CrossCode: A New Home, la recensione del DLC: un grande ritorno per gli appassionati

Radical Fish Games torna a CrossWorlds con il DLC che chiude la storia di Lea, vediamo come è andata nella recensione di CrossCode: A New Home.

RECENSIONE di Emanuele Gregori   —   08/03/2021
23

A distanza di circa due anni e mezzo e dopo una costante serie di piccole patch, Radical Fish Games torna nel mondo di CrossCode con un DLC vero e proprio. CrossCode: A New Home è la definitiva dichiarazione d'amore del team per il mondo che loro stessi hanno creato e anche per tutto quel che concerne l'idea di community e di condivisione di un titolo online. L'originale CrossCode è diventato un cult con il tempo, grazie al passaparola e alla consapevolezza di un progetto straordinario e realizzato con una cura quasi maniacale. Dopo aver passato diverse ore con questo contenuto aggiuntivo è quindi il momento della recensione di CrossCode: A New Home. Siamo lieti di anticiparvi che non solo ve lo consigliamo, ma che ammettiamo candidamente di esserci anche emozionati.

La storia di CrossWorlds

CrossCode: A New Home: una fase di esplorazione
CrossCode: A New Home: una fase di esplorazione

Come abbiamo già accennato e come potete approfondire nella nostra recensione del gioco base, CrossCode è ambientato in un alternativo futuro durante il quale una società è riuscita a creare un vero e proprio mondo virtuale, sfruttando una piccola luna acquistata dalla società stessa come "campo da gioco". In una sorta di ibrido tra Ready Player One e Sword Art Online, i partecipanti al gioco utilizzano un particolare e costosissimo hardware per trasportare la propria psiche all'interno di un avatar, che fungerà da personaggio nel mondo di CrossCode.

Come sempre accade in questi casi, non tutto è oro quel che luccica e il plot si divide tra intrighi di potere, personaggi dipendenti dal gioco stesso e una serie di domande rimaste insoluta per due anni e mezzo per la stessa protagonista, Lea. Dopo essersi ritrovata in gioco afflitta da un'amnesia e complici anche dei problemi del modulo dedicato alla comunicazione, la quarantina di ore necessaria a chiudere la campagna principale sono state una delle più grosse sorprese del panorama indipendente degli ultimi cinque anni.

CrossCode: panorami mozzafiato
CrossCode: panorami mozzafiato

Per iniziare A New Home, questo il titolo del DLC appena pubblicato, è necessario aver completato la campagna, proprio perché cronologicamente i nuovi avvenimenti ne rappresentano un sequel vero e proprio, riportando Lea in gioco dopo la disconnessione forzata. Ben lontana dalla verità che ha ricercato per così tanto tempo, ha finalmente una nuova opportunità per chiudere i conti, finendo però per lasciare un po' troppo da parte alcune sottotrame che, nonostante l'importante mole di ore del DLC, non vengono chiuse interamente a dovere. Un'inezia, soprattutto se rapportato alle solite tematiche sociologiche e dannatamente attuali che fanno di CrossCode un progetto importante tanto sul piano ludico che su quello narrativo.

Fa sempre un certo effetto vedere come artisti di questo calibro siano in grado di tirar fuori emozioni e sentimenti, così come riflessioni e prese di posizione anche utilizzando solo ed unicamente un mezzo come la pixel art, senza neanche delle voci registrate. Ci tornano alla mente avventure come To The Moon o, anche se in maniera diversa, esperimenti totalizzanti come un Undertale. Da questo punto di vista anche A New Hope, così come l'avventura base, colpisce duro e fa riflettere, dando ancor più valore a quei giocatori consci del significato della condivisione. Siamo di fronte alla fine di un viaggio splendido che ci porteremo sempre con noi e che consigliamo a tutti di vivere.

Un DLC colmo di contenuti

CrossCode: A New Home: nel gioco ci sarà un mix di scorci vecchi e nuovi
CrossCode: A New Home: nel gioco ci sarà un mix di scorci vecchi e nuovi

Per chi non avesse vissuto CrossCode a suo tempo, cercheremo di fare un sunto dell'esperienza. Si tratta di un action rpg che fonda tutto il suo gameplay su combattimenti frenetici e profondi, fatti di attacchi e schivate, così come di diversi stili di combattimento, il tutto inframmezzato da importanti ed articolate fasi puzzle. Questi due elementi, così diversi e così difficili da amalgamare, rappresentano al contrario un connubio quasi perfetto, anche lì dove i secondi tendono a scoraggiare per quanto prolissi ed intricati.

I ragazzi di Radical Fish Games, piccolissimo team tedesco che sta dedicando anima e corpo a questo progetto fin dalla propria fondazione quasi dieci anni fa, da sempre parlano di loro stessi come di maniaci del dettaglio e questo elemento spiega perfettamente cosa sia CrossCode. Qualsiasi elemento in gioco, anche quelli meno articolarti ed interessanti, si portano in dote un livello di attenzione che ha del maniacale. Le animazioni, i menù, la ricerca nell'estetica e la cura nei boss sono solo alcune delle piccolezze che hanno reso grande CrossCode in questi due anni e mezzo.

In questo A New Home rappresenta davvero una nuova casa, che non migliora quanto già di buono fosse presente nell'originale e che addirittura in alcuni elementi esagera, creando alcune piccole sbavature dovute proprio all'esaltazione e all'ambizione. Ciò però non inficia il risultato finale di un DLC che ha dell'incredibile per mole di contenuti, soprattutto in relazione ad un prezzo che fa impallidire i suoi concorrenti sul mercato.

CrossCode: lo scatto sarà il vostro migliore amico
CrossCode: lo scatto sarà il vostro migliore amico

Nel corso delle dieci o quindici ore che vi serviranno per portarlo a termine (il tutto in base alla vostra dimestichezza con i puzzle) avrete modo di visitare nuove aree e un gigantesco nuovo dungeon, che da solo rappresenta una buona metà dell'esperienza e che raccoglie al suo interno tutti quanti gli aspetti che hanno fatto grande il gameplay di CrossCode. Non è un caso che gli stessi sviluppatori ne parlino come del più grande dungeon creato per la propria opera. A ben vedere la struttura è più vicina ad una serie di sfide in lunga sequenza, con la sensazione in alcuni momenti di trovarsi di fronte ad un contenuto leggermente scollato nella sua completezza, ma che comunque richiederà il massimo della vostra esperienza e vi permetterà di godere davvero a pieno di tutto quel che avete maturato nelle ore precedenti.

Viene poi in aiuto ai giocatori meno smaliziati l'assist mode, aggiunta già poco dopo il lancio del gioco, permette di allungare il tempo a disposizione per completare i puzzle e di agevolare in generale l'esperienza, che in alcuni momenti potrebbe davvero mettere a repentaglio la vostra pazienza.

Parlando di contenuti si può tranquillamente aggiungere al computo generale una serie di nuove missioni secondarie, qualche nuovo NPC, una zona "social" completamente inedita e nella quale sono presenti anche alcuni vendor e una manciata di pezzi musicali extra, meno ispirati degli originali ma comunque orecchiabili.

Commento

Versione testata
PC Windows
Digital Delivery
Steam, PlayStation Store, Xbox Store, Nintendo eShop
Prezzo
7,39 €
Multiplayer.it

8.5

Lettori (2)

8.6

Il tuo voto

CrossCode: A New Home è la ciliegina su di una torta già straordinaria. Probabilmente meno rifinito dell'opera originale nella sua interezza, sbaglia qualcosa nel bilanciamento di alcuni puzzle ed è lontano dagli scontri con i boss straordinari di due anni e mezzo fa, ma rimane comunque un titolo che si innalza nell'olimpo degli indie. Se avete amato l'avventura di Lea e avete voglia di perdervi ancora nello sconfinato mondo di CrossWorlds, questo DLC lungo e maledettamente economico sarà il vostro migliore amico, ve lo assicuriamo.

PRO

  • Lungo ed appagante
  • La fine della storia di Lea
  • Ha un costo davvero irrisorio
  • Affrontabile anche in new game plus, ma sconsigliato per un primo passaggio
CONTRO
  • Il nuovo dungeon è forse un po' troppo un esercizio di stile
  • Boss certamente meno memorabili