I prossimi videogiochi sui supereroi 51

Tra picchiaduro, avventure in terza persona e racconti interattivi, i supereroi torneranno su console e PC in pompa magna

SPECIALE di Christian Colli   —   06/02/2017

Indice

Alcuni giorni fa, Square Enix ha annunciato ufficialmente il "progetto Avengers", hashtag rigorosamente #Reassemble: a partire dal 2018, la famosa software house di Final Fantasy produrrà una serie di giochi ispirati agli ancor più famosi Vendicatori della Marvel Comics. La notizia è stata un po' un fulmine a ciel sereno, non soltanto per via dei nomi coinvolti (Crystal Dynamics del reboot di Tomb Raider e Eidos-Montréal degli ultimi Deus Ex allo sviluppo) ma anche e sopratutto per le ambizioni di un progetto che vorrebbe rappresentare l'equivalente videoludico dell'universo cinematografico Marvel. Tutto sommato si tratta di una conseguenza prevedibile, visto il successo che stanno riscuotendo i film supereroistici da alcuni anni a questa parte: un successo che, secondo alcuni, sta portando anche a una certa saturazione visto che cominciano a susseguirsi un po' troppi film di genere, alcuni belli e altri, be', proprio no. I videogiochi basati sui supereroi non sono certo una novità, sia che si parli di tie-in (come i vari The Amazing Spider-Man, mediocri tanto quanto i film omonimi) sia che si tratti di titoli autonomi come la pluripremiata saga su Batman firmata Rocksteady. Il 2017, in questo senso, si prevede un anno decisamente interessante: scopriamo insieme i più importanti videogiochi a tema supereroistico che arriveranno su console e PC nei prossimi mesi.

Ecco i prossimi videogiochi sui supereroi da tenere assolutamente d'occhio!

Guardians of the Galaxy: The Telltale Series

In arrivo il prossimo aprile, la nuova serie episodica di Telltale Games è forse la più grande incognita dell'anno perché, in effetti, su di essa non si sa quasi nulla, tranne che originariamente il progetto si intitolava "Blue Harvest". Possiamo fare delle congetture, però, basate sul passato della società californiana e su quelle che potremmo appropriatamente definire "coincidenze cosmiche". Nello stesso periodo, infatti, uscirà nei cinema anche Guardiani della Galassia Vol. 2, seguito del film di James Gunn uscito nel 2014 che ha riportato in auge la stramba squadra di supereroi galattici. Il teaser pubblicato da Telltale mostra il registratore portatile di Star-Lord (chi!?) fluttuare nello spazio sulle note di Dancing in the moonlight, il che implica già una certa continuità stilistica coi film: in questo senso, i cinque episodi di Telltale potrebbero essere uno spin-off del Marvel Cinematic Universe, nel senso che non sarebbe necessario conoscere quest'avventura per comprendere i film, ma giocandola potremmo conoscere meglio i vari protagonisti, specialmente i comprimari dei Guardiani come Nebula, Mantis o i Ravager. Una cosa del genere, in effetti, Telltalle l'ha già fatta con le avventure ispirate a The Walking Dead e Game of Thrones. Per quanto riguarda il gioco vero e proprio, dovrebbe essere la solita avventura narrativa in cui le nostre decisioni possono cambiare il corso della storia e, ovviamente, anche il finale. Cosa che, però, mette un po' in dubbio gli eventuali collegamenti coi film o coi fumetti: Guardians of the Galaxy di Telltale, insomma, potrebbe essere semplicemente quello che si definisce un "what if". Staremo a vedere.

Injustice 2

Uscito nel 2013, il primo Injustice ha un po' rivoluzionato l'immagine dei supereroi DC, sprofondandoli in un universo tetro in cui Superman è diventato un tiranno, spaccando in due la comunità degli eroi e dei criminali che, anni dopo, sono costretti a cercare aiuto in un'altra dimensione. Come ci ha insegnato la tradizione dei picchiaduro targati NetherRealm Studios, Injustice non era soltanto un gioco in cui si menavano le mani, ma un titolo pieno di contenuti, caratterizzato da una campagna avvincente che ha dato il la a una pluripremiata serie a fumetti che continua tutt'oggi. Lo stile di combattimento di Mortal Kombat può piacere o non piacere, ma è chiaro che oggi i fan del primo Injustice aspettano con enorme trepidazione un seguito next-gen che sembra ancora più complesso e sfaccettato. Injustice 2 uscirà a maggio e proporrà, tra le altre cose, un inedito sistema a "bottini" che permetterà ai giocatori di equipaggiare i loro personaggi preferiti con una serie di oggetti che ne altereranno non soltanto l'aspetto, ma anche le capacità in combattimento: i ragazzi di NetherRealm sembrerebbero aver pensato a tutto, perciò non solo sarà possibile salvare fino a cinque loadout per scegliere quello più adatto all'inizio di uno scontro, ma il sistema di matchmaking online permetterà di scegliere se giocare o meno contro gli avversari che hanno personalizzato i loro combattenti. A tal proposito, il roster dovrebbe essere il più vasto mai concepito dallo studio statunitense e comprenderà, oltre a quasi tutti i vecchi lottatori come Batman, Superman e Wonderman, anche svariati personaggi inediti tra i quali vale la pena segnalare Atrocitus, Blue Beetle, Black Canary, Poison Ivy e Supergirl.

Marvel Vs. Capcom: Infinite

Da NetherRealm Studios a Capcom, dalla Distinta Concorrenza alla Casa delle Idee: due stili e filosofie diversi uniti sotto la bandiera della violenza. Ammettiamo che suona malissimo, ma è così che stanno le cose. Credevamo che Capcom si sarebbe fermata a Ultimate Marvel Vs. Capcom 3 e invece, a sorpresa, la software house nipponica ha annunciato una nuova partnership con Marvel Comics per la realizzazione del quarto crossover tra i due universi multimediali. Questa volta, però, è cambiato molto rispetto all'ultima iterazione del franchise. Capcom sembrerebbe aver abbandonato la formula tre contro tre per proporre scontri a coppie sulla falsariga di Tatsunoko Vs. Capcom o Street Fighter X Tekken: da quest'ultimo, il nuovo Marvel Vs. Capcom sembrerebbe aver mutuato gli scambi istantanei e le cosiddette "switch cancel". Un'altra meccanica risale invece addirittura a Marvel Super Heroes del 1995: prima di ogni scontro si potrà scegliere una Gemma dell'Infinito che garantirà un potenziamento temporaneo che ricorda l'X-Factor di Ultimate Marvel Vs. Capcom 3 e i V-Trigger di Street Fighter V, solo diverso a seconda della Gemma scelta. Quella del tempo, per esempio, accelererà le animazioni dei personaggi, mentre quella della forza aumenterà i danni inflitti. Al momento il roster è ancora avvolto nel mistero: Capcom ha annunciato soltanto Ryu, Morrigan, Mega Man X, Capitan America, Iron Man e Capitan Marvel. Quest'ultimo personaggio, tuttavia, ci suggerisce che il nuovo picchiaduro potrebbe ispirarsi soprattutto al Marvel Cinematic Universe, dato che la Marvel sta spingendo l'eroina in questione anche nei fumetti in previsione del film che arriverà nelle sale nel 2018. La presenza di personaggi come il Soldato d'Inverno, Ant-Man e Pantera Nera, insomma, sembra molto probabile.

Spider-Man

La situazione della proprietà intellettuale di Spider-Man è stata un po' caotica per anni, ma ora possiamo finalmente lasciarci alle spalle i due The Amazing Spider-Man e i loro mediocri tie-in videoludici e accogliere a braccia aperte Spider-Man: Homecoming, il nuovo film in cui sarà il giovane Tom Holland a indossare il costume dell'Uomo Ragno nello stesso universo in cui bazzicano anche Iron Man, Capitan America e il Dottor Strange. Sul fronte videoludico saranno i ragazzi di Insomniac Games (Ratchet & Clank) a occuparsi del nuovo gioco con protagonista l'amichevole Uomo Ragno di quartiere, e sembra che non sarà affatto un tie-in del film in uscita, ma un titolo completamente scollegato, poiché Insomniac ha dichiarato che lo Spider-Man in questione è già esperto e che il gioco non racconta le sue origini. Dall'ultima volta che lo abbiamo visto in azione son passati mesi e Insomniac non ha pubblicato altre notizie concrete sullo stato dello sviluppo, perciò sarà meglio prendere con le pinze la data d'uscita prevista entro l'anno. Sappiamo però che Marvel Games ha preteso una lavorazione da titolo first party che coinvolge praticamente tutto lo staff di Insomniac, alle prese col suo primo gioco su licenza dopo ventidue anni di Spyro, Ratchet & Clank e Resistance. Sul fronte del gameplay, invece, il nuovo Spider-Man dovrebbe ricordare i suoi predecessori almeno nella formula: nei panni del Tessiragnatele potremo girare in lungo e in largo per New York, oscillando tra i grattacieli e facendo "parkour" tra i vicoli in cerca di criminali da arrestare. Come dicevamo, si sa ancora poco, ma il talento dei ragazzi di Insomniac - insieme al motore grafico modificato di Sunset Overdrive - dovrebbe garantire un'esperienza supereroistica da non perdere.

#Editoriali

I nostri speciali e approfondimenti più interessanti o che dibattono degli argomenti del momento, li trovate in questo tag.