Assassin's Creed Valhalla: 5 consigli per iniziare

Assassin's Creed Valhalla è pieno di attività, meccaniche e punti d'interesse: in questo video vi raccontiamo 5 cose che il gioco non dice, ma che potrebbero aiutarvi.

VIDEO di Raffaele Staccini   —   24/11/2020
80

Assassin's Creed Valhalla è pieno di attività, meccaniche e punti d'interesse. Il gioco Ubisoft è grande, molto grande, ed è facile perdersi meccaniche e piccole chicche mentre si affrontano orde di vichinghi. Per fortuna, però, ci siamo qua noi e in questo video vi raccontiamo cinque cose che il gioco non dice, ma che potrebbero aiutarvi a non raggiungere troppo presto il Valhalla.

Personalizzate l'esperienza

Assassins Creed Valhalla 20201114174719

Proprio come Assassin's Creed Odyssey, anche Valhalla permette di impostare l'esperienza come più ci piace, andando a interagire su diversi parametri di difficoltà. Per i combattimenti, per esempio, ci sono 4 livelli: Scaldo, Vichingo, Berserker e Drengr. Dipende molto dalle preferenze personali, ma Berserker è forse la sfida più equilibrata. In ogni caso si può cambiare in qualsiasi momento, e avere così nemici con un diverso livello di salute, energia e capacità di infliggere danni; inoltre, può aver senso giocare anche con il livello di mira assistita per gli attacchi a distanza all'interno delle opzioni di gioco. Discorso simile per la difficoltà dello stealth: Maestro Assassino rende la percezione dei nemici più realistica, ma anche selezionare Assassino standard offre un'esperienza equilibrata. Se poi vi mancano le uccisioni immediate, potete attivare gli assassinii garantiti, sempre nelle opzioni classiche, per sentirvi di nuovo un po' Ezio Auditore. Per l'esplorazione, invece, suggeriamo senza dubbio la modalità Pionere: grazie a un'interfaccia dalle informazioni minime, ma che permette comunque di evitare di aprire la mappa ogni due secondi, è per noi il modo migliore di scoprire l'Inghilterra.

Dietro lo scudo è meglio... che sopra

Assassins Creed Valhalla 20201112135311

Sì, è vero che il motto degli spartani era "o con lo scudo, o sopra di esso". Ma noi siamo vichinghi: buttiamo lo scudo e imbracciamo una seconda ascia, così possiamo sterminare il doppio dei nemici! Peccato però che in Assassin's Creed non funzioni proprio così. Occupare entrambe le mani con armi da taglio rende gli scontri decisamente più impegnativi, riducendo le finestre per le parate senza offrire in cambio un bonus offensivo equiparabile al maggior numero di danni subito. Finché non vi sarete impratichiti con il sistema di combattimento, quindi, tenetevi ben stretto lo scudo: persino Leonida sarebbe d'accordo che stare dietro lo scudo è molto meglio che finirci sopra.

Al fuoco!

Acv Screen Fwd Ennemy Variety  200712 945Pm Cest 3840 2160

Può sembrare scontato, ma... il fuoco brucia. Ebbene sì: se vedete delle fiamme tenetevi alla larga, perché Eivor non ha un'armatura di pelle ignifuga ed è piuttosto vulnerabile alle ustioni di terzo grado. La cosa positiva, però, è che anche i nemici sembrano avere lo stesso problema, quindi sfruttate la cosa a vostro vantaggio: vedete un falò nelle vicinanze? Avvicinare il vostro arco con una bella freccia incoccata per ottenere una freccia incendiaria. Oppure buttate in terra una torcia accesa ed eseguite la stessa azione: il risultato sarà comunque bollente, perciò: siate creativi!

Potenziate le razioni

Assassins Creed Valhalla 20201117170417

Il cibo è vita, in Assassin's Creed Valhalla letteralmente. Come in tanti giochi, mangiare ha infatti poteri curativi maggiori della pennicillina, ed avere con sé abbastanza razioni può spesso fare la differenza tra il successo e il fallimento di una missione. Potenziatele quindi il prima possibile, così da avere sempre con voi abbastanza sacchetti di questo intruglio miracoloso di nonna Greta.

Siate curiosi!

Villa Di Lerion

Vi ricordate la mappa di Assassin's Creed 2? Anzi, va bene la mappa di qualsiasi Assassin's Creed. Dopo aver scalato e sincronizzato tutti i punti di osservazione sembrava una specie di supermarket di icone, con una legenda capace di confondere persino un geografo. Ecco, in Valhalla la situazione è un po' meno caotica, ma la cosa migliore è che non tutto viene segnalato sulla mappa: alcuni incontri divertenti, qualche segreto e persino numerosi passaggi nascosti possono essere scoperti solo ficcando ovunque il vostro naso vichingo: vedete qualcosa che sembra poter essere distrutto? Colpitelo, perché è probabile che sia fragile per davvero. Un muro di rocce vi sembra sul punto di franare? Se avete giocato almeno un The Legend of Zelda, sapete già cosa fare. Non abbiate paura di far danni e date libero sfogo alla vostra vena distruttiva.

Questi erano i nostri suggerimenti per approcciare Assassin's Creed Valhalla nel migliore dei modi. Voi ne avete degli altri? E come vi state trovando nei panni di Eivor? Fatecelo sapere nei commenti qua sotto.