Monster Hunter Rise: Sunbreak, l'anteprima dopo il Digital Event

Capcom ha svelato nuove informazioni su Sunbreak, l'espansione di Monster Hunter Rise in arrivo a giugno: ecco cos'abbiamo scoperto durante l'ultimo Digital Event.

ANTEPRIMA di Christian Colli   —   11/05/2022
13

Il Digital Event di marzo ci aveva moderatamente deluso: Capcom aveva svelato soltanto i tre signori, cioè i mostri di copertina dell'espansione, e una sottospecie, mostrandoci qualcosa delle nuove ambientazioni e rimandandoci al sito web ufficiale per qualche novità in più sul gameplay. In generale, quel Digital Event era stato avaro d'informazioni rilevanti, e abbiamo dovuto aspettare quasi due mesi per sapere qualcosa di più.

In questo senso, il nuovo Digital Event non è che sia stato più illuminante e se da una parte abbiamo scoperto un bel po' di novità sul sistema di combattimento riveduto e corretto, dall'altra ci sono ancora un sacco di cose che vorremmo vedere, che Capcom ha già promesso di mostrare nelle settimane a venire. A partire dal 16 maggio, per esempio, troveremo sui vari canali social una serie di clip che esploreranno ogni singola arma, mostrando i ritocchi apportati per l'occasione.

Nel frattempo non vi resta che leggere la nostra nuova anteprima di Monster Hunter Rise: Sunbreak per saperne di più.

Mostri vecchi e... nuovi?

Monster Hunter Rise: Sunbreak, Malzeno è un Drago Antico succhiasangue
Monster Hunter Rise: Sunbreak, Malzeno è un Drago Antico succhiasangue

Forse è meglio cominciare dalle note dolenti, o quasi. Ve lo diciamo subito: il nuovo Digital Event non ci ha mostrato nessun mostro inedito. Il producer Ryozo Tsujimoto e il director Yoshitake Suzuki sono tornati a parlare del Malzeno, il mostro principale di questa espansione che gli artisti di Capcom hanno disegnato ispirandosi a una delle creature più folcloristiche di sempre: il vampiro. In effetti, il Malzeno ricorda non poco Dracula, con quelle ali animate meravigliosamente che lo avvolgono come un lungo mantello mentre si prepara ad attaccare.

Come il mitico Conte transilvano, anche il Malzeno può assorbire l'energia vitale delle sue prede comandando un misterioso sciame di parassiti che infliggono un nuovo "malus da sangue": la dinamica non è chiarissima, ma sembra che dovremo infliggere un certo quantitativo di danni entro un tempo limite, altrimenti il Malzeno assumerà una forma ancora più inquietante e distruttiva.

Purtroppo il Digital Event non si è soffermato sugli altri due dei cosiddetti "tre signori" presentati la scorsa volta, il Garangolm e il Lunagaron, e questo ci fa temere che siano soltanto questi i mostri ispirati alla tradizione horror: una soluzione a dir poco geniale che speriamo ispiri la creazione di altri mostri a tema. Il nuovo trailer ci ha infatti svelato che tornerà alla carica uno dei Wyvern Volanti più amati dai fan di Monster Hunter: il Seregios. Introdotto in Monster Hunter 4 Ultimate, questo mostro è estremamente aggressivo e può infliggere la condizione Emorragia coi suoi attacchi. Neanche a dirlo, il giocatore perde energia vitale nel tempo, e nei giochi precedenti poteva rimuovere lo stato anomalo consumando appositi cibi o restando fermo per alcuni secondi... cosa che, nel bel mezzo di una caccia, non è proprio consigliabile! Vedremo se il "drago dai mille aghi" somiglierà alle sue precedenti incarnazioni anche in Sunbreak: il modello è pressoché identico, ma Capcom si è soffermata su alcuni dettagli visivi che lo impreziosiscono.

Monster Hunter Rise: Sunbreak, il Seregios infligge la condizione Emorragia
Monster Hunter Rise: Sunbreak, il Seregios infligge la condizione Emorragia

Gli altri due mostri svelati nel corso del Digital Event sono due sottospecie di Monster Hunter Rise. Il Somnacanth fulgido è una variante del Somnacanth (ma va!?) che soffia un vento gelido al posto del suo respiro soporifero. Condizionato dall'elemento ghiaccio, questo tipo di Somnacanth può persino congelare la superficie, facendo scivolare i cacciatori o sfruttandola per attaccarli più ferocemente.

L'Almudron lavico, invece, è... beh, un Almudron infuocato. Pur non essendo particolarmente originale, questa sottospecie potrebbe essere piuttosto seccante da combattere: l'Almudron, con la sua capacità di tenere parte del corpo sott'acqua e attaccare da due punti diversi sfruttando la lunga coda rinforzata, poteva prendere alla sprovvista i nuovi cacciatori. La sua sottospecie infuocata sembra ancora più pericolosa e non vediamo l'ora di sfidarla.

Scambi e seguaci

Monster Hunter Rise: Sunbreak, il Somnacanth fulgido soffia ghiaccio
Monster Hunter Rise: Sunbreak, il Somnacanth fulgido soffia ghiaccio

Come probabilmente saprete, Monster Hunter Rise: Sunbreak introdurrà il Grado Maestro e quindi una pletora di armi e armature da fabbricare cacciando le versioni più potenti dei mostri combattuti lo scorso anno, che non si limiteranno a essere più longevi e a infliggere più danni, ma avranno nel loro arsenale tutta una serie di nuove mosse: il Digital Event ci ha mostrato il nuovo calcio rovesciato dell'Aknosom e la capacità del Tigrex di combinare morsi e codate nello stesso slancio.

Considerati i nuovi pericoli che andremo ad affrontare, è normale che Capcom abbia ampliato anche il nostro, di arsenale, con nuovi attacchi Fildiseta che, però, abbiamo solo intravisto in una rapida carrellata. Il Digital Event si è infatti soffermato su una nuova funzione che probabilmente ha galvanizzato tutti i giocatori che hanno trascorso decine se non centinaia di ore su Rise: la nuova abilità Cambia Abilità Scambio.

Monster Hunter Rise: Sunbreak, l'Almudron lavico è una sottospecie basata sul fuoco
Monster Hunter Rise: Sunbreak, l'Almudron lavico è una sottospecie basata sul fuoco

Sì, il nome italiano è un po' infelice, ma questa tecnica, chiamata Switch Skill Swap in inglese, rivoluzionerà le build di tantissimi cacciatori. In pratica, potremo associare gli attacchi Fildiseta a due diversi equipaggiamenti o pergamene: una volta sul campo, basterà premere una semplice combinazione di tasti per passare da un "loadout" all'altro in un istante. Questo significa che potremo portare con noi fino a quattro attacchi Fildiseta diversi, passando da uno all'altro nel momento del bisogno.

Come se ciò non garantisse un'impressionante flessibilità, Capcom ha introdotto una manovra chiamata Scambia Schivata che permette di cambiare automaticamente loadout mentre si schiva, appunto, l'attacco di un mostro. In questo modo potremo riposizionarci al volo per sferrare un attacco Fildiseta o passare da un loadout aggressivo a uno più difensivo senza interrompere bruscamente lo scontro.

Monster Hunter Rise: Sunbreak, Hinoa e Minoto  ci accompagneranno nelle Missioni Seguaci
Monster Hunter Rise: Sunbreak, Hinoa e Minoto ci accompagneranno nelle Missioni Seguaci

È chiaro che Monster Hunter stia prendendo una direzione sempre più dinamica, versatile e spettacolare, rispetto al passato, e siamo abbastanza sicuri che i puristi ancorati al passato siano rimasti scioccati da questa agevolazione. Bisogna ancora capire che tipo di condizioni dovremo soddisfare per usare l'abilità Cambia Abilità Scambio: è possibile che abbia un lungo periodo di ricarica, o che consumi Insetti filo, costringendoci quindi ad attendere prima di poter usare un attacco Fildiseta.

Che Capcom si stia muovendo in un'ottica diversa rispetto al passato lo dimostrano anche le nuove Missioni Seguaci, che sono state forse una delle rivelazioni più eclatanti di questo Digital Event. In sostanza dovremo affrontare alcune missioni in compagnia dei PNG che abbiamo imparato a conoscere e che combatteranno insieme a noi come fossero Felyne o Canyne.

Monster Hunter Rise: Sunbreak, Jae è un nuovo personaggio che incontreremo a Elgado
Monster Hunter Rise: Sunbreak, Jae è un nuovo personaggio che incontreremo a Elgado

Il trailer ci ha mostrato in azione Fiorayne e le sorelle Hinoa e Minoto, ma non saranno solo loro a seguirci in battaglia. Potremo infatti collaborare coi PNG più importanti del nuovo avamposto di Elgado, come Luchika, Jae, l'Ammiraglio Galleus e il Maestro Arlow, e con quelli che abbiamo incontrato lo scorso anno a Kamura. I Seguaci non si limiteranno ad attaccare i mostri usando le loro armi caratteristiche, ma l'intelligenza artificiale li indurrà persino a cavalcare i mostri o a curarci quando saremo in difficoltà. Non sappiamo se il Seguace sostituirà il Canyne o il Felyne in single player, né se sarà possibile reclutarli al di fuori di missioni molto specifiche, ma è senza dubbio una delle novità più interessanti di Sunbreak, e probabilmente una dinamica di gioco su cui Capcom sta lavorando con lo sguardo rivolto al futuro.

Il Digital Event si è concluso con una carrellata d'informazioni sul lancio: sappiamo che uscirà un nuovo Controller Pro raffigurante il Malzeno e che i nuovi amiibo sbloccheranno degli Stili armatura speciali nel gioco. Potremo inoltre caricare i salvataggi di Monster Hunter Stories 2 per sbloccare un nuovo costume da Navirou per il nostro Felyne e tante altre belle cosine, ma alla fin della fiera, ci ha soddisfatto questo appuntamento con Capcom? Decisamente sì. Le novità svelate sono davvero interessantissime e promettono centinaia di cacce ancora più divertenti, inoltre Tsujimoto ha annunciato che Capcom continuerà a supportare Sunbreak già a partire da luglio con collaborazioni e aggiornamenti periodici. Avremmo voluto vedere solo qualche mostro inedito in più, ma da qui al 30 giugno c'è ancora un sacco di tempo.

CERTEZZE

  • L'abilità Cambia Abilità Scambio promette ancora più versatilità
  • Le missioni Seguaci sono una novità graditissima
DUBBI
  • Come mai non ci hanno mostrato altri mostri completamente inediti?
  • Il supporto dopo il lancio arriverà alle vette raggiunte da Iceborne?