Horizon Chase 2, la recensione del nuovo racer in stile Out Run su Apple Arcade

La recensione di Horizon Chase 2 arriva su Apple Arcade a diversi anni di distanza dall'esordio della serie: lo spirito del racer targato Aquiris è ancora intatto?

RECENSIONE di Tommaso Pugliese   —   19/09/2022
8

La recensione di Horizon Chase 2 ci catapulta nuovamente all'interno dei coloratissimi scenari urbani che caratterizzano la serie creata dal team brasiliano Aquiris Game Studio: un racer arcade ispirato in maniera palese al classico Out Run, che torna con un sequel più grosso, più veloce e più vivace, disponibile in anteprima su Apple Arcade.

Lo spirito del franchise appare fin da subito intatto: gli autori non hanno praticamente toccato la formula originale, fatta di folli accelerazioni, avversari sempre pronti a darci del filo da torcere e curve contrapposte che richiedono un minimo di pratica per poter essere percorse alla massima velocità possibile, ma stavolta senza aver bisogno di raccogliere la benzina lungo il percorso: un pensiero in meno.

Gameplay: poche novità

Horizon Chase 2, una sequenza di gara in città
Horizon Chase 2, una sequenza di gara in città

Cominciamo appunto dal gameplay, che come detto risulta fondamentalmente invariato rispetto agli esordi della serie. Ci troviamo di fronte a un racer arcade puro, senza alcuna velleità simulativa, e ciò si traduce in sequenze dall'alto tasso di adrenalina, in cui si percorrono rapidissimamente tratti urbani in rettilineo ma anche serie di curve che possono mettere in difficoltà, visto che un eventuale impatto con le barriere implica una ripartenza obbligata e la perdita di posizioni.

A proposito di posizioni, in ogni gara partiremo dal fondo e dovremo superare diciannove avversari nell'ambito di tre giri, cercando di sfruttare al meglio le traiettorie e i boost disponibili per salire sul podio e archiviare così la corsa. Potremo inoltre raccogliere monete utili a sbloccare i tanti oggetti cosmetici presenti nello shop in-game, dalle vernici alle carrozzerie ai cerchi, così da personalizzare la nostra vettura.

In tal senso, all'inizio ci viene chiesto di scegliere fra tre auto, ognuna dotata di caratteristiche differenti per quanto concerne velocità, accelerazione, manovrabilità e nitro. Potremo ottenerne altre procedendo nella lunga campagna, anche se difficilmente ci troveremo nella condizione di cambiare veicolo, visto che nel frattempo avremo impiegato i punti esperienza guadagnati per acquistare una serie di potenziamenti.

I controlli touch sono molto semplici, ma sorprendentemente non personalizzabili: c'è l'acceleratore nella parte destra dello schermo, mentre a sinistra due frecce consentono di sterzare da una parte o dall'altra, e sopra di esse l'icona del boost. I pulsanti sono un po' piccoli e capita ad esempio di attivare la nitro anziché agire sul volante, con tutto ciò che ne può conseguire, e in generale risulta difficile pennellare le curve o anche solo evitare in maniera precisa gli impatti con le altre auto.

Collegando un controller Bluetooth la situazione cambia in maniera sostanziale, tanto da incidere sul bilanciamento della difficoltà: il gioco diventa effettivamente più facile.

Struttura: tanta roba!

Horizon Chase 2, una gara in notturna
Horizon Chase 2, una gara in notturna

Se è vero che in termini di meccaniche l'esperienza di Horizon Chase 2 non rivoluziona in alcun modo la formula originale, sul fronte della struttura è stato fatto un grande lavoro di arricchimento, con una campagna principale composta da oltre cinquanta gare e ambientata all'interno di cinque differenti scenari: Stati Uniti, Brasile, Marocco, Italia e Thailandia.

Dopodiché ci sono i Tornei, che si sbloccano completando le varie location, e una modalità multiplayer (Area Giochi) che consente di sfidare altri tre giocatori tramite matchmaking. Per gareggiare con gli amici è disponibile un sistema di stanze private con codice, dunque non manca praticamente nulla. Durante i nostri test abbiamo riscontrato qualche occasionale singhiozzo, ma in generale l'infrastruttura regge bene.

Realizzazione tecnica: grafica e sonoro da urlo

Horizon Chase 2, alta velocità in uno scenario da sogno
Horizon Chase 2, alta velocità in uno scenario da sogno

Arriviamo quindi al comparto tecnico di Horizon Chase 2, che ovviamente è parecchio cambiato. Il gioco si muove utilizzando il potente Unreal Engine e le differenze rispetto al primo episodio sono nettissime, ma sorprende la capacità del team di rimanere fedeli allo stile cartoonesco della serie. In pratica ogni singolo aspetto visivo è stato potenziato, arricchito di dettagli e lanciato a 60 frame al secondo per offrire una sensazione di velocità strabiliante e un'ottima varietà visiva.

Il rovescio della medaglia, quantomeno al momento, è una generale tendenza a surriscaldare il terminale dopo alcune gare, fenomeno che abbiamo riscontrato tanto su iPhone 12 Pro che su iPad Pro di seconda generazione. Giocare con il controller migliora la situazione, visto che non ci sono anche le nostre mani a trasmettere calore e il dispositivo è più libero di raffreddarsi, ma parliamo di un difetto che impatta in maniera importante sulla godibilità dell'esperienza, visto che produce vistosi cali della fluidità.

Horizon Chase 2, una corsa sulla sabbia
Horizon Chase 2, una corsa sulla sabbia

Aquiris Game Studio è al corrente della situazione e ci ha riferito che renderà disponibile a breve un aggiornamento che possa risolvere il problema. A nostro avviso sarebbe auspicabile introdurre delle opzioni grafiche per alleggerire il carico sulla GPU dei device meno recenti, anziché consentire che il sistema regoli tutto automaticamente come accade adesso.

Per finire, qualche parola sulla colonna sonora, affidata a Barry Leicht, che abbiamo trovato davvero vivace e divertente. Fra i tanti brani che ci accompagnano durante le gare non ci sono magari delle composizioni in grado di entrare in testa e rimanerci, questo è vero, ma anche qui è stato fatto un ottimo lavoro e c'è tanta personalità.

Commento

Versione testata iPhone
Digital Delivery App Store
Prezzo Gratis
Multiplayer.it

8.0

Lettori

S.V.

Il tuo voto

Horizon Chase 2 è un racer arcade velocissimo, colorato, vivace e divertente pur nella sua assoluta semplicità. Non è un caso che il riferimento principale della serie sia il classico Out Run, ma il titolo di Aquiris Game Studio riesce a esprimere il proprio carattere e conquista subito grazie all'immediatezza delle meccaniche, che tuttavia rendono al meglio utilizzando un controller Bluetooth anziché i comandi touch, privi di regolazioni. La formula appare fondamentalmente invariata, ma tutto ciò che la circonda risulta arricchito, migliorato e potenziato: esattamente ciò che ci si aspetta da un sequel.

PRO

  • Velocissimo e immediato: un arcade puro
  • Campagna corposa e modalità di contorno
  • Grafica e sonoro brillanti
CONTRO
  • Il gameplay è praticamente rimasto invariato
  • Comandi touch migliorabili
  • Qualche problema di surriscaldamento