L'E3 in musica 28

Nuovo incontro con il reboot di una saga che ha fatto la storia dei giochi musicali

PROVATO di Antonio Jodice   —   20/06/2015

Dopo averlo visto e giocato una prima volta ad un evento a Londra la scorsa primavera, qui all'E3 2015 abbiamo visto più da vicino le novità di Guitar Hero Live, rinascita dello storico franchise musicale che pone le basi per una piccola rivoluzione, ovvero la nascita di una vera e propria TV musicale del tutto gratuita, con cui suonare usando le famose chitarre di plastica prodotte da Activision. Del gioco, appunto, abbiamo già parlato scendendo nel dettaglio delle nuove meccaniche che ruotano adesso intorno ai sei pulsanti disposti su due file parallele di tre, piuttosto che sui canonici cinque pulsanti. La parte interessante continua a essere quella della possibilità di esplorare una vera e propria TV musicale con centinaia di canzoni in rotazione da consultare con una pratica guida che permette di filtrare i brani per artisti, genere, album e anno di pubblicazione, il tutto in maniera assolutamente gratuita. Non ci sono forme di abbonamento né obblighi particolari: una volta comprato il gioco e un bundle con la chitarra, si è pronti a partire.

La rinascita di Guitar Hero che diventa una TV musicale Live e in chiaro

Concerti premium

Ma è possibile che sia tutto così assolutamente gratis? Nì, ovviamente. Per uscire dalle playlist a rotazione casuale e andare a suonare su una canzone specifica bisogna premere un pulsante play che si attiva spendendo un gettone. Questi gettoni, però, si accumulano giocando senza alcun ostacolo o intoppo.

Ci sono le microtransazioni, senz'altro, ma servono solo per accelerare i tempi per quelli che non hanno voglia di giocare troppo o che vogliono acquistare i pacchetti premium senza realizzare task specifiche che hanno a che fare con un certo numero di canzoni suonate o appartenenti a un certo genere piuttosto che a un altro. I pacchetti premium sono una delle cose più interessanti come a esempio brani estratti da un DVD live di una band, pubblicato nella Guitar Hero TV prima ancora che esca nei negozi.

Acquistandolo coi gettoni del gioco, o con denaro se non se ne possiedono a sufficienza, permette di godersi, ad esempio, un bel concerto dal vivo e di suonarci sopra in puro stile Guitar Hero, ricordando che gli errori oramai portano solo a punteggi più bassi ma non a un fallimento irreparabile. Esisteranno anche dei canali veri e propri, tematici per genere o artisti e una rapida guida indicherà i brani in scaletta e quelli successivi all'attuale e il giocatore potrà cambiare playlist in qualsiasi momento. Un chiaro sistema a video indicherà i progressi nel gioco, i gettoni acquistati e le possibilità di spenderli sia nelle personalizzazioni del manico della chitarra, sia nelle trame grafiche da associare al proprio nick name nelle classifiche online e anche nei bonus che si attivano con lo star power, ora rinominato Hero Power. Questo potere si ricarica con le sequenze di note corrette e si attiva con l'apposito pulsante da premere sul corpo della chitarra. In passato era soltanto un moltiplicatore di punteggio, da adesso diventerà una scelta strategica del giocatore visto che potrà servire per attivare l'invincibilità, ovvero una sorta di "god mode" temporaneo, o una "smart bomb" che fa saltare le combinazioni di tasti più difficili, o un malus da usare in multiplayer per far diventare più difficile la partitura del proprio avversario. Questi però sono solo alcuni dei "perk" musicali previsti per Guitar Hero Live che sembra proprio far ripartire la saga col piede giusto.

CERTEZZE

  • Un buon reboot per la saga
  • Interessante il nuovo strumento
  • GHTV vuol dire ore e ore di musica gratis

DUBBI

  • Non c'è ancora un'idea precisa sul numero di canzoni su GHTV
  • Sistema delle microtransazioni da approfondire