Sette giochi da gustare con una buona birra 52

La miglior compagnia per una serata davanti al televisore...

RUBRICA di Luka Sanzin   —   01/11/2015

Indice

Quanta invidia nel mondo dei sommelier in seguito all'eccellente articolo di Dario, in cui ha sapientemente abbinato alcuni ottimi vini ad altrettanti videogiochi. Per raggiungere questo grado di conoscenza in molti hanno dovuto frequentare ore e ore di corsi, mentre a voi sono bastati dieci minuti di lettura per diventare dei veri esperti in materia. La birra, d'altro canto, non gode di tale notorietà sul suolo italico e il più delle volte viene semplicemente relegata a comprimario di una buona pizza, ma tutto questo sta per cambiare: da oggi in poi potrete vantarvi di possedere una cultura in ambito alcolico che supera di gran lunga ogni vostra preparazione universitaria, grazie alla nostra rassegna sulle migliori birre da abbinare al vostro hobby preferito. Quando un boccale incontra un controller non vi è momento migliore per rilassarsi sul divano e provare in prima persona un viaggio inebriante che può farvi scoprire l'amore per la spumeggiante bevanda fermentata.

La redazione si dà all'alcol per importanti ricerche in ambito videoludico

Mario Kart 8 - Kurt di Birrificio Bad Attitude

Per un gioco di questo genere, spensierato e divertente ma mai banale, ci vuole una birra che sappia bilanciare adeguatamente le folli corse in kart: Kurt del piccolo birrificio Bad Attitude, situato in Canton Ticino, è l'accompagnamento ideale a Mario Kart 8. Grazie al delicato aroma di pompelmo sprigionato dai luppoli utilizzati si lascia bere a litri senza problemi, decisamente la compagna ideale per una prolungata sessione multiplayer in split-screen, che - non dite di non avervi avvertito - rischia di concludersi con una gran sbronza e il successivo malessere generale che si manifesta la mattina seguente. Attenzione che dopo una dozzina di lattine di questa pale ale gli amici rischiano di raddoppiare, quindi per la classica pasta delle quattro di notte dosate bene gli ingredienti.

Journey - Bora Ciara di Birrificio Campagnolo

Se vi piacciono le esperienze fuori dal comune e non potete fare a meno di pensare a come migliorare un ottimo gioco come Journey, allora è meglio che vi procurate la Bora Ciara del birrificio triestino Campagnolo. Il particolare processo di produzione che mischia stili weizen e IPA uniti alla doppia fermentazione ad alte temperature la rende eccezionalmente corposa e con un sapore amarognolo e pungete grazie alla generosa luppolatura. Così sorso dopo sorso gli incantevoli deserti di Journey si ampliano a dismisura raggiungendo quasi una dimensione metafisica: le mani si fanno pesanti, la testa si muove lentamente e la vista viene offuscata da una sottile patina di nebbia. Forse non è l'esperienza suggerita dagli sviluppatori, ma vi assicuriamo che così il gioco è un viaggio elevato al cubo, un megaviaggione.

Door Kickers - O'Hara's Irish Stout di Carlow Brewing Company

La soddisfazione che si prova nello sventare una banda di pericolosi criminali è impareggiabile se all'azione si aggiunge una pinta di ottima O'Hara's. Questa stout irlandese deve vedersela con giganti del settore come la Guinness, ma i veri intenditori sanno che nel confronto ne esce vincitrice grazie al persistente aroma di cacao tostato e caffè che si sprigiona in bocca al primo sorso. Il gradevole gusto amaro che insistentemente sovrasta il palato è reso ancora più eccitante se bevuto in modo tipicamente irlandese, una pinta in non più di tre sorsi. Grazie a questo inebriante bouquet sensoriale si approcciano i livelli di Door Kickers con molta più spavalderia compromettendo, la maggior parte delle volte, l'esito positivo delle missioni, ma il senso di soddisfazione che si può raggiungere pianificando accuratamente ogni mossa per poi sguinzagliare le teste di cuoio e godersi lo spettacolo sorseggiando una pinta fresca è veramente impareggiabile.

Monument Valley - Victory at Sea Imperial Porter di Ballast Point Brewery

Il gioco sviluppato da Ustwo è un'esperienza che dà il meglio di sé nel momento in cui il giocatore approccia i livelli in modo riflessivo. Per un titolo del genere ci vuole una birra fuori dal comune e la ricetta messa a punto dalla Ballast Point Brewery è un mix eclettico di malti scuri e caffè. Il gusto, del tutto fuori parametro rispetto la norma, è un trionfale tripudio di note sapientemente tostate e delicati sentori di vaniglia che rimangono saldamente in bocca per molti minuti. Questo capolavoro va sorseggiato lentamente e con pazienza, come un buon whiskey, e grazie ai 10 gradi alcolici l'effetto è immediato. Ci vuole poco per immedesimarsi nella principessa protagonista dell'avventura e dopo una bottiglia si ha la sensazione di far parte di ogni meraviglioso livello di Monument Valley. Si tratta di un'esperienza irripetibile che va bilanciata da una cospicua dose di cibo, altrimenti dopo un paio di bicchieri si rischia seriamente di accusare il colpo e svegliarsi in bagno abbracciati al proprio tablet.

Kerbal Space Program - Laetitia di Birrificio Kamun

Sicuramente viaggiare nello spazio non è una cosa facile e chi si diletta a giocare a Kerbal Space Program lo sa benissimo. Per voi futuri ingegneri NASA che avete bisogno di quel momento riflessivo per escogitare la genialata che può salvare ore di lavoro, ecco arrivare in soccorso Laetitia del birrificio Kamum: una birra blanche rifermentata in bottiglia che emana un delicato sentore di coriandolo e cardamono. Grazie all'abbondante schiuma che riempie fino l'orlo il bicchiere è difficile rimanere indifferenti di fronte a questo piccolo capolavoro. Con ogni probabilità il volo inaugurale della vostra navicella sarà un disastro, ma grazie alle dolci note aromatiche di Laetitia ogni preoccupazione rimarrà alle vostre spalle, come pure tutti i poveri Kerbal sacrificati in onore del progresso della scienza.

Surgeon Simulator - All Day IPA di Founders Brewing Co

Fare il chirurgo è un lavoro stressante quindi cosa c'è di meglio dell'operare ubriachi, per alleviare la tensione e portare un po' di allegria in sala operatoria? L'alleato ideale su cui contare in questo caso è la ottima All Day IPA della Founders Brewing co. che grazie al proprio bouquet aromatico caratterizzato da forti note floreali e di agrumi, porta una ventata di felicità anche durante le operazioni a cuore aperto più difficili. Poco importa se capita di perdere l'orologio nel torace aperto del paziente, l'unico amaro in bocca che si presenta è dovuto al sapiente mix di luppoli usato per creare questa eccellente birra che non delude sotto nessun aspetto. Da gustare con ampie sorseggiate, fra una martellata al torace e una trapanata alle vie respiratorie.

Bonus: Street Cleaning Simulator - Heineken/Nastro Azzurro/Sans Souci e molte altre

Dopo soli 5 minuti di gameplay si può intuire che il titolo in questione è non solo un disastro in termini tecnici, ma pure estremamente noioso da giocare. Allo stesso modo un sorso di una delle sopraccitate birre non fornisce alcuna soddisfazione al palato, prive come sono di sentori aromatici degni di nota. La sensazione è di trovarsi di fronte a un bicchiere pieno di acqua raccolta dalla spazzatrice stradale, colorata e dal gusto strano. Una volta passati a prodotto di categoria superiore è difficile tornare a quello inferiore: così come è impossibile utilizzare le setole di gomma dopo aver provato quelle in gloriosa fibra vegetale, risulta difficile bere un una Heineken dopo aver assaggiato una maestosa Victory at Sea Imperial Porter. Se invece il vostro intento è provare l'ebrezza di ripulire le strade dalla sporcizia mentre siete ubriachi, allora scolatevi una cassa di Nastro Azzurro e buona fortuna.

#Editoriali

I nostri speciali e approfondimenti più interessanti o che dibattono degli argomenti del momento, li trovate in questo tag.