Call Of Duty Warzone: guida alle devastanti armi di Black Ops Cold War

Scoprite insieme a noi le miglior armi provenienti da Black Ops Cold War, pronte per dare il massimo nel battle royale free-to-play.

SPECIALE di Peter Vogric   —   28/12/2020
12

È trascorso quasi un anno dall'arrivo di Call Of Duty Warzone, un vero e proprio fenomeno mediatico in questo particolare 2020. Complice anche la quarantena durante la quale è stato rilasciato, i videogiocatori si sono letteralmente paracadutati a Verdask per tentare di sopravvivere in avvincenti match da decine di partecipanti. Per chi non lo conoscesse ancora, si tratta di un gioco free-to-play basato principalmente sulla sua modalità battle royale, in grado di offrire un buon livello di sfida con il classico sistema di shooting tanto caro agli appassionati di Call Of Duty. Come di consueto a novembre è stato rilasciato il nuovo capitolo di questa interminabile saga, caratterizzato da un ritorno di Treyarch con il suo brand Black Ops.

L'ambientazione proposta è quella della Guerra Fredda negli anni '80 e di conseguenza i protagonisti sono muniti di tutto l'arsenale ad attrezzatura bellica legata a quell'epoca. Dalle classiche armi come il fucile tattico M16, fino alla mitraglietta AK-74U passando per armamenti più folkloristici come la macchinina telecomandata RC-XD. Tutti questi contenuti presenti in Call Of Duty: Black Ops Cold War sono stati implementati in Warzone, sia nel sistema di loot del gioco che nelle classi personalizzate, aumentando così notevolmente la varietà dei nostri equipaggiamenti, serie di uccisioni, accessori ed altre piccole chicche. Oggi andremo a scoprire quali armi e accessori di Black Ops Cold War risultano indispensabili per la nostra sopravvivenza a Verdansk, proponendovi diverse configurazioni veramente ottime per ogni stile di gioco.

DMR 14

Img 3576

Il primo nella lista è un fucile tattico veramente impressionante. Il DMR 14 è indubbiamente una delle armi più potenti nell'attuale versione di Warzone. Grazie alla suo ottimo rateo di fuoco, precisione e sopratutto danno, riusciremo a colpire i nemici a medio-lunghe distanze senza difficoltà. Si tratta di un fucile a colpo singolo, simile ad un cecchino, ma molto più versatile per merito del rateo di fuoco fulmineo. Con il giusto setup diventa praticamente inarrestabile. Per portarlo a Verdansk lo abbiamo equipaggiato con:

  • Volata: Agency Silencer
  • Canna: 20.8" Task Force
  • Sottocanna: Field Agent Foregrip
  • Munizioni: 30 Rnd
  • Ottica: Axial Arms 3x
Ve lo consigliamo vivamente, sopratutto in combinazione con la seguente mitraglietta.

MAC-10

Img 3577

Questa mitraglietta si sblocca gratuitamente al livello 15 del Battle Pass. Non serve spendere nemmeno un centesimo per ottenerla, ma bisogna giocare un po' per progredire con i livelli. Se il fucile tattico di prima era devastante, questa lo è ancora di più, solamente a distanza ravvicinata. Il MAC-10 riesce a sostituire perfettamente la popolare MP5 di Call Of Duty Modern Warfare e con il giusto setup diventa praticamente illegale. Il suo rateo di fuoco elevatissimo supera ogni altra mitraglietta presente nel gioco. Sbloccando il caricatore con un numero elevato di colpi e combinando rateo di fuoco con la potenza, otterrete una combo insostituibile. Questo è il nostro attuale setup su Warzone:

  • Volata: Agency Suppressor
  • Canna: 5.9" Task Force
  • Sottocanna: Field Agent Grip
  • Munizioni: Salvo 53 Red Fast Mag
  • Calcio: Raider Stock
Se volete abbandonare le classiche MP5 o MP7 per il combattimento ravvicinato questo mostro di potenza fa sicuramente al caso vostro.

AUG

Img 3578

Lo abbiamo visto già in Modern Warfare ma questo AUG di Black Ops Cold War è ancora più micidiale. Perfetto per il combattimento a media distanza, risulta essere una fantastica arma primaria da abbinare con una mitraglietta come il MAC-10 appena citato. Si tratta di un fucile d'assalto semi-automatico, che con il giusto setup riesce ad essere un ottimo compromesso tra precisione, rateo di fuoco e potenza, senza sacrificare la sua mobilità. Essendo un fucile d'assalto infatti possiamo utilizzarlo anche negli scontri più ravvicinati, anche se rende sicuramente meglio a distanze più elevate. Noi lo abbiamo equipaggiato nel seguente modo per Warzone:

  • Volata: Agency Silencer
  • Canna: 17" Titanium
  • Sottocanna: Field Agent Foregrip
  • Munizioni: 45 Rnd Speed Mag
  • Ottica: Axial Arms 3x
Una perfetta combinazione per chi ama i fucili semi-automatici come il caro buon vecchio Famas, ma vuole provare qualcosa di nuovo direttamente dall'arsenale di Black Ops Cold War.

Stoner 63

Img 3579

Se da tempo stavate cercando una mitragliatrice leggera degna di essere portata a Verdansk, non potete rinunciare a questo Stoner 63. Quest'arma offre una buona potenza di fuoco ed una discreta precisione in combinazione con dei caricatori molto capienti per sparare all'infinito. Un'ottima arma anche per l'abbattimento di qualche fastidioso elicottero, sopratutto se usata dall'intero team in gioco. Ovviamente a distanza ravvicinata soffre un po' per la sua scarsa mobilità, infatti dovete sempre accoppiarlo con una mitraglietta come quella che vi proponiamo qui in seguito. Intanto vogliamo farvi vedere il nostro setup:

  • Volata: Agency Suppressor
  • Canna: 21.8" Task Force
  • Sottocanna: Field Agent Grip
  • Ottica: Visiontech 2x
  • Impugnatura: Airborne Elastic Wrap
Vi sentirete un vero e proprio juggernaut impugnando quest'arma e di fatto avrete una potenza di fuoco veramente senza pari.

AK-74U

Img 3580

Un'altra piacevole aggiunta proveniente direttamente da Call Of Duty Black Ops Cold War è questa AK-74U. Una mitraglietta leggera veramente notevole, quasi al livello dal MAC-10 menzionato in precedenza. Il rateo di fuoco è leggermente inferiore, ma riesce ad eccellere in stabilità e potenza di fuoco. Ottima come arma secondaria per lo Stoner 63, ma anche dell'AUG e DMR 14. Se non vi piace vincere facilmente con il MAC-10, utilizzate questa AK-74U per variare un po' il vostro gameplay, senza sacrificare la vostra potenza sul campo di battaglia. Noi l'abbiamo equipaggiata in questo modo, ideale per i combattimenti a corto raggio:

  • Volata: GRU Suppressor
  • Canna: 10.3" Task Force
  • Sottocanna: Spetsnaz Speedgrip
  • Munizioni: 40 Rnd Speed Mag
  • Impugnatura: GRU Elastic Wrap
L'AK-74U è sempre la stessa. Ci siamo innamorati di essa nel primo Black Ops e l'amore continua anche in questa sua versione per Warzone.

KRIG 6

Img 3581

Un ottimo fucile d'assalto capace di sostituire il popolarissimo Kilo 141 di Modern Warfare è il Krig 6. Di base soffre un po' con la precisione e potenza di fuoco, ma portandolo al livello massimo con lo sblocco di tutti gli accessori otterrete un'arma veramente molto ben bilanciata. Ideale per le medie distanze questo fucile d'assalto può essere una valida opzione da aggiungere ad ogni classe in Warzone. Perfetto sia come arma primaria in combinazione con un cecchino, oppure con una delle mitragliette precedentemente menzionate. Noi lo abbiamo configurato nel seguente modo per ottenere la massima resa a Verdansk:

  • Volata: Agency Suppressor
  • Canna: 19.7" Takedown
  • Sottocanna: Field Agent Grip
  • Munizioni: 45 Rnd Speed Mag
  • Ottica: Axial Arms 3x
Finalmente un fucile d'assalto automatico che merita di essere equipaggiato a Verdansk, dopo esserci stufati del vecchio Kilo 141.

M16

Img 3582

Adesso vediamo un altro fucile tattico semi-automatico in grado di competere con il Famas o AUG. Questo M16 ritorna direttamente dal primo Black Ops per offrirci un arma devastante a medio lunga distanza. Preciso, potente e con i giusti accessori ottiene anche un buon rateo di fuoco per coloro che tendono a mancare il bersaglio con qualche raffica. Mantenendo una buona mobilità può essere utilizzato anche nel combattimento ravvicinato, anche se andrebbe preferibilmente accoppiato con una mitraglietta come il MAC-10 o l'AK-74U. Andiamo quindi a vedere il setup consigliato:

  • Volata: Agency Silencer
  • Canna: 15.9" Strike Team
  • Sottocanna: Field Agent Foregrip
  • Munizioni: Salvo 60 Rnd Fast Mag
  • Ottica: Axial Arms 3x
Una vera potenza distruttiva sul campo di battaglia che può cambiare le sorti del vostro team se usato con il giusto setup.

Altri consigli

Img 3583

Con l'arrivo della Stagione 1 di Call Of Duty Black Ops Cold War sono state apportate numerose modifiche al gameplay di Warzone, altre caratteristiche invece sono rimaste ancora invariate. Ad esempio il fucile tattico Kar98K resta il miglior fucile a lunga distanza, se equipaggiato con l'ottica da cecchino. Allo stesso modo i bonus consigliati rimangono sempre gli stessi: Sangue Freddo, Risposta Eccessiva o Fantasma e un qualsiasi terzo bonus a vostra scelta.

Come equipaggiamento vi consigliamo il sensore di battito cardiaco unito a qualche Semtex o C4, oppure per le fasi finali della partita potrebbero servirvi le flashbang o le granate stordenti. Cercate sempre di avere una classe anche con il "Carico Massimo" di munizioni (disponibile come accessorio "Specialità"), in modo che se entrate nelle fasi finali della partita, avete sufficienti colpi per ammazzare qualche avversario. Creandovi delle classi con le armi che vi abbiamo appena consigliato, riuscirete ad agire in maniera ottimale attraverso l'intera mappa di Verdansk. Nelle aree più aperte potreste utilizzare di più i fucili a medio-lungo raggio come il DMR 14 per poi magari cambiare classe e passare a Downtown con il Krig 6 e MAC-10 per essere devastanti nel combattimento ravvicinato. Insomma, avete a disposizione tutto quello che vi serve per dominare le partite a Warzone, ora non vi resta che paracadutarvi a Verdansk per mettere in azione queste stupende armi arrivate direttamente da Black Ops Cold War.