Survival Z, la recensione: Zombie e twin stick shooter si incontrano su Apple Arcade

Ember Entertainment porta su Apple Arcade un twin stick shooter cartoonesco a base di zombie, semplificato nei controlli ma coriaceo: la recensione di Survival Z.

RECENSIONE di Tommaso Pugliese   —   24/02/2021
3

La popolarità degli zombie non accenna a diminuire, quantomeno nell'ambito dei videogame, e sono ormai innumerevoli le produzioni ambientate in uno scenario post-apocalittico in cui la società come la conosciamo non esiste più, caduta sotto i violenti colpi di un'improvvisa invasione di non-morti.

Ebbene, il trend vale anche su mobile, come dimostra la recensione di Survival Z: il nuovo titolo sviluppato da Ember Entertainment, disponibile in esclusiva sulla piattaforma Apple Arcade, ci proietta in un mondo fatto di sopravvissuti e di morti viventi, utilizzando uno stile cartoonesco per tratteggiare personaggi, mostri e location.

Gameplay

Survival Z, una sequenza d'azione durante la campagna.
Survival Z, una sequenza d'azione durante la campagna.

Il gameplay di Survival Z corrisponde alla tradizione dei twin stick shooter, non fosse per il fatto che in questo caso la levetta analogica (virtuale) da utilizzare è una sola e il fuoco o la mira non vengono azionati dalla seconda, bensì si attivano automaticamente nel momento in cui abbiamo un avversario a portata di tiro.

Una semplificazione a favore di comandi touch, nonostante il gioco supporti anche i controller Bluetooth, ma che nella realtà dei fatti non cambia moltissimo la sostanza dell'esperienza, che dopo le prime tre mappe comincia a diventare piuttosto coriacea e impegnativa, soprattutto perché il nostro personaggio accusa parecchio il tocco degli zombie.

Survival Z, la schermata con equipaggiamento e potenziamenti.
Survival Z, la schermata con equipaggiamento e potenziamenti.

Per sopravvivere agli stage, impostati come una serie di orde man mano più affollate e complicate, bisogna dunque agire di rimessa, costruire distanze, tenersi alla larga dai non-morti e dare tempo al nostro fucile di sfoltire le fila nemiche, raccogliendo contemporaneamente armi speciali come torrette, bombe e sacchi di sabbia, da utilizzare fra un round e l'altro, nonché monete.

Queste ultime possono essere spese unicamente al termine di ogni percorso, nell'ambito di un menu che consente di potenziare l'equipaggiamento o cambiare il personaggio da una rosa di sopravvissuti che cresce man mano che ne salviamo altri in speciali missioni di scorta. C'è un solo problema: si tratta di semplici skin, dunque non c'è differenza fra vestire i panni dell'uno o dell'altro.

Struttura

Survival Z, uno degli scenari della campagna.
Survival Z, uno degli scenari della campagna.

Come accennato in precedenza, la struttura di Survival Z è caratterizzata da una serie di percorsi che possiamo selezionare, nell'ambito di diverse zone che culminano con una specifica mappa. Scegliere una strada piuttosto che un'altra implica la possibilità di affrontare orde normali, orde speciali ed eventi inattesi, oppure sostare presso un'infermeria per recuperare un po' di energia vitale.

L'elemento survival si poggia proprio su questo aspetto: non potremo ripristinare la salute, se non in maniera lieve, fino al termine del percorso e dovremo dunque riuscire a rimanere vivi fino a superare lo scontro finale. Da un certo punto in poi diventa piuttosto complicato, ma non si può tornare indietro a effettuare un po' di grinding: si rimane più o meno incastrati e la progressione ne risente.

Grafica e sonoro

Lo stile cartoonesco scelto da Ember Entertainment per la grafica di Survival Z è convincente e ben realizzato, complice una grande varietà di nemici e creature che dovremo affrontare fra uno stage e l'altro. Nelle sequenze d'intermezzo la soluzione adottata dagli sviluppatori per i personaggi non rende moltissimo, ma in-game le cose funzionano piuttosto bene, complice un frame rate solido e begli effetti.

La colonna sonora è sorprendentemente piacevole e sufficientemente varia, con una serie di brani in grado di accompagnare efficacemente l'azione, aumentando il grado di coinvolgimento del gameplay ma senza diventare ripetitiva.

Commento

Versione testata
iPad
Digital Delivery
App Store
Prezzo
Gratis
Multiplayer.it

7.5

Lettori (2)

9.0

Il tuo voto

Survival Z è un twin stick shooter a levetta singola, diciamo così, che pur semplificando il gameplay in favore di touch screen riesce a offrire un grado di sfida consistente, tantissimi nemici diversi, uno stile grafico accattivante e un buon sistema di potenziamento. È un peccato che passare da un sopravvissuto all'altro non implichi differenze di sorta, mentre la completa mancanza di microtransazioni (come per tutti i titoli disponibili sulla piattaforma Apple Arcade) in questo caso pone qualche intoppo alla progressione laddove si riscontrino delle difficoltà.

PRO

  • Un twin stick shooter semplificato ma solido
  • Stile grafico convincente e piacevole
  • Tanti nemici diversi, sfida intrigante...
CONTRO
  • ...ma con qualche intoppo dopo le prime zone
  • I personaggi giocabili sono tutti uguali