F1 Mobile Racing, la recensione 4

Eden Games e Codemasters portano sui dispositivi mobile un gioco di guida che cerca di unire immediatezza e licenze ufficiali: ecco la recensione di F1 Mobile Racing

RECENSIONE di Tommaso Pugliese   —   23/10/2018

F1 Mobile Racing prova a portare la Formula 1 sui dispositivi mobile con un'esperienza di guida in grado di unire immediatezza e spettacolarità, il tutto utilizzando licenze ufficiali per offrire tanto agli appassionati del celebre motorsport quanto ai casual gamer un racer con piloti, scuderie e tracciati reali. Non aspettatevi tuttavia la struttura tradizionale a cui Codemasters ci ha abituato con i suoi titoli: dopo un breve tutorial che ci introduce al sistema di controllo e agli aiuti alla guida, tutti aspetti ampiamente regolabili, il gioco rivela una progressione in stile Clash Royale, basata cioè su "leghe" a cui accedere totalizzando un certo numero di vittorie all'interno di rapidi match in multiplayer online.

Affrontando in tempo reale avversari provenienti da tutto il mondo, generalmente dotati di un livello di esperienza vicino al nostro, vedremo aumentare o diminuire i nostri punti a seconda che si vinca o si perde, così da entrare eventualmente in un range di competizioni che preveda contenuti differenti rispetto a quelli di partenza. È così che ai quattro circuiti iniziali (Canada, Gran Bretagna, Ungheria e Germania) se ne aggiungono altri, per arrivare a un totale di diciassette piste con cui confrontarsi nell'ambito di tre modalità: Gara Rapida, ovverosia con giro lanciato; In Griglia, che include anche il momento della partenza da fermi; e infine le Qualifiche, che non hanno bisogno di approfondimenti. Gareggiando e portando a casa delle vittorie potremo sbloccare una lunga serie di achievement per ricevere due tipologie di valuta, virtuale e pregiata, nonché un gran numero di carte equipaggiabili e potenziabili, ognuna relativa a un componente diverso della monoposto: trasmissione, motore, gomme e così via.

Gameplay e caratteristiche

F1 Mobile Racing utilizza di default un sistema di controllo basato sull'accelerometro, in cui bisogna inclinare il dispositivo per sterzare mentre freno e accelerazione sono automatici. Come detto, tuttavia, è possibile modificare le impostazioni in vari modi: oltre a passare eventualmente ai comandi touch (che però non sono assolutamente precisi quanto il tilt), si può scegliere di utilizzare freno e/o acceleratore manuali, nonché di rendere meno incisivi gli aiuti per puntare a un'esperienza più realistica e impegnativa. Sono presenti i piloti reali dell'ultimo campionato di Formula 1, come detto, ma li vedremo unicamente come rivali, visto che verremo chiamati a creare un personaggio da zero e a modificarne la vettura, anche e soprattutto esteticamente, fra un evento e l'altro.

Non è purtroppo dato sapere esattamente come funzioni il matchmaking sotto il profilo del bilanciamento, ma immaginiamo si tratti di un aspetto strettamente legato alla diffusione del gioco, garantita senz'altro dalla gratuità e dall'assenza di vincoli concreti dovuti al modello freemium. In pista ci si diverte, le gare sono molto rapide e ben si sposano con la natura mobile dell'esperienza, anche se ci sono aspetti a cui i ragazzi di Eden Games non hanno prestato particolare attenzione: parti dell'interfaccia che non supportano correttamente il notch di iPhone X, alcuni momenti in cui l'audio è del tutto assente e la mancanza di opzioni che possano rendere la grafica più fluida, visto che anche sull'ex top di gamma Apple le performance si imbattono spesso e volentieri in piccole incertezze, rimanendo molto distanti da un frame rate ideale di 60 fotogrammi al secondo, a maggior ragione quando ci sono di mezzo controlli tilt.

Restando sul tema dei contenuti, bisogna dire che il single player risulta tagliato fuori dal discorso di achievement e potenziamenti, limitandosi a svolgere un ruolo di contorno, utile al più per fare pratica. La grafica è tuttavia molto spettacolare, i tracciati appaiono fedeli alle controparti reali ed è dunque probabile l'uso di asset impiegati da Codemasters per la sua serie F1. Lo stesso discorso vale naturalmente per le monoposto, che si possono ammirare in tutto il loro dettaglio grazie alle visuali esterne ma anche quelle interne. È stato insomma fatto un ottimo lavoro, che speriamo nelle prossime settimane venga ulteriormente rifinito in quegli aspetti che ancora necessitano di qualche cura.

Versione testata
iPhone (1.1.0)
Digital Delivery
App Store
Prezzo
Gratis
Multiplayer.it

8.0

Lettori (4)

8.1

Il tuo voto

F1 Mobile Racing sperimenta un approccio arcade, immediato e divertente, applicato alle gare di Formula 1 sui dispositivi mobile. Lo fa forte di un ottimo comparto tecnico, che al momento pecca un po' in termini di fluidità ma non certo di dettaglio e qualità generale; e soprattutto adottando un modello in stile Clash Royale, con varie leghe a cui accedere a seconda del proprio punteggio, in luogo di una struttura tradizionale, con weekend di gara e campionati reali. Un esperimento a nostro avviso indovinato, coinvolgente e fruibile a più livelli di complessità.

PRO

  • Approccio molto interessante
  • Ottimo comparto tecnico
  • Si gioca gratis senza problemi

CONTRO

  • Qualche incertezza tecnica
  • Matchmaking talvolta problematico
  • Single player di puro contorno