che si rivela fin da subito solida e sfaccettata.

Potremo cominciare con lavoretti semplici, ad esempio svaligiare alcuni negozi in centro, per poi passare a operazioni più complesse, come lo svuotamento di cassette di sicurezza o addirittura l'attacco al caveau della più importante banca del paese. Il possibile compenso finale cambierà a seconda di come (e se) porteremo a termine ogni missione, e permetterà di acquistare nuove armi ed equipaggiamento per poter essere più efficaci durante gli scontri a fuoco, nonché più resistenti e reattivi quando verremo attaccati. Guadagnando esperienza e salendo di livello otterremo inoltre dei punti abilità da impiegare per lo sblocco di abilità extra legate a quattro differenti classi, ognuna con le proprie specializzazioni: alcune puntano sulla furtività e mettono a disposizione medikit per sopravvivere il più a lungo possibile, altre riguardano l'aspetto tecnico dello scassinamento e degli esplosivi, altre ancora ci trasformano in una macchina da guerra dalla potenza devastante e dai caricatori infiniti. Potremo scegliere il tipo di personaggio che desideriamo essere, specie dopo aver preso confidenza con la filosofia del gioco, ma il tutto andrà inserito nell'ottica di una squadra che dovrà necessariamente trovare un proprio equilibrio per poter ottenere dei buoni risultati.

Scarica il Video

Quattro sotto un teschio

Payday 2 è uno sparatutto multiplayer a base cooperativa, che può essere giocato in solitaria con il supporto dell'intelligenza artificiale (non brillantissima) ma che, naturalmente, dà il meglio di sé solo quando selezioniamo le missioni dal server e ci interfacciamo con altri utenti.

Può capitare di trovarsi in una squadra di novizi che non sanno come comportarsi in determinate situazioni, beccare il giocatore che rimane fermo o quello che esce anzitempo, tuttavia le caratteristiche di pianificazione (specie nelle missioni più avanzate) e organizzazione del lavoro mal si sposano con questo tipo di eventualità, rendendo l'esperienza frustrante. Per fortuna durante i nostri test (effettuati ovviamente a gioco uscito e server aperti, anche per avere il polso reale del funzionamento del comparto online) ci siamo imbattuti in pochi episodi del genere, trovando anzi un sorprendente numero di utenti consapevoli ad attenderci, magari con alle spalle già qualche ora sulla versione old-gen del gioco. L'approccio alle partite può essere svariato, è possibile cercare di portare a termine un colpo senza far scattare nemmeno un allarme, dunque effettuando varie esplorazioni preliminari e neutralizzando sistemi di sicurezza e guardie, oppure fregarsene, indossare la maschera d'ordinanza e aprire il fuoco non appena arrivano le immancabili squadre di pronto intervento. Per puntare allo stealth, però, è fondamentale muoversi all'interno di una squadra affiatata, meglio se composta da persone che conosciamo. Ci sarà infatti da rispettare tempistiche, operare con precisione e in modo organizzato, nonché mettere sul piatto le specializzazioni di cui abbiamo parlato in precedenza per poter aprire porte e cassette di sicurezza in tempi accettabili.

Trofei PlayStation 4

I quarantatré Trofei di Payday 2: Crimewave Edition si dividono in due categorie: da una parte quelli che si ottengono semplicemente portando a termine specifiche azioni per la prima volta, dall'altra quelli che richiedono il completamento di azioni diverse dal solito, e che dunque bisogna di fatto pianificare durante le partite. Questo tipo di impostazione rende gli achievement piuttosto interessanti e divertenti da ottenere.

Delitto imperfetto

Le perplessità sul fronte della realizzazione tecnica che abbiamo manifestato in apertura di recensione riguardano il quadro generale di un prodotto che è stato pubblicato originariamente ben due anni fa, e che anche su PC non brillava per la definizione della grafica, né tanto meno per la qualità delle animazioni o per l'interazione con lo scenario.

È chiaro che rivedere determinati limiti dopo tanto tempo, peraltro senza un frame rate adeguato a metterci una pezza, non può che ribadire l'ormai consolidato divario fra i team di sviluppo first party e quelli che invece non godono del medesimo rapporto di collaborazione con i produttori dell'hardware. Certo, l'architettura condivisa in questo caso avrebbe dovuto fare la differenza. Al di là di questo aspetto, come detto discreto ma tutt'altro che brillante, Payday 2: Crimewave Edition si distingue per una colonna sonora efficace e coinvolgente, nonché per un comparto online che nella nostra esperienza si è rivelato solido e privo di incertezze, con le solite tempistiche un po' eccessive per l'ingresso in partita ma senza episodi di lag o glitch degni di nota.

Scarica il Video

Versione testata
PlayStation 4
Multiplayer.it

7.7

Lettori (35)

8.3

Il tuo voto

Payday 2: Crimewave Edition porta su PlayStation 4 e Xbox One l'edizione completa di uno sparatutto cooperativo solido e ricco di sfaccettature, che dà il meglio se giocato con gli amici ma sa sorprendere per la quantità di utenti esperti e consapevoli che attualmente affollano i server. Il pacchetto include un gran numero di missioni differenti, man mano più complesse e affrontabili selezionando vari livelli di difficoltà, nonché un cast di personaggi e un arsenale degni di nota. A rendere l'impianto così profondo sono però i risvolti strategici di ogni colpo, specie quelli più avanzati, quando le specializzazioni delle quattro classi disponibili e un'attenta pianificazione diventano elementi fondamentali per il successo. Peccato solo per la grafica al di sotto delle aspettative.

PRO

  • Tante missioni, alcune davvero emozionanti
  • Gameplay solido e sfaccettato, fra equipaggiamento e specializzazioni
  • L'online funziona bene e si trovano tanti utenti esperti

CONTRO

  • Grafica al di sotto delle aspettative
  • Troppa latenza nelle impostazioni di default del controller
  • Intelligenza artificiale tutt'altro che brillante