Commissariato sotto chiave

Poco tempo dopo l'attivazione del protocollo Knightfall, il Pinguino tenta la fuga dalla stazione di polizia di Gotham City: riuscirà Nightwing a bloccarlo in tempo?

RECENSIONE di Massimo Reina   —   06/10/2015
97

I contenuti aggiuntivi di Batman: Arkham Knight fino a questo momento hanno parecchio deluso i fan della serie targata Rocksteady Studios e Warner Bros. Interactive. E questo soprattutto perché in tanti si aspettavano giustamente molto di più in termini contenutistici dai vari DLC, che erano stati annunciati in pompa magna qualche mese fa.

Commissariato sotto chiave

Di fatto di entusiasmanti missioni storia, con magari coinvolti nuovi super cattivi, al momento non si è visto praticamente nulla, mentre le skin personaggio ed auto alternative, più i nuovi circuiti guidabili per la Batmobile, si sono rivelati poca cosa. Chissà allora che le cose non inizino a cambiare in positivo con il secondo contenuto aggiuntivo legato alla storia, questa volta dedicato al personaggio di Nightwing. Il prodotto è disponibile da un paio di giorni su PlayStation Network e Xbox LIVE, gratis per i possessori dell'abbonamento stagionale, al prezzo di euro 1,99 per tutti gli altri. Intitolato Commissariato sotto chiave, il DLC propone una storia inedita ambientata dopo i fatti narrati in Batman: Arkham Knight, precisamente dopo la conclusione del protocollo Knightfall, all'interno di uno scenario che prevede un'unica missione. Questa consiste nel cercare di bloccare l'evasione del Pinguino prima che si concretizzi attraverso l'uso di un elicottero sul tetto del commissariato di Gotham.

Commissariato sotto chiave mette i giocatori nei panni di Nightwing alle prese col Pinguino

Uno scherzo?

Fin dall'inizio il nuovo contenuto extra sembra quasi uno scherzo: nessun filmato introduttivo, nessuna scena particolare, magari con qualche richiamo ai fatti successivi al completamento del protocollo Knightfall. Il gioco inizia con Nightwing che dopo aver raccolto un indizio importante nel brevissimo prologo a Blüdhaven, arriva a Gotham, dove si mette in contatto radio con Lucius. È quindi così che, oltre ad apprendere i dettagli relativi alla missione, il giocatore capisce di trovarsi in un momento successivo al finale di Batman: Arkham Knight. Per la cronaca, e senza anticipare nulla, a un certo punto, in una delle comunicazioni radio con il CEO e Presidente della Wayne Enterprises, verremo a sapere una novità carina che riguarda Barbara Gordon e Tim Drake.

Commissariato sotto chiave

Tornando a parlare del DLC, l'obiettivo finale è come detto all'inizio quello di impedire al Pinguino di scappare dalla prigione del commissariato di Gotham City, aiutato dai suoi scagnozzi. Questi ultimi devono quindi essere abbattuti uno dopo l'altro prima di arrivare a bloccare il supercriminale. La giocabilità è ovviamente quella del titolo originale, con Nightwing che propone un set di mosse non dissimile da quelle di Batman, personalizzate ovviamente in funzione delle sue abilità e dei suoi gadget, da combinare con le solite tecniche stealth e con le varie forme di KO silenzioso, e da alternare agli attacchi a viso aperto a seconda dell'area. Completato il lavoro, l'ex spalla di Batman deve poi salire sul terrazzo, lo stesso che gli utenti hanno imparato a conoscere in Arkham Knight. In una situazione analoga a quella che nell'avventura principale vide L'uomo Pipistrello lottare contro gli uomini del Cavaliere di Arkham che tentavano di irrompere nella stazione di polizia, Nightwing deve eliminare gli ultimi membri della banda del Pinguino prima che questi lo facciano uscire dall'ascensore dentro al quale è rimasto bloccato. Impresa tutt'altro che ardua, specie se si arriva allo scontro con la possibilità immediata di effettuare un KO multiplo Terrore per eliminare metà degli aggressori. Tutto qui: una volta che ci si è liberati dalla classica coppia di boss intermedi, i tizi con le spade e con lo scudo, oltre ad altri cinque-sei armati di mazze o a mani nude, parte un breve filmato che chiude la storia (ebbene sì, nessun combattimento col signor Cobblepot), lasciando nel giocatore tanto amaro in bocca e la sensazione che da un momento all'altro esca fuori un cartello con su scritto "sei su Scherzi a Parte!"

Commissariato sotto chiave

La delusione, infatti, è tanta per chi, dopo il DLC con la storia di Batgirl (che a noi, durata a parte, era comunque piaciuto abbastanza nel suo insieme), e quelli di contorno successivi, sperava di avere da Warner Bros. qualcosa di decisamente più corposo a livello di durata e contenuti. Invece se possibile è stato fatto di peggio, con un prodotto ancora più breve del precedente extra dedicato alle storie di Arkham, e con poco mordente a livello di gameplay. La durata complessiva della missione è, almeno per gli utenti più esperti, di poco superiore al quarto d'ora, al netto di un paio di morti per distrazione sul finire. Considerando che il DLC propone un solo trofeo che si sblocca al primo passaggio, e che non ci sono oggetti da raccogliere o easter egg da scoprire, non c'è neanche uno stimolo extra per rigiocarlo almeno una seconda volta e renderlo leggermente più longevo. Insomma, Commissariato sotto chiave rappresenta un'altra occasione persa per sviluppatore e publisher di ampliare ulteriormente l'universo di Arkham. Invece così com'è stato concepito diventa solo l'ultimo esponente della discutibile attitudine al facile lucro sui contenuti aggiuntivi.

Commento

Versione testata PlayStation 4
Digital Delivery PlayStation Store, Xbox Store
Prezzo 1,99 €
Multiplayer.it

Lettori (1)

6.0

Il tuo voto

PRO

  • Graficamente sempre bello a vedersi
CONTRO
  • Quindici-venti minuti di gioco
  • Manca tutto il contorno: dual play, enigmi, interazione, profondità di gioco
  • Scenari riciclati da un livello dell'avventura principale