Fire Emblem: Three Houses, i nostri 10 personaggi preferiti 32

Ecco dieci eroi che dovrete assolutamente reclutare perché sono fortissimi in combattimento... o semplicemente troppo simpatici

SPECIALE di Christian Colli   —   13/08/2019

Indice

La struttura di Fire Emblem: Three Houses, come vi abbiamo spiegato nella nostra recensione, è molto particolare. La scelta iniziale della casata che dovrete sostenere nei panni del personaggio principale, Byleth, non offre soltanto un punto di vista diverso sulla stessa storia, ma cambia drasticamente lo sviluppo della trama. Per di più, le storyline non sono tre come le casate, ma quattro poiché una scelta specifica nel corso dell'avventura insieme alle Aquile Nere conduce a un'evoluzione inaspettata dell'intreccio. Ciascuno di questi "percorsi" è associato a una classe predefinita di personaggi che, tuttavia, potrete ampliare sia nella prima, sia nella seconda parte dell'avventura, soddisfacendo determinati requisiti. In questo modo potrete reclutare gli studenti delle altre classi, ma anche gli stessi insegnanti del monastero di Garreg Mach: alcuni personaggi sono estremamente potenti o versatili e vi daranno un grande vantaggio nei combattimenti strategici, altri magari sono più mediocri ma sono caratterizzati così bene da essere, secondo noi, imprescindibili sia come sottotrame di sostegno, sia come eventuali relazioni sentimentali. Abbiamo scelto dieci personaggi che ci hanno particolarmente colpito, ma vi invitiamo a parlarci delle vostre preferenze nei commenti!

Edelgard von Hresvelg

Okay, iniziamo barando, perché ovviamente non potete reclutare Edelgard, essendo a capo delle Aquile Nere. Edelgard, tuttavia, è un personaggio davvero incredibile e una delle migliori protagoniste che abbiamo avuto il piacere di controllare in un gioco di ruolo nipponico. Di eroine forti e determinate ce ne sono a bizzeffe nel panorama videoludico, intendiamoci, ma poche sono caparbie, sicure di sé e disposte a tutto pur di raggiungere il loro obiettivo: Edelgard è una di loro. Erede al trono dell'impero Adrestiano, Edelgard ha vissuto un'infanzia difficile che tuttavia ha fomentato ancor di più il suo spirito ambizioso. Intenzionata a unificare il Fódlan, Edelgard è disposta a combattere persino i suoi amici più cari pur di riuscirci. Nonostante questa sua volontà di ferro, gli scrittori di Fire Emblem: Three Houses hanno delineato un carattere solenne che rende difficile odiarla persino sul campo di battaglia. Per Edelgard, il fine giustifica i mezzi. Sempre. E in combattimento, la nostra eroina è altrettanto micidiale: non vi sveleremo i nomi delle sue classi speciali, ma possiamo dirvi che Edelgard diventa un vero e proprio carro armato, una variante del Cavaliere fortezza che può fronteggiare faccia a faccia i nemici più forti. Insomma, non potete reclutarla, ma queste caratteristiche potrebbero aiutarvi a scegliere la casata con cui cominciare a giocare.

Bernadetta von Varley

Bernadetta non è uno dei personaggi più forti del gioco, anche se eccelle soprattutto nell'uso dell'arco: questa sua competenza, e il segno minore di Indech che qualche volta le consente di attaccare due volte, la rendono un'Aquila Nera da retrovia. Non è per le sue capacità in combattimento, però, che adoriamo Bernie. I suoi dialoghi di sostegno sono tra i più divertenti del gioco perché girano quasi tutti intorno alla sua agorafobia. Raramente vi imbatterete in Bernadetta mentre gira per il monastero del Garreg Mach; più spesso, potrete parlare con lei soltanto da dietro la porta della sua camera, perché la ragazza se ne sta sempre più chiusa lì dentro a leggere o a fare a maglia. Bernie è timida e insicura, ma aumentando il suo livello di sostegno con alcuni personaggi comincerà a credere in sé stessa. È bello assistere a questo lento ma tenero sviluppo: sebbene Bernadetta resti un'eroina buffa e goffa anche nella seconda parte del gioco, è impossibile non affezionarsi e volerle un mondo di bene.

Alois Rangeld

Alois è uno dei Cavalieri di Seiros e fa parte del corpo insegnanti nel monastero del Garreg Mach. Quando era piccolo, ha conosciuto Jeralt e gli ha fatto da scudiero finché quello non è scomparso: a quel punto, Alois ha proseguito nella carriera militare ed è diventato un guerriero esperto nel combattimento corpo a corpo, specialmente con asce e tirapugni. Sul campo di battaglia, Alois è un personaggio tutto sommato discreto, ma nella vita di tutti i giorni è un simpaticone, una specie di papà adottivo per tutti gli studenti del monastero, un buontempone sempre in vena di battute - che capiscono soltanto lui e Dimitri, in realtà - che adora pescare anche se non riesce a prendere mai nulla perché, parlando a voce troppo alta, fa scappare i pesci nello stagno. I dialoghi di sostegno tra Alois e gli altri studenti e insegnanti sono deliziosi, inoltre è uno dei pochi personaggi che può raggiungere il grado S sia con Byleth maschio che con Byleth femmina.

Lysithea von Ordelia

Ecco un personaggio che vi consigliamo di reclutare non solo perché i suoi retroscena sono interessanti, ma perché sul campo di battaglia è un'autentica bomba nucleare... anche se forse sarebbe più corretto definirla un "cannone di vetro", come succede in molti giochi di ruolo. Il cosiddetto "glass cannon" è un personaggio capace di infliggere quantità di danni smodate, anche se basta una sberla a metterlo fuori gioco. Lysithea funziona esattamente così. La storia di questa studentessa è tragica: in pratica la sua casata fu soverchiata dall'Impero che sottopose Lysithea e i suoi fratelli a numerosi esperimenti coi segni. La ragazza fu l'unica a sopravvivere e a ottenere due segni contemporaneamente, tuttavia ciò ha indebolito tremendamente il suo corpo e ridotto la sua aspettativa di vita. Ragion per cui, Lysithea è forse il personaggio coi peggiori parametri difensivi e il minor numero di punti salute. Compensano, però, i valori di Magia, Velocità e Destrezza, che le consentono spesso di colpire due volte, e per prima, infliggendo moltissimi danni. I segni di Gloucester e di Charon aumentano i danni che infligge con la magia e, in minor entità, con le tecniche speciali, consentendole di impugnare alcune reliquie molto potenti.

Felix Hugo Fraldarius

Felix è il solito cinico sarcastico, il compagno di classe dalla lingua tagliente che dice sempre la verità a costo di risultare sfacciato e insensibile. Il fatto è che, pur essendo un Leone Blu e l'erede del duca di Fraldarius, Felix cova un certo rancore nei confronti dei nobili e dei cavalieri dopo che suo fratello Glenn è rimasto ucciso nella strage del Duscur. I suoi dialoghi di sostegno - soprattutto quelli con Dimitri, Sylvain e Dedue - approfondiscono molto non solo il suo carattere, ma anche alcune sottotrame che delineano meglio i giochi di potere e le ambiguità del Fódlan. Non vi consigliamo di reclutare Felix solo per conoscere meglio i retroscena di Fire Emblem: Three Houses, ma anche perché è uno dei migliori spadaccini del gioco. Il suo segno di Fraldarius gli consente di infliggere occasionalmente più danni e di equipaggiare uno scudo speciale che migliora i suoi discreti parametri difensivi. Felix eccelle in Forza, Velocità e Destrezza, qualità che lo rendono un ottimo combattente corpo a corpo soprattutto all'inizio del gioco, senza battaglione, grazie all'abilità Lupo solitario. Questa predisposizione rende Felix il candidato perfetto per classi che impiegano la spada come il Mirmidone ma anche il Danzatore e persino il Mago schermidore se decidete di impegnarvi un po' nel suo talento innato della Ragione.

Leonie Pinelli

Leonie è un personaggio molto interessante da reclutare perché, sebbene sia una ragazza solare e divertente, ha un rapporto molto particolare con Byleth. Essendo sostanzialmente infatuata di Jeralt, che l'ha ispirata a diventare un cavaliere quando era piccola, Leonie vede Byleth come una specie di rivale per il suo affetto e si considera come una sorta di sorellastra. I loro dialoghi di sostegno sono quindi piuttosto spassosi e aiutano a delineare meglio la figura sfuggente di Jeralt. Al di là delle minuzie narrative, Leonie è anche un'ottima combattente che pecca soltanto nelle arti magiche e nella resistenza alla magia. I suoi parametri sono generalmente molto buoni e la sua abilità speciale, Rivalità, le conferisce un bonus ai danni e alla difesa quando si trova nella casella adiacente a un'unità del sesso opposto. Leonie, inoltre, è la candidata perfetta per diventare un Cavaliere arco, considerando che è predisposta proprio alle arti necessarie per sbloccare questa efficacissima classe: lancia, arco ed equitazione. Se cercate un personaggio che possa fare un po' tutto, l'avete trovato.

Mercedes von Martritz

Mercedes è praticamente la miglior guaritrice che potete reclutare tra gli studenti e questo non dovrebbe stupire nessuno, se consideriamo i retroscena della sua vita, che ha trascorso soprattutto in una chiesetta del Faerghus. Col suo carattere docile e ottimista è un piacere averla in squadra, anche se non brilla particolarmente nei dialoghi di sostegno. Il fatto è che Mercedes sfoggia parametri eccezionali per quanto riguarda la Ragione ma soprattutto la Fede, e quest'ultima competenza la rende un perfetto Vescovo da portarsi in combattimento. Mercedes impara l'ottimo incantesimo curativo Fortificazione, che permette di guarire gli alleati distanti, e in più possiede un'abilità specifica che la guarisce degli stessi punti salute ripristinati a un bersaglio: in questo modo cura sé stessa ogni volta che cura un alleato, facendovi risparmiare turni o consumabili. Mercedes usa discretamente anche l'arco, ma ha poco senso puntare su di esso: se volete farla combattere, concentratevi sulla Ragione e fate di lei una ottima Grimory.

Hanneman e Manuela

In questo caso stiamo parlando di due personaggi in un colpo solo perché non possiamo fare a meno di suggerirvi di reclutarli entrambi. Hanneman von Essar e Manuela Casagranda, nonostante siano docenti, sono due unità abbastanza mediocri. Lui è sostanzialmente un nerd che ha dedicato la sua vita a studiare i segni; lei è una ex cantante della compagnia teatrale Mittelfrank che si è data all'alcol e a un viavai di pretendenti che non riesce a tenersi stretta. I loro caratteri sono totalmente agli antipodi: lui è un tipo mite e ordinato, lei è maldestra e sfacciata. E come succede spesso in questi casi, gli opposti si attraggono. Tecnicamente potreste crescere il livello di sostegno fino a S con entrambi e quindi instaurare un legame sentimentale con l'uno o con l'altra, a seconda del sesso che avete scelto per Byleth; tuttavia, noi vi suggeriamo di lavorare sul loro reciproco livello di sostegno perché il modo in cui si sviluppa la loro amicizia è delizioso e, come nelle migliori commedie romantiche, potrebbe scapparci pure il lieto fine. Sul campo di battaglia, però, attenetevi alle loro competenze specifiche: Hanneman è un buon mago, Manuela una discreta guaritrice.

Petra Macneary

Petra è una studentessa che praticamente fa l'Erasmus nel Fódlan per ragioni politiche: nativa delle isole Brigid, Petra è la straniera che non ha ancora imparato la lingua e parla commettendo frequenti errori grammaticali. I traduttori che hanno lavorato alla localizzazione italiana si sono sbizzarriti per adattare i giochi di parole e i doppi sensi nella nostra lingua e anche se non tutti sono riusciti benissimo, la maggior parte dei dialoghi di sostegno di Petra gira intorno a queste gag oppure al fatto che molti sottovalutano la sua intelligenza e predisposizione allo studio. Sul campo di battaglia, però, Petra è uno dei personaggi più veloci del gioco e questo le garantisce un gigantesco vantaggio quando affronta praticamente qualunque avversario. Petra ha inoltre un indice di Destrezza molto alto e, pur non eccellendo in nessuna competenza in particolare, se la cava bene con spade e archi. Queste caratteristiche la rendono un'ottima Assassina, anche perché la sua abilità speciale aumenta il rateo di attacco critico se il bersaglio ha meno di 20% di punti salute. In questo senso, Petra è l'unità perfetta da usare per dare il colpo di grazia ai nemici più coriacei, da vicino o da lontano.