Ma che bel castello  17

Outplay Entertainment propone la sua buona ma scolastica interpretazione del tower defense mobile classico

RECENSIONE di Giorgio Melani   —   12/01/2017

Da lungo tempo, ormai, lo strategico in tempo reale ha trovato casa sulle piattaforme mobile attraverso una particolare declinazione della sua struttura classica, che si è venuta a codificare con il bizzarro ma efficace nome "tower defense". Per chi non lo conoscesse, ma pare cosa impossibile, si tratta di un gioco strategico in cui ci si trova ad espletare esclusivamente (o quasi) la parte difensiva, cercando di arginare gli attacchi a ondate dei nemici attraverso la dislocazione di unità e strutture in grado di frenarne l'inesorabile marcia.

Il concetto è semplice ma trova perfetta applicazione sulle piattaforme mobile, grazie a una perfetta integrazione con il sistema di controllo tattile che può essere effettuato con brevi tocchi utilizzando una sola mano, i ritmi veloci scanditi da partite brevi e frammentate e il classico meccanismo della progressione costante in termini di livello di esperienza e bonus conquistati che cattura il giocatore, anche occasionale, nelle sue spire. Come un perfetto paradigma dell'intero genere, Castle Creeps TD riassume in sé tutte queste caratteristiche, rivelandosi un tower defense ottimamente composto, dotato di un bilanciamento equilibrato, un ottimo sistema di controllo e una buona varietà di nemici e variazioni da conquistare per quanto riguarda strutture e unità, ma propria questa sua canonicità estrema rappresenta il suo maggiore punto debole. L'amalgama dei suoi elementi è fin troppo perfetta, attentamente studiata in modo da non offrire slanci innovativi proprio per non disturbare l'equilibrio raggiunto grazie a una precisa applicazione delle regole basilari di costruzione del tower defense, che risulta così ben strutturato ma anche privo di una propria anima genuina. La cosa è piuttosto bizzarra anche perché da parte del medesimo è arrivato in precedenza un altro titolo di questo genere, ovvero Alien Creeps TD, con cui questo condivide molte soluzioni stilistiche e strutturali ma che al contrario di Castle Creeps sfruttava almeno una caratterizzazione piuttosto particolare.

Castle Creeps è un tower defense precisamente strutturato secondo le migliori regole, anche troppo

Le invasioni orchesche

Seguendo pedissequamente il manuale del perfetto tower defense, Castle Creeps TD ci pone alle prese con ondate di orchi invasori intenzionati a conquistare le varie mappe a schermata singola che compongono il gioco. Per fermare gli orchi, il giocatore può ovviamente ricorrere all'utilizzo delle torri, che rappresentano il sistema difensivo primario ma non l'unico, avendo caratteristiche che le pongono come sistemi perfetti per sbarazzarsi di alcune tipologie di nemici ma portandosi dietro anche alcuni punti deboli che le rendono meno efficaci su altre. Per questo motivo è necessario adattare le strategie di difesa in maniera dinamica in base a come si sta svolgendo l'attacco nemico, sfruttando la fanteria per creare posti di blocco e rallentamenti mentre si cerca di utilizzare le giuste tipologie di armi nelle zone migliori della mappa.

Ci sono torri che sparano, che colpiscono in vari modi e quelle che si occupano della creazione e addestramento di nuovi membri della fanteria, il tutto insieme alla presenza dell'Eroe, il combattente particolare in grado di utilizzare mosse speciali ed agire in maniera decisamente reattiva sulla massa. A questo proposito, si rileva un ottimo comportamento da parte delle unità, che appaiono gestite da una buona intelligenza artificiale e supportate da un sistema di controllo decisamente soddisfacente. L'abbattimento di nemici e la progressione tra i livelli comporta la raccolta di elisir, che rappresenta la risorsa principale nel mondo di gioco, potendo essere investito nella costruzione di nuove strutture e unità, o nel miglioramento di quelle esistenti. Dal punto di vista estetico, Castle Creeps TD si presenta caratterizzato da una veste grafica molto pulita, che presenta elementi fantasy classici filtrati attraverso una prospettiva cartoonesca, anche questa vista già varie volte in numerose produzioni analoghe a dire il vero. Rispetto ad Alien Creeps TD, questo nuovo titolo sembra aver corretto l'eccessiva evidenza del paywall che emergeva dopo alcune ore di gioco, ammorbidendo la struttura free-to-play con richieste meno insistenti verso le microtransazioni e consentendo un approccio più graduale e libero tra la completa gratuità e lo shoppping sfrenato.

Scarica il Video

Versione testata
iPad 1.6.0
Digital Delivery
App Store, Google Play
Prezzo
Gratis
Multiplayer.it

8.0

Lettori (2)

6.8

Il tuo voto

Se non siete ancora stanchi della strategia difensiva mobile, o addirittura se non avete mai approfondito il concetto al di là del sentito dire o rapide occhiate sull'App Store, allora Castle Creeps TD si presenta come titolo estremamente interessante in tutta la sua perfezione formale, data da un ottimo equilibrio delle parti e un attento studio degli ingranaggi che contribuiscono a fa funzionare il meccanismo senza intoppi. Un tower defense di maniera, che non offre nulla di sostanzialmente nuovo anche rispetto alle produzioni precedenti dello stesso team ma che mette in scena il noto copione con grande padronanza dei mezzi.

PRO

  • Struttura equilibrata e funzionale
  • Buona realizzazione tecnica
  • Meccanica free-to-play meno perversa di altri casi

CONTRO

  • Assenza pressoché totale di elementi caratterizzanti
  • Le microtransazioni emergono comunque a un certo punto
  • Qualche glitch grafico iniziale in via di correzione