Gotham Knights, l'analisi del gameplay con Nightwing e Cappuccio Rosso

WB Games Montreal ha mostrato il gameplay di Gotham Knights con due personaggi fra i quattro giocabili, Nightwing e Cappuccio Rosso: ecco le nostre impressioni.

ANTEPRIMA di Tommaso Pugliese   —   11/05/2022
21

Gotham Knights è stato mostrato nuovamente in azione da WB Games Montreal con una demo di gameplay focalizzata su due dei personaggi che troveremo nel gioco e che potremo controllare: Nightwing e Cappuccio Rosso.

Commentato dal game director Geoff Ellenor, il video illustra diverse meccaniche nei suoi tredici minuti, e contestualmente è arrivato anche l'annuncio che le versioni PS4 e Xbox One sono state cancellate: il team canadese vuole garantire agli utenti la migliore esperienza possibile e per riuscirci ha scelto la strada dell'esclusiva next-gen.

Dunque com'è stato questo nuovo sguardo all'atteso tie-in ambientato nell'universo di Batman, ma inspiegabilmente slegato dalla continuity della serie Arkham e di Suicide Squad: Kill the Justice League? Ve lo raccontiamo in questa anteprima di Gotham Knights.

Ambientazione, personaggi e gameplay

Gotham Knighs, l'inquietante Gotham che fa da sfondo all'avventura
Gotham Knighs, l'inquietante Gotham che fa da sfondo all'avventura

Dopo essersi soffermata per alcuni secondi sulla città che farà da sfondo all'avventura, rigorosamente in notturna ma molto più viva di quanto non si sia visto nella trilogia di Batman: Arkham, la demo di Gotham Knights ci mostra il bello e il brutto di quest'ambientazione, inquadrando prima un'affascinante cattedrale e poi un manipolo di criminali intenti a scassinare un bancomat.

È a questo punto che entra in scena Nightwing, al secolo Dick Grayson: il Robin originale, che divenuto adulto ha sentito il bisogno di emanciparsi e creare un proprio percorso in maniera separata rispetto al suo mentore Bruce Wayne, il Cavaliere Oscuro. Appostato su di un tetto, l'eroe si lancia nel vuoto e viene immediatamente raggiunto dal suo aliante, il Flying Trapeze.

Ognuno dei quattro Cavalieri possiede un differente mezzo per gli spostamenti e dopo qualche istante vediamo anche quello di Cappuccio Rosso, rappresentato dall'energia spirituale del personaggio che gli consente di galleggiare in aria fino a raggiungere la destinazione desiderata: un potere che il Jason Todd di Gotham Knights ha acquisito dopo essere stato resuscitato da Ra's al Ghul e che si rivela molto utile per saltare da un tetto all'altro della città.

Lo scontro iniziale a cui assistiamo vede Nightwing e Cappuccio Rosso alle prese con una banda di malviventi: mentre il primo eroe è un acrobata che combatte utilizzando principalmente i bastoni, il secondo spara munizioni non letali (una licenza del gioco, visto che nella realtà Red Hood non si fa scrupoli ad ammazzare i propri nemici) colpendo dunque gli avversari dalla distanza. Riempita un'apposita barra è possibile sferrare devastanti attacchi speciali, anche di coppia.

Gotham Knighs, Nightwing con gli immancabili bastoni
Gotham Knighs, Nightwing con gli immancabili bastoni

Terminato il combattimento si passa a una seconda sequenza con Cappuccio Rosso in sella a una moto mentre insegue i criminali in fuga su di un furgone: si tratta della Batcycle e tutti i protagonisti del gioco possono utilizzarla. La corsa si conclude con una sequenza predefinita in cui il vigilante fa in modo che il veicolo dei malviventi vada a schiantarsi, per poi affrontare la banda in maniera tradizionale e utilizzare anche una special che gli consente di collegare una granata stordente a un nemico per poi farla detonare a comando.

La scena si conclude con Cappuccio Rosso che torna sui tetti, utilizzando in questo caso l'immancabile rampino: la meccanica è identica a quella vista nei vari Batman: Arkham, con l'interfaccia che evidenzia qualsiasi possibile punto di ancoraggio e rende dunque particolarmente rapida e intuitiva la manovra, utile anche per togliersi dalla strada nel caso in cui ci si dovesse trovare di fronte avversari troppo impegnativi.

Quartier generale e azione stealth

Gotham Knighs, Cappuccio Rosso
Gotham Knighs, Cappuccio Rosso

Altro giro, altra sequenza: stavolta ci troviamo nel Campanile, il quartier generale dei Cavalieri di Gotham, e vestiamo nuovamente i panni di Dick Grayson durante una delle fasi iniziali della campagna, quando l'eroe indaga sulla Corte dei Gufi. In tale contesto è possibile accedere a dei banchi di lavoro presso cui utilizzare il loot ottenuto fino a quel momento per personalizzare e potenziare l'equipaggiamento, attingendo ovviamente all'ampia letteratura a disposizione di ogni personaggio per trasformarne l'aspetto.

Quando si parte per una missione in Gotham Knights è possibile sfruttare gli spostamenti rapidi, che vengono rappresentati da una sequenza in cui il nostro personaggio utilizza il FastBat: una sorta di aliante di grosse dimensioni che si smaterializza nel momento in cui raggiungiamo la zona desiderata. Lo si vede in azione quando Nightwing raggiunge una zona dove pensa troverà degli indizi sull'organizzazione segreta di Gotham.

È in tale frangente che emergono prepotenti le somiglianze fra questo nuovo tie-in e la saga di Batman: Arkham, con il nostro personaggio che procede silenziosamente, spostandosi magari da un balcone all'altro in attesa che un nemico gli capiti a tiro per poterlo stendere con un sol colpo oppure raggiungerlo alle spalle e metterlo fuori combattimento. È inoltre presente una vista in realtà aumentata che riprende appunto quella di Batman e consente d'individuare tracce di sangue o altri indizi sulla possibile scena di un crimine.

In questo caso Nightwing nota un meccanismo sotto il pavimento che è collegato a una rete elettrica: un enigma classico per la serie, che conduce l'eroe in prossimità di un interruttore in grado di aprire un passaggio verso le gallerie sotterranee. Prima però un altro combattimento, stavolta rappresentato in maniera più dettagliata e con tanto di abilità speciali legate al ghiaccio per rallentare momentaneamente gli avversari.

Sistema di combattimento e boss fight

Gotham Knighs, Cappuccio Rosso combatte con le pistole
Gotham Knighs, Cappuccio Rosso combatte con le pistole

La demo ha illustrato in maniera piuttosto chiara il sistema di combattimento di Gotham Knights, che parte dalle meccaniche freeflow introdotte dalla serie Batman: Arkham, ma le modifica e reinterpreta a seconda del personaggio che controlliamo. Se dunque Nightwing offre un mix di acrobazie e bastoni, Cappuccio Rosso attacca per lo più dalla distanza grazie alle sue due pistole, uh, non letali.

Durante le boss fight questi aspetti dell'esperienza affrontano la prova più dura, perché bisogna tenere testa ad avversari molto resistenti, che spesso risultano immuni alle manovre tradizionali oppure sono equipaggiati con oggetti che bisogna distruggere o indebolire per poter aprire la loro difesa. Accade nel video con un Artiglio Gladiatore, un guerriero sovrumano creato dalla Corte dei Gufi che non mancherà di darci del filo da torcere.

Impressioni preliminari

Gotham Knighs, i quattro protagonisti del gioco
Gotham Knighs, i quattro protagonisti del gioco

In attesa di una seconda demo che mostri in azione Robin e Batgirl, che immaginiamo vantino stili di combattimento e abilità ancora differenti rispetto a Nightwing e Cappuccio Rosso, la presentazione realizzata da WB Games Montreal ha senz'altro avuto il merito di ridestare l'interesse nei confronti di Gotham Knights, considerevolmente aumentato già dopo la conferma della presenza della Corte dei Gufi.

Dal punto di vista tecnico e artistico sembra che gli sviluppatori abbiano fatto un ottimo lavoro, dando vita a un Gotham che promette di essere ampia e affascinante, in cui spostarsi liberamente tramite il tradizionale rampino o i sistemi speciali di cui ogni Cavaliere è dotato, nonché la Batcycle ed eventuali altri veicoli. Insomma, la libertà di movimento e la ricchezza dello scenario sembrano superiori a quanto visto in Batman: Arkham Knight e i combattimenti potrebbero vantare una maggiore varietà.

Gotham Knighs, Nightwing in posizione di combattimento
Gotham Knighs, Nightwing in posizione di combattimento

Ci sono però alcune perplessità, in primo luogo circa l'impostazione generale che dovrebbe richiamare i live service e che dunque, come accaduto in Marvel's Avengers, potrebbe soffrire di forti fluttuazioni qualitative fra una missione e l'altra, con incarichi che finiranno inevitabilmente per ripetersi ai fini del looting e della progressione. Si tratta però di un aspetto che sarà possibile giudicare solo dopo aver provato il gioco per alcune ore.

Lato tecnico si capisce come mai lo studio abbia deciso di cancellare le versioni PS4 e Xbox One, visto che la demo stessa, che immaginiamo giri su PC o su di una console next-gen, non si spinge al momento oltre i 30 fps e anzi soffre di evidenti incertezze in alcuni frangenti, ad esempio quando si esagera con i particellari durante l'unica boss fight presente nel video. La speranza è che da qui al lancio le prestazioni compiano dei grossi passi in avanti e sia presente l'irrinunciabile modalità grafica a 60 fps.

Il nuovo video gameplay di Gotham Knights appare piuttosto convincente e promette un'esperienza caratterizzata da un ampio open world, una grande libertà di movimento, combattimenti freeflow piuttosto vari e interessanti, nonché quattro protagonisti dotati ognuno di abilità differenti. La struttura, con i suoi rimandi live service, desta però un po' di preoccupazione e la speranza è che gli sviluppatori sappiano dosare bene questi elementi per non vanificare l'indubbio fascino dell'ambientazione e degli avversari presenti al suo interno.

CERTEZZE

  • Ambientazione e comparto artistico ottimi
  • Sistema di combattimento freeflow con tante variabili
  • Quattro protagonisti e una struttura che appare enorme
DUBBI
  • Gli elementi live service andranno verificati
  • Qualche incertezza tecnica di troppo
  • I presupposti narrativi continuano a destare perplessità