I dieci migliori trailer degli ultimi anni

I trailer hanno un ruolo sempre più importante nella promozione di un videogioco: abbiamo selezionato dieci dei migliori video degli ultimi anni

SPECIALE di Massimo Reina   —   19/08/2017
78

La comunicazione di massa è un aspetto sempre più importante della nostra civiltà, soprattutto in ambito commerciale. L'arte del saper comunicare, in tal senso, passa anche dai trailer, veri e propri mini film che in pochi secondi devono catturare lo spettatore e invogliarlo a comprare un determinato prodotto o generare hype, interesse, curiosità. Un tipo di pubblicità che ormai troviamo ovunque, specie sulla Rete, e che riguarda ovviamente anche i videogiochi. Piccoli gioielli a cui noi abbiamo deciso di dedicare questo speciale dove ne abbiamo selezionati dieci dei più belli in assoluto degli ultimi anni, secondo quelli che sono i nostri gusti: video che in un modo o nell'altro ci hanno emozionato, catturato, coinvolto. Ve li proponiamo in ordine sparso, e come sempre, senza l'intenzione di offrirveli come in un elenco definitivo, ma solo con la voglia di condividere con voi un argomento che ci piace e che ci auguriamo possa stimolare la discussione fra voi lettori, oltre a stimolarvi a condividere i vostri ricordi e le vostre preferenze sui video promozionali che più vi sono piaciuti in tutti questi anni.

Dead Island

Quello del primo Dead Island è considerato da molti appassionati di videogiochi come uno dei più belli mai realizzati in assoluto. E in effetti questo trailer ha tutto per colpire e coinvolgere lo spettatore, a cominciare dal montaggio stesso. Il filmato va infatti all'incontrario, e inizia dagli occhi vitrei e spalancati di una ragazzina che giace a terra, morta. Un'immagine che da subito mette curiosità e invoglia chi guarda a vedere cosa è accaduto. A quel punto tutto sembra come impresso in un nastro che viene riavvolto, alternato con altre brevi scene "normali", mostrando al pubblico proprio i fatti antecedenti. In una sequenza altamente drammatica che si dipana sotto i nostri occhi in tutto il suo orrore, vediamo così la ragazzina fuggire terrorizzata per sfuggire a un gruppo di orrendi zombi nel corridoio di un hotel. Ferita, viene soccorsa dal padre, che lotta come un leone per sottrarre la figlia dalle grinfie dei morti viventi e trascinarla dentro la loro camera. Il resto della "storia" è facilmente intuibile, ma ai pochi che non hanno mai visto il filmato, lasciamo il piacere di scoprirla guardandolo.

Assassin’s Creed III

La storia della Guerra di Indipendenza che vide coinvolte tredici colonie britanniche nordamericane, diventate successivamente gli Stati Uniti d'America, contro la loro madrepatria, l'Inghilterra, ha sempre affascinato milioni di appassionati di storia e avventura, ed è stata raccontata in diversi romanzi, fumetti e film di successo, come Il Patriota con Mel Gibson o lo splendido Revolution con Al Pacino. In ambito videoludico abbiamo avuto modo di rivivere quel periodo storico grazie ad Assassin's Creed III. Uno dei trailer di questo gioco, forse il più famoso, mostra il protagonista Connor lanciarsi da solo contro le giubbe rosse inglesi che tengono sotto scacco le truppe dei ribelli, riuscendo con il suo gesto coraggioso a ridare speranza e motivazioni a questi ultimi, che come sospinti da una nuova carica emotiva, si fiondano all'attacco. Un filmato realizzato appositamente per pubblicizzare il prodotto, evidenziandone aspetti quali l'avventura, il patriottismo, la lotta per la libertà, il sacrificio, e che riesce nel suo intento "caricando" emotivamente lo spettatore, invogliandolo quasi ad impugnare un moschetto o un fucile "Pennsylvania" e a lanciarsi a capofitto contro i nemici, "per la libertà".

Gears of War

Impossibile rimanere impassibile di fronte a questo trailer. Un video che non mostra solo le immagini di un videogioco, ma che idealmente racconta tutto il dramma della guerra in sessanta secondi. Sulle note della meravigliosa quanto melanconica Mad World di Gary Jules, infatti, scorrono velocemente le immagini del protagonista dell'avventura, Marcus Fenix, che tenta di sopravvivere in una città ridotta in macerie dalle Locuste, dando l'impressione di una lotta impari contro qualcosa di più grande di lui. Ma le immagini del videogioco, seppur inserite in un contesto fantasioso, non possono non riportare alla mente quelle ben più reali delle guerre vere, coi resti di civiltà di fatto perdute, di quartieri un tempo vivi e popolati ormai vuoti e spettrali, di oggetti personali abbandonati qua e là da gente che forse non esiste più. E il filmato centra l'obiettivo di far riflettere e pensare, coinvolgere emotivamente lo spettatore, che dietro l'epicità di un videogioco dove l'umanità allo stremo combatte con tutte le sue forze residue contro l'invasore mostruoso ormai impossessatosi della Terra, può vedere di riflesso cosa accade nella realtà in alcune parti del nostro mondo. E il volto stanco ma fiero di Marcus, è quello di tutti quei soldati che non si arrendono e che lottano fino alla fine per tornare a casa e cercare di rendere nuovamente vivibile un pianeta morente. Per molti, come per noi, uno dei più bei trailer di sempre nel mondo dei videogiochi.

Batman: Arkham Knight

Batman è indubbiamente uno dei personaggi di fantasia più belli mai ideati, trasuda carisma, personalità e fascino da ogni poro della sua tuta, e per i suoi fan basta già la sola apparizione per scatenare l'hype su un prodotto che lo vede protagonista. L'Uomo Pipistrello piace per tanti motivi, ma soprattutto perché è un personaggio complesso psicologicamente. Una personalità tormentata che Rocksteady Studios è riuscita bene a rappresentare nella sua serie di videogiochi Arkham. Uno dei trailer promozionali dell'ultimo capitolo della saga, Batman: Arkham Knight, che ha suggellato su console il successo di una trilogia di videogiochi capace di rendere davvero omaggio al popolare supereroe della DC Comics, ci ha colpito particolarmente per la capacità di sintetizzare in pochi secondi la figura del personaggio, e il succo della trama principale del gioco. Ma anche, sulle note della splendida Mercy dei Muse, di incuriosire, invogliare l'utente a comprare il gioco, con il semplice messaggio che il video voleva far passare, e cioè quello che Batman sarebbe morto, sacrificandosi per il bene comune. La leggenda continua, l'uomo giunge alla fine.

Mass Effect 3

Polemiche sui finali a parte, la trilogia di Mass Effect è ormai entrata di diritto nella storia dei videogiochi come una delle produzioni più belle di sempre. La serie ci ha narrato le vicende del comandante Shepard e dei suoi alleati alle prese con una razza di natura per metà organica e per metà sintetica dalla forma di enormi astronavi, chiamata Razziatori, in azione per causare l'estinzione di tutti i popoli eccessivamente evoluti della galassia, per ristabilire un nuovo ordine dal quale dare origine a un ciclo esistenziale caratterizzato da una nuova fase evolutiva. Dovendo quindi raccontarci l'epilogo di questa guerra, ovvio che tutti o quasi i trailer di Mass Effect 3 puntassero proprio sul tema dell'unione, della lotta per la sopravvivenza, sulla resistenza estrema a un nemico molto più forte. Ecco perché quello che vi presentiamo in versione estesa ci piace: perché è "potente", epico, carico di adrenalina. Espone gli elementi cardine della trama, le motivazioni che spingono i popoli a combattere e stimolano il videogiocatore a impugnare il pad e a partecipare attivamente alla lotta per la sopravvivenza dell'umanità e dell'intera galassia!

Mafia II

Mafia II è stato un discreto successo per il publisher 2K Games nonostante qualche critica di troppo e qualche difetto. D'altronde il titolo tratta un argomento esplorato per decenni da film, spettacoli televisivi e romanzi molto amati dal pubblico mondiale, quello del crimine organizzato americano, in un'epoca tra l'altro tra le più affascinanti di sempre. Il trailer del gioco si basa su un'idea semplice, ovvero quella del tipico, stereotipato "picciotto" della mafia italo americana degli anni '40, tanto duro per la strada, coi suoi amici e contro i suoi rivali, tanto rispettoso a suo modo della mamma. In pochi secondi il filmato promozionale risponde a quelle che sono le aspettative del pubblico sul gioco, perché fa vedere una porzione della città in cui si svolgono i fatti, scene tratte dall'avventura che lasciano intravvedere alcune delle "attività" che si possono svolgere durante la partita e un taglio cinematografico valorizzato da una splendida colonna sonora e da un ottimo doppiaggio in italiano. Un vero e proprio film di mafia a la Il Padrino di Francis Ford Coppola o Quei bravi ragazzi di Martin Scorsese, dove però il videogiocatore è il protagonista assoluto.

Dead Space

Inquietante. Non ci sono altri aggettivi per definire il trailer di Dead Space che vi proponiamo, tratto dall'edizione 2008 dell'E3 di Los Angeles. L'atmosfera cupa e opprimente del videogioco, viene perfettamente rappresentata da un montaggio video a tratti nervoso, e perfettamente sublimata dalla sinistra cantilena che si sente in sottofondo. "Twinkle, Twinkle, Little Star", recita una voce femminile tutt'altro che rassicurante, e la popolare ninna nanna inglese del diciannovesimo secolo finisce più per incutere tensione che serenità. Il tutto mentre in sottofondo scorrono le immagini dello spazio, degli stretti e bui corridoi di un'astronave, di corpi mutilati abbandonati per terra e di creature deformi che attaccano, lacerano le carni e uccidono con una violenza a dir poco inaudita, selvaggia. Un piccolo gioiellino di tensione, inquietudine ed orrore, perfetto per descrivere in pochi secondi cosa aspetta il videogiocatore nel "mondo" di Dead Space.

Red Dead Redemption

Siamo stati indecisi fino all'ultimo se inserire nella nostra lista questo trailer o quello di Fallout 4. Alla fine, per una serie di motivi che non stiamo a spiegarvi, abbiamo optato per Red Dead Redemption. Sarà stato il fascino del Vecchio West, del gioco targato Rockstar Games o quello di un personaggio a cui siamo particolarmente affezionati come il vecchio John Marston, fatto sta che il filmato con cui vennero presentati il protagonista di Red Dead Redemption e di riflesso il suo mondo ha preso il sopravvento sul resto. Il trailer gioca molto ovviamente sulle atmosfere dei classici spaghetti western dai cui spot cinematografici mutua un certo stile nell'esporre al pubblico temi del gioco e caratteristiche del suo "eroe". Il risultato è un filmato ben orchestrato che in maniera semplice ma efficace, con la giusta composizione di scene, inquadrature suggestive e un po' d'azione, cattura l'interesse di un pubblico invero già pronto a farsi rapire dalle ambientazioni western.

Metal Gear Solid V: The Phantom Pain

I trailer della saga di Metal Gear sono sempre stati tanti piccoli capolavori. Uno di quelli secondo noi più belli è quello relativo a Metal Gear Solid 2: Sons of Liberty. Tuttavia, per questo speciale, abbiamo preferito proporre nella lista un altro video che ci ha particolarmente colpito in questi anni, cioè a dire quello di Metal Gear Solid V: The Phantom Pain. Nel dettaglio si tratta del filmato promozionale mostrato all'E3 del 2013, l'edizione estesa "red band" che cala lo spettatore direttamente nel mondo di guerra ideato dal genio di Hideo Kojima. Tutto l'orrore della guerra, le torture, i soldati bambini, le morti, la violenza, la stupidità dell'uomo, in un unico filmato capace di far riflettere, commuovere, emozionare come pochi altri hanno mai saputo fare. Il tutto accompagnato dalla splendida Sins of the Father cantata da Donna Burke e tratta dalla colonna sonora originale proprio del gioco, che fa da sottofondo al resto del filmato che a un certo punto si concentra su tutte le caratteristiche clou del gameplay e su alcuni elementi della trama.

The Elder Scrolls V: Skyrim

Uno dei nostri trailer preferiti in assoluto riguarda... uno dei giochi che più amiamo, vale a dire The Elder Scrolls V: Skyrim. Sarà l'ambientazione fantasy, sarà la colonna sonora di sottofondo, sarà che all'epoca lo attendevamo con ansia, fatto sta che il video ci è rimasto bene impresso nella nostra mente e nel nostro cuore. Il filmato parte "piano" illustrando idealmente una porzione dell'ambiente di gioco e del racconto, per poi salire pian piano di ritmo con immagini sempre più intriganti, con dragoni, guerrieri e combattimenti, mentre in sottofondo una musica dal timbro epico accompagna le immagini fino all'urlo finale: Fus Ro Dah! E' la bellissima Dragonborn di Jeremy Soule. In un attimo parte la seconda porzione del trailer, e vieni calato nel mondo di gioco: architetture, nemici, scenari, tutto o quasi viene mostrato velocemente in pochi secondi fino al finale, dove a chi osserva rimane un senso di vuoto perché vorrebbe continuare a vedere altro ma non può, e magari, come noi, sposta la barretta del filmato all'inizio e lo fa ripartire.