Romance of the Three Kingdoms 14 Diplomacy and Strategy Expansion Pack, la recensione dell'espansione per lo stragico Koei Tecmo

La nostra recensione di Diplomacy and Strategy Expansion Pack, la nuova espansione di Romance of the Three Kingdoms XIV.

RECENSIONE di Massimo Reina   —   16/02/2021
0

Per quanto sia relativamente poco conosciuta dalle nostre parti, tradotta poche volte in inglese e per lo più nelle sue versioni PC, la serie Romance of The Three Kingdoms è una delle più apprezzate da quella fetta di pubblico appassionato di storia cinese e strategia. Lo scorso anno, con Romance of The Three Kingdoms XIV, Koei Tecmo ha voluto proporla anche su PlayStation 4, col suo susseguirsi vorticoso di guerre, alleanze e tradimenti, ma in una forma sensibilmente semplificata in termini di controlli, e con una manciata di nuove opzioni per rendere più fluida l'esperienza. E ora, a distanza di circa un anno, la software house rilascia un'espansione per ampliare ulteriormente l'esperienza dei giocatori nei Tre Regni: ecco la nostra recensione di Romance of the Three Kingdoms 14 Diplomacy and Strategy Expansion Pack.

Una nuova modalità e scenari inediti

Romance Of The Three Kingdoms Xiv 4

Per tutti i particolari relativi al gioco base vi rimandiamo alla nostra recensione, mentre qui preferiamo focalizzarci su quelli che sono i contenuti di questo DLC. Tre, in tal senso, le aggiunte principali introdotte: la prima è la nuova modalità War Chronicles, che aggiunge cinque nuovi scenari brevi sul campo di battaglia, che includono ciascuno eventi originali inediti, più la possibilità per i giocatori di poter assumere il comando di forze che non possono essere scelte in scenari normali, come per esempio Zhou Yu in The Battle of Chibi. Questa sessione si caratterizza per la presenza di meccaniche più arcade rispetto a quelle del gioco base, con missioni ridotte e meno elementi gestionali da considerare.

Gameplay 01 1920 1080

Alla fine di ogni scenario, tra l'altro, i giocatori ricevono un punteggio determinato dal modo in cui hanno condotto la partita, e quindi tenendo conto di fattori quali i turni utilizzati, il numero di ordini impartiti o quante volte è stata eseguita una tattica coordinata, e così via. Una discreta aggiunta per variare lo schema del gioco principale, ma nulla di più. Più interessante la seconda introduzione presente nel Diplomacy and Strategy Expansion Pack è quella che riguarda quattro nuovi scenari, grazie ai quali i videogamer possono interpretare dei Signori della guerra attivi durante diverse fasi temporali, e rivivere altri momenti della guerra dei Tre Regni, aprendo percorsi diversi per i rispettivi tentativi di unificare la Cina.

Gameplay 04 1920 1080

Con The Intentions of Two Yuans (ottobre 191), l'utente assiste (e partecipa) al collasso della Coalizione Anti-Dong Zhuo, mentre in The Battle of Chibi (ottobre 208), nota anche col nome di Battaglia delle Scogliere Rosse, allo scontro decisivo fra l'Impero Cinese della dinastia Han e l'esercito dei Signori della guerra Liu Bei e Sun Quan. In The Conquest of Liaodong (luglio 219), il giocatore è coinvolto nelle vicende legate all'alleanza tra Wei e Wu per impedire a Guan Yu di avanzare verso nord, così come in The Conquest of Liaodong (gennaio 238), nella sottomissione di Gongsun Yuan, il re di Yan, da parte di Sima Yi. Oltre agli eventi classici, i giocatori possono anche personalizzare e ricreare i loro momenti clou con il nuovo Editor di eventi, tramite il quale combinare sfondi, musica di sottofondo, messaggi e immagini degli ufficiali.

Trappole e commerci

Characters Caocao Cropped 0 25 1000 714

Romance of the Three Kingdoms XIV Diplomacy and Strategy Expansion Pack propone infine novità anche in ambito gameplay, per ampliare e diversificare ulteriormente la campagna. In quest'ottica sono stati per esempio aggiunti nuovi edifici, per una topografia più specifica, un calendario che consente di riflettere sulle attività precedenti nel gioco e, soprattutto, nuove caratteristiche relative agli ufficiali e alle tattiche, compresa una nuova funzione che consente di sabotare strutture sulla mappa e persino di impostare trappole. Nell'Expansion Pack è inclusa anche la possibilità di commerciare con i grandi imperi eurasiatici come Roma e India.

Gameplay 17 1920 1080

Certo, l'interazione si limita solo a questo aspetto, ma è innegabile che la loro presenza affascina e apre le porte, forse, a nuovi possibili scenari futuri per la saga. Di diversa natura, invece, è l'approccio concesso dagli sviluppatori ai contatti con le tribù straniere operanti però nelle regioni confinanti. Adesso è infatti possibile interagire totalmente con le tribù di Wuhuan, Xianbei, Qiang, Nanman e Shanyue. In questo modo il gioco apre nuovi fronti a cui il giocatore deve prestare attenzione: concentrarsi sulla guerra nelle aree centrali della Cina non deve distrarlo da ciò che magari accade alle sue spalle. Inviare dei sudditi per sviluppare relazioni e aprire il commercio con le tribù straniere può rivelarsi decisivo per il proseguo della campagna.

Gameplay 09 1920 1080

Non solo perché può garantire stabilità ed evitare lo spreco di risorse militari su più fronti, ma anche perché permette di acquisire determinati vantaggi geografici. Ad esempio: la conquista della provincia di Yo consente di formare amicizie con Wuhuan, mentre la conquista della provincia di Bing di stringere forti relazioni con Xianbei. Alleanze e lealtà restano sempre due degli elementi più importanti del gioco, in quanto spesso possono letteralmente decidere le sorti di una campagna. L'uso della diplomazia per cementare gli accordi con gli altri gruppi è determinate, così come rafforzare i legami con i propri ufficiali è fondamentale per controllare e far sviluppare una zona, oltre a evitare tradimenti durante la guerra.

Gameplay 21 1920 1080

Così come rafforzare i legami con i propri ufficiali è fondamentale per controllare e far sviluppare una zona, oltre a evitare tradimenti durante la guerra. Una volta stabilite forti relazioni con le tribù o averle conquistate, infatti, un Outlander Officer si unirà alle loro forze. Si tratta di ufficiali estremamente potenti che utilizzano la formazione Siyi per avere il sopravvento nelle aree montuose o nelle foreste. A ciascuna tribù è assegnato un tratto unico: gli ufficiali Qiang, per esempio, possono attivare la cavalleria formata da abili arcieri, mentre gli ufficiali Xianbei sono equipaggiati con la caratteristica di guidare reparti di carri da guerra.

Commento

Versione testata
PlayStation 4
Digital Delivery
Steam, PlayStation Store
Prezzo
34,99 €
Multiplayer.it

6.0

Lettori (1)

9.5

Il tuo voto

Romance of the Three Kingdoms XIV Diplomacy and Strategy Expansion Pack è una buona espansione, che non stravolge ovviamente più di tanto il gioco principale, ma che aggiunge comunque nuovi elementi in grado di renderlo un poco più vario e appetibile. In termini di contenuti vengono implementati quattro nuovi scenari con i relativi Signori della guerra, nuove tribù da gestire o conquistare, una manciata di elementi attivi per aggiungere funzioni agli eserciti, più una nuova modalità, anche se breve e non molto interessante. Una quantità accettabile, che però appare limitata a causa del prezzo, eccessivo a nostro parere al punto da far abbassare il voto finale di mezzo punto, per un'espansione sì valida, ma non così ricca.

PRO

  • L'introduzione delle tribù con le relative funzionalità migliora alcuni aspetti della campagna
  • Nuovi scenari e situazioni
  • L'aggiunta di alcune caratteristiche per gli ufficiali amplia il ventaglio di opzioni in battaglia
CONTRO
  • War Chronicles non aggiunge niente di particolare all'esperienza
  • Il prezzo del DLC forse è eccessivo in relazione all'offerta