Le ultime da Kingdom Hearts III 72

Square Enix è tornata a mostrare l'attesissimo terzo capitolo con uno spettacolare trailer

ANTEPRIMA di Christian Colli   —   11/02/2018

Il D23 Expo Japan è stato un'occasione d'oro per ricordarci che Kingdom Hearts III è ancora in dirittura d'arrivo: si parla di un generico 2018, molto probabilmente fine anno se Square Enix non deciderà di rinviare ancora l'uscita dell'attesissimo action RPG. Di fatto Kingdom Hearts III è in sviluppo da più di cinque anni, se escludiamo l'annuncio ufficiale del 2013 e pensiamo che Tetsuya Nomura aveva cominciato a idearlo poco dopo aver concluso i lavori su Kingdom Hearts II nel 2005. Oggi il team di Square Enix, lasciatosi alle spalle le difficoltà riscontrate nella lavorazione di Final Fantasy XV, è determinato a consegnare Kingdom Hearts III ai suoi fan senza farli aspettare ancora a lungo: per questo motivo, Nomura ha rivelato che al suo team si sono aggiunti oltre cento programmatori, radunati dalle varie divisioni della società nipponica, e che Square Enix ha deciso di velocizzare lo sviluppo dividendoli in squadre che si occupano, separatamente, delle animazioni dei modelli, delle espressioni facciali e via dicendo. Il nuovo trailer ha dimostrato che negli ultimi mesi il grandioso progetto di Nomura ha fatto enormi passi avanti, ma anche che l'uscita a fine 2018 potrebbe essere ancora appesa a un filo.

Nuovi mondi

Abbiamo già visto i personaggi e il mondo di Toy Story nel trailer pubblicato lo scorso luglio, quello di Rapunzel sapevamo che ci sarebbe stato fin dalle prime informazioni trapelate sul gioco, perciò l'assoluto protagonista questa volta è il mondo di Monsters & Co, pellicola Disney Pixar risalente al 2001. Per la prima volta vediamo Sora, Paperino e Pippo, trasformati in mostri, che interagiscono con Mike, Sully e la piccola Boo: l'ambientazione è ovviamente ispirata alla fabbrica per cui lavorano i due mostri, spaventando i bambini per immagazzinare l'energia sprigionata quando gridano. È l'occasione per farci vedere in azione due nuove armi (Quick Claws e Twin Yo-Yo) e quella che sembrerebbe essere proprio una nuova evocazione: Sora materializza e cavalca un Divorasogni, anche se non sappiamo se e in che modo queste creature, comparse per la prima volta in Dream Drop Distance per Nintendo 3DS, si integreranno nella narrativa di Kingdom Hearts III. Nel mondo di Monsters & Co. c'è però anche un indicatore, in alto a sinistra, contrassegnato dal ritratto di Boo e dalla descrizione "Laugh Power", energia della risata. Anche questo è un elemento del gameplay avvolto nel mistero.

Il trailer ci ha comunque dato l'occasione di vedere meglio anche gli altri due mondi. Quello di Toy Story continua ad alternarsi tra il giardino della casa di Andy, la sua stanza e quello che sembrerebbe essere il plastico di una città in cui, probabilmente, si svolgerà la spettacolare battaglia contro un boss. Sora ovviamente potrà contare sull'aiuto di Woody e Buzz Lightyear, perciò ne vedremo delle belle. Nel mondo di Rapunzel, invece, abbiamo avuto l'occasione di vedere finalmente in azione l'omonima protagonista della pellicola Disney e il suo compagno d'avventure Flynn Rider. Nomura ha ammesso di non aver voluto mostrare fino a oggi l'interazione con questi personaggi perché il team ha avuto parecchie difficoltà a gestire la lunghissima chioma di Rapunzel, sia dal punto di vista tecnico - a quanto pare causava non pochi bug e interferenze - sia dal punto di vista del gameplay, poiché sembra proprio che Sora potrà sfruttare i capelli della bionda principessa Disney per compiere acrobazie o attacchi speciali. In realtà, nel trailer abbiamo visto Rapunzel e Flynn di sfuggita, ma Nomura ha dichiarato che questi tre mondi rappresentano la prima parte del gioco e che quest'ultima è completa ormai oltre il 90%.

Le notizie sono meno incoraggianti per le altre due: la seconda parte, costituita a sua volta da almeno altri tre mondi, sarebbe completa al 60-70%, mentre sull'ultimo segmento di gioco il producer non ha voluto neppure offrire una stima. Nonostante ciò, Nomura ha affermato che per l'ultimo mondo ha in mente qualcosa di veramente spettacolare, una "idea" che sognava di implementare sin dal primissimo Kingdom Hearts e che finalmente può concretizzare grazie alla tecnologia moderna. Che cosa sia non lo sappiamo, ma ancora non abbiamo visto la San Fransokyo di Big Hero 6, che dovrebbe essere sufficientemente complessa, né le aree liberamente esplorabili a bordo di una rinnovata Gummi Ship. In compenso, oltre ad armi e abilità vecchie e nuove, il trailer ci ha mostrato anche la spettacolare evocazione di Ariel, la protagonista de La Sirenetta, che ci ha ricordato non poco le evocazioni di Shiva nei vari Final Fantasy. A questo proposito, Square Enix ha diffuso anche un secondo trailer, più breve, per farci ascoltare un segmento della nuova canzone di Utada Hikaru che rappresenterà il gioco. Si intitolerà "Don't think twice" e sebbene non ci abbia colpito in maniera particolare, è servita a farci vedere qualche sequenza in più del gioco e a rivelarci il nuovo aspetto di Riku e Topolino.

Riguardo alla colonna sonora, Nomura ha rivelato che Square Enix non ha mai lavorato con un team e un'orchestra così imponenti: potrebbe trattarsi, in effetti, di una delle colonne sonore più importanti mai realizzate per il mercato videoludico. Sul finire del trailer, dicevamo, abbiamo rivisto Riku e Topolino: quest'ultimo indossa un nuovo costume molto carino, mentre Riku è cambiato drasticamente rispetto alle sue ultime apparizioni e adesso, be', somiglia davvero parecchio a Noctis, il protagonista di Final Fantasy XV, soprattutto dal punto di vista dell'acconciatura. Riku pianta nella sabbia Via per l'Alba, il suo Keyblade, e dichiara che, non potendo impugnarlo più, tanto vale lasciarlo lì... nel caso in cui possa averne bisogno l'altro sé stesso. Questa affermazione suscita una reazione perplessa da parte di Topolino. Riku si sta riferendo a Terra oppure alla sua replica comparsa in Chain of Memories? Sembrava una parentesi chiusa, ma il ritorno di Marluxia, a lui strettamente legato, potrebbe significare tutto l'opposto.

Marluxia incontra Sora nel primo di questi due nuovi trailer, affermando di ricordarsi di lui, anche se Sora non può rammentarlo, e di far parte dell'unica Organizzazione esistente. Marluxia aveva tradito l'Organizzazione XIII, ribellandosi a Xemnas: potrebbe averne costituita un'altra, o magari era un modo per dire che non accetta l'autorità di Xemnas e gli altri? Oltre a Marluxia, nel video compare brevemente anche Vanitas, che sfida Sora nel mondo di Monsters & Co. per riappropriarsi dell'altra metà di sé sopita dentro Sora, e cioè Ventus. Insomma, a livello di storia il nuovo trailer ha messo improvvisamente tantissima carne al fuoco, e alcuni fan cominciano a temere che Nomura potrebbe avere qualche difficoltà a sbrogliare, entro la fine di Kingdom Hearts III, la complicata matassa di sottotrame intrecciata in tutti questi anni. Anche questa volta dobbiamo rassegnarci ad aspettare l'uscita del gioco per saperne di più...

Il nuovo trailer ha offerto un Kingdom Hearts III in grande spolvero, dimostrando tutto l'impegno che il team di Nomura sta mettendo nello sviluppo del gioco: abbiamo visto un nuovo mondo, il ritorno di alcuni vecchi nemici, armi ed evocazioni inedite, nuovi compagni di battaglia, abilità e scorci di gameplay interessantissimi e spettacolari. E stiamo parlando di appena un pezzetto di quello che dovrebbe essere un mosaico enorme. Square Enix sembra davvero intenzionata a uscire entro l'anno: ci sembra una previsione un po' troppo ottimistica, ma desideriamo davvero sbagliarci.

CERTEZZE

  • Sempre più colorato e spettacolare
  • Il mondo di Monsters & Co. promette meraviglie
  • Il gameplay sembra mescolare sapientemente le meccaniche dei precedenti Kingdom Hearts

DUBBI

  • Marluxia, Vanitas, ora pure la replica di Riku... non sarà troppa carne al fuoco per una sola avventura?
  • Molte dinamiche di gioco restano ancora ignote
  • Ce la farà davvero a uscire entro la fine dell'anno?