Il guerriero videoludico

Ricordiamo The Ultimate Warrior, ripercorrendo le sue apparizioni nei videogiochi dedicati al wrestling

SPECIALE di Rosario Salatiello   —   25/04/2014
26

Il tempo è stato tiranno con chi ci ha regalato ore e ore d'intrattenimento con le sue prodezze sul ring.

Il guerriero videoludico

Lo sa bene chi lo scorso 8 aprile ha pianto la scomparsa di James Brian Hellwig, meglio conosciuto come The Ultimate Warrior da chi è cresciuto a pane e wrestling: una morte che è sembrata quasi uno scherzo di cattivo gusto, dopo l'apparizione di un giorno prima in cui il Guerriero aveva scaldato nuovamente il cuore dei suoi vecchi fan. Per chi non sapesse di chi stiamo parlando, The Ultimate Warrior è stato attivo soprattutto tra la fine degli anni '80 e l'inizio dei '90, come uno dei protagonisti principali di quella che viene definita l'età d'oro della lotta libera all'americana, nello stesso periodo in cui nel mondo della WWF splendevano i baffi biondi di Hulk Hogan e di altri indimenticabili personaggi. Nonostante la presenza di tante star, tutte amatissime dal pubblico, il livello di popolarità di The Ultimate Warrior era secondo solo al lottatore diventato un'icona dell'intero wrestling, con la sua Hulkmania. Il livello del successo di entrambi può essere misurato anche attraverso le loro comparsate effettuate in ambiti diversi dai ring, comprese quelle legate al mondo dei videogiochi: per lo più in modo diretto, in titoli dedicati a questo sport-spettacolo, ma anche indirettamente, influenzando il design di molti personaggi nati nel corso degli anni. Da suoi vecchi fan, con questo viaggio nei giochi del passato (e del presente) vogliamo naturalmente dedicare un omaggio a The Ultimate Warrior, a distanza di un paio di settimane dalla sua prematura morte, avvenuta a soli 54 anni.

"Io sono Ultimate Warrior, voi siete i fan di Ultimate Warrior. Ultimate Warrior vivrà in eterno"

WWF Superstars (1989 - Arcade)

Il primo dell'intera stirpe di giochi dedicati al wrestling nei suoi anni ruggenti, indimenticabile per chi nel 1989 già bazzicava le sale giochi. Il giocatore doveva selezionare due lottatori da portare in un torneo di tag team fino allo scontro finale, componendo la propria squadra con i personaggi giocabili Hulk Hogan, The Ultimate Warrior, Big Boss Man, Macho Man, Honky Tonk Man e Hacksaw. L'incontro finale avveniva con il team Mega Bucks, formato dai famosissimi Ted DiBiase e André the Giant, contro il quale si sprecavano mille maledizioni grazie alla sua capacità di sfuggire alle nostre prese. Alzi la mano chi negli ultimi giorni non si è lasciato andare ai ricordi, rifacendo una partita proprio a WWF Superstars?!

WWF WrestleMania Challenge (1990 - NES)

Una delle primissime possibilità di vivere il wrestling virtuale sulle televisioni di casa propria fu offerta nel 1990 da Rare e LJN, con questo titolo per NES. Nella schermata introduttiva spiccava la figura di The Ultimate Warrior, protagonista del gioco come personaggio giocabile, insieme ai "soliti" Hulk Hogan, Macho Man, André the Giant, Hacksaw, Big Boss Man, Rick Rude e Brutus "The Barber", oltre a un personaggio generico non meglio identificato.

WWF Superstars 1 e 2 (1991 - Game Boy)

Dal salotto di casa alla tasca del giubbotto con WWF Superstars per Game Boy, da non confondere con il titolo arcade uscito due anni prima. Ancora una volta dobbiamo il lavoro a Rare e LJN, per questa versione portatile del gioco visto su NES nel 1990: in questo caso, il giocatore poteva controllare The Ultimate Warrior, Hulk Hogan, Macho King (nuovo nome di Macho Man), Ted DiBiase e Mr. Perfect, famoso per il suo suplex. Il successo del primo gioco portò nel 1992 al secondo capitolo della serie, all'interno del quale però The Ultimate Warrior non compariva: eravamo infatti nel periodo in cui il Guerriero iniziò a entrare in lotta con la federazione e con gli altri wrestling, culminata con l'uscita dalle scene nell'ottobre del 1991. Ci sono voluti tanti anni per rivederlo comparire nella WWE e nella sua Hall of Fame, pochi giorni prima della sua morte. L'immagine riportata a inizio articolo fu quella scelta per pubblicizzare il gioco come "Ultimate Game Boy Game", in un chiaro gioco di parole legato a The Ultimate Warrior.

WWF Wrestlefest (1991 - Arcade)

Il sequel del primissimo WWF Superstars. Un titolo immenso soprattutto nei ricordi di chi ci ha passato ore in sala giochi, e nel quale il 90% delle persone che stanno leggendo questo articolo avrà investito gettoni e gettoni acquistati con la propria paghetta. Come nel predecessore, in questo caso era possibile dare vita a un torneo tag team, con la presenza dei personaggi Hulk Hogan, The Ultimate Warrior, Ted DiBiase, Big Boss Man, Sgt. Slaughter, Demolition Smash, Jake "The Snake" Roberts, Demolition Crush, Earthquake e Mr. Perfect da portare fino al leggendario scontro finale contro i Legion of Doom. Indimenticabile però anche la modalità royal rumble, all'interno della quale affrontare la famosa modalità tutti contro tutti anche nei panni del nostro Guerriero, come nel video che potete vedere qui sotto.

Super Fire Pro Wrestling (1991 - SNES)

Volendo prendere uno dei titoli di questa lista come misura della popolarità di The Ultimate Warrior a livello mondiale, Super Fire Pro Wrestling può essere considerato uno dei candidato principali. Si tratta di un gioco uscito per SNES nel 1991, destinato esclusivamente al solo mercato giapponese: come lecito aspettarsi, il roster era composto in modo prevalente da lottatori nipponici, eccetto appunto Hulk Hogan e il Guerriero.

WWF Wrestlemania (1992 - Amiga, Commodore 64, PC e altri)

Mentre su console abbondavano le soluzioni dedicate a chi voleva vivere il wrestling sulla propria piattaforma di gioco preferita, i possessori di Amiga e degli altri sistemi elencati qui sopra potettero ricorrere al solo WWF Wrestlemania, realizzato da Twilight e pubblicato dalla mitica Ocean. In esso, era possibile scegliere uno tra Hulk Hogan, The Ultimate Warrior e British Bulldog, per provare ad affrontare una serie di cinque incontri dopo i quali ottenere la cintura di campione della WWF. Gli avversari da sconfiggere erano Mr. Perfect, The Warlord, Ted DiBiase, The Mountie e Sgt. Slaughter, ognuno dei quali poteva essere provocato in un botta e risposta prima del match.

WWF Super Wrestlemania (1992 - SNES, Mega Drive)

Se credete che le esclusive per piattaforma siano solo cose dei giorni nostri, vi sbagliate di grosso. Chi nel 1992 voleva giocare a WWF Super Wrestlemania nei panni di The Ultimate Warrior, doveva infatti possedere un Sega Mega Drive, visto che la versione per Super Nintendo non vedeva il Guerriero all'interno del suo roster. In comune alle due edizioni c'erano i soli Hulk Hogan, Macho Man e Ted DiBiase: su SNES i lottatori aggiuntivi erano The Natural Disasters, The Legion of Doom, Sid Justice, Jake Roberts e The Undertaker, mentre su Mega Drive trovavamo The British Bulldog, Irwin R. Schyster, Papa Shango, Shawn Michaels e, appunto, The Ultimate Warrior.

WWF In Your House (1996 - PC, PlayStation, Saturn)

Per i motivi raccontati sopra, trovare The Ultimate Warrior in un videogioco datato oltre il 1992 è cosa rara, ma ci si riesce ugualmente con WWF In Your House, uscito nel 1996 per PC, PlayStation e Sega Saturn. Sviluppato da Sculptured Software, arrivò come sequel di WWF WrestleMania: The Arcade Game, all'interno del quale però non figurava il Guerriero. Quest'ultimo fu infatti aggiunto insieme a Vader all'interno del roster di questo titolo, particolare per la sua realizzazione tecnica "alla Mortal Kombat". Ma non solo: i wrestler presenti erano infatti rappresentati con una versione digitalizzata del loro aspetto reale, dandosele di santa ragione anche con colpi di pura fantasia, davanti al commento di Vince McMahon e Mr. Perfect.

Showdown: Legends of Wrestling (2004 - PlayStation 2, Xbox)

Il primo titolo post-1996 in cui è possibile ritrovare The Ultimate Warrior è quello sviluppato dall'ormai scomparsa Acclaim nel 2004, terzo della serie dedicata ai lottatori del wrestling che fu, negli stessi anni in cui la WWF era ormai diventata WWE e a raccogliere gli applausi subentrarono nomi nuovi. L'inclusione di wrestler come Hulk Hogan, Macho Man e tanti altri protagonisti della scena a cavallo tra anni '80 e anni '90 ha ridato modo ai nostalgici di quel periodo di riviverlo sulle console di casa Microsoft e Sony, sebbene il gioco non sia ricordato per la sua qualità.

WWE Legends of Wrestlemania (2009 - iPhone, PlayStation 3, Xbox 360)

Operazione del tutto simile a quella riportata nel paragrafo precedente, fu portata a termine da Yuke, il team di sviluppo della serie SmackDown vs. Raw che sarebbe diventato a sua volta WWE 2K dopo le vicissitudini che hanno causato la chiusura di THQ. In questo caso, però, a essere protagonisti sono stati ancora una volta i personaggi conosciuti nell'età dell'oro di questo show, riportati sul ring nelle modalità Singolo, Tag Team, Triple Threat, Steel Cage, Ladder, Submission, Iron Man, Handicap, Hell in a Cell e Royal Rumble, per la gioia di tutti i fan del vecchio wrestling e delle possibilità offerte dalle console di penultima generazione.

WWE All Stars (2011 - PlayStation Portable, PlayStation 2, Xbox 360, PlayStation 3, Wii)

Dalla simulazione di SmackDown vs. Rav all'impostazione arcade di WWE All Stars, titolo in cui THQ ha voluto buttare tutti quanti nel calderone: da un lato i "nuovi" eroi del wrestling Kofi Kingston, Randy Orton, Triple H, Rey Mysterio, Big Show, Sheamus e John Cena, dall'altro le vecchie glorie The Ultimate Warrior, André the Giant, Hulk Hogan, The Undertaker, Bret Hart, Jake the Snake, Eddie Guerrero e Macho Man.

Abobo’s Big Adventure (2012 - PC)

Sicuramente il gioco più strano dell'intera lista, Abobo's Big Adventure è in realtà un titolo completamente gratuito realizzato in flash dalla crew di I-Mockery, dedicato ai gloriosi anni del Super Nintendo. Il sesto livello vede il protagonista Abobo impegnato in uno scontro sanguinario di wrestling contro tale The Amazon: una volta ottenuta la vittoria, Abobo evoca sul ring Hulk Hogan, The Undertaker, Roddy Piper e l'immancabile The Ultimate Warrior, ognuno dei quali effettua la sua mossa finale sul malcapitato avversario. Poco più di una comparsata, che comunque riconosce al Guerriero il suo status di leggenda anche in ambito videoludico.

WWE 2K14 (2013 - PlayStation 3, Xbox 360)

La riappacificazione di The Ultimate Warrior con la federazione ha portato alla fine il nostro eroe a entrare nella Hall of Fame della WWE e a ricomparire all'interno di un titolo appartenente al filone "principale" di simulazioni di wrestling, come dicevamo passato sotto la bandiera di 2K Games. Per WWE 2K14, The Ultimate Warrior è stato la vecchia gloria offerta come bonus per incentivare le prenotazioni del gioco prima della sua uscita, facendo ovviamente leva sull'ammirazione nutrita nei suoi confronti da moltissime persone, ancora intatta al giorno d'oggi. Come descritto all'inizio, il mondo dei videogiochi deve a lui e agli altri eroi del wrestling più di quanto sia stato elencato in questo articolo, visto il modo in cui hanno ispirato l'intero genere dei picchiaduro: sebbene egli non sia citato direttamente, le sembianze di The Ultimate Warrior hanno infatti ispirato il design di altri personaggi presenti nei videogiochi, come nel caso di Abadebe di Streets of Rage.