Hyrule Warriors: L'era della Calamità, l'anteprima del Game Live Japan 2020

Durante il Game Live Japan 2020 abbiamo visto in azione anche Impa e Daruk: facciamo il punto sul nuovo Hyrule Warriors per Switch

ANTEPRIMA di Christian Colli   —   28/09/2020
42

La reazione della community nei confronti di Hyrule Warriors: L'era della Calamità sta diventando esilarante. Il genere dei musou non ha mai riscontrato particolari consensi dalle nostre parti, ma se pensavate che un prequel di The Legend of Zelda: Breath of the Wild, uno dei giochi più acclamati e influenti di tutti i tempi, avrebbe messo tutti d'accordo, o quantomeno avrebbe convinto i più scettici a dare il beneficio del dubbio a questa nuova collaborazione tra Nintendo e Koei Tecmo, vi sbagliavate di grosso: se possibile, l'astio nei confronti di questo genere è addirittura cresciuto, forse perché i fan avrebbero preferito giocare subito Breath of the Wild 2 piuttosto che un musou ufficialmente connesso alla storia. Ovviamente è ancora presto per comprendere la portata di questo nuovo Hyrule Warriors, anche perché il recente Game Live Japan è stato abbastanza avaro di dettagli e informazioni: ecco cosa abbiamo scoperto su un titolo che potrebbe riservare parecchie sorprese anche ai suoi detrattori...

Link

Il Game Live Japan 2020 si è concentrato soprattutto sul personaggio di Link, il protagonista che non ha bisogno di presentazioni e che ne L'era della Calamità non ha ancora perso la memoria: vi ricordiamo, infatti, che Hyrule Warriors si svolge cento anni prima degli eventi di Breath of the Wild, durante la tragica guerra contro Ganon che mieterà tante vittime illustri. Armato di spada e scudo, Link si fa largo tra centinaia di nemici come in ogni musou che si rispetti, correndo da un obiettivo all'altro nelle mappe mostrate: le praterie intorno al castello di Hyrule e il Monte Morte. Ovviamente ci saranno molte più mappe in cui combattere, ma nelle sequenze di gameplay mostrate abbiamo notato una grande attenzione ai dettagli e alle fonti, riconoscendo alcuni scenari che abbiamo esplorato in Breath of the Wild cento anni dopo. È importante sottolineare, infatti, che lo sviluppatore Omega Force sta lavorando a braccetto col team che ha realizzato Breath of the Wild proprio per garantire la massima fedeltà alle fonti.

Hyrule Warriors Era Della Calamita 11

Abbiamo quindi visto Link in azione: il nostro eroe naturalmente può attaccare con la spada, inanellando colpi a ripetizione, e il sistema di combattimento ricorda parecchio quello di Hyrule Warriors: Definitive Edition. Link può schivare e proteggersi con lo scudo, che tra l'altro può usare come una specie di skateboard - esattamente come in Breath of the Wild - per prendere velocità e investire i nemici sul tragitto. Le mappe sono così vaste, infatti, che sarà necessario ricorrere ad alcuni trucchetti per spostarsi in fretta, e uno di questi è la Paravela, lo strumento che anche in Breath of the Wild consentiva a Link di planare nell'aria: non sappiamo esattamente quali siano le condizioni per usarla in Hyrule Warriors, ma ovviamente non sarà possibile esplorare le mappe a trecentosessanta gradi, dato che saranno comunque delimitate da muri invisibili.

Hyrule Warriors Era Della Calamita 8

Un altro strumento che Link può usare in combattimento è la Tavoletta Sheikah, che a quanto pare era molto diffusa nell'era della Calamità, dato che il nostro protagonista non sarà l'unico a possederla. Sembra proprio che ogni personaggio giocabile possa utilizzare solo un certo numero di rune Sheikah che, forse, andranno scelte prima di partecipare alla missione. Nei filmati mostrati, Link usa Stasys per paralizzare i nemici, le Bombe per danneggiarli e Glacyor per librarsi in aria e attaccare dall'alto con la spada o con l'arco. A giudicare da quanto visto, il sistema di combattimento garantisce una discreta varietà di combinazioni: Glacyor, per esempio, può danneggiare i nemici coi blocchi di ghiaccio - anche in assenza d'acqua - e Link può sfruttarli per ripararsi o dividere le armate nemiche. Infine, abbiamo scoperto che Link potrà impugnare almeno una seconda arma: la lancia. Cambieranno completamente le combo, dato che la lancia ha anche una portata maggiore rispetto alla spada, e Link acquisirà una speciale schivata al posto della solita guardia.

Hyrule Warriors Era Della Calamita 9

Impa

Sappiamo già che potremo giocare anche nei panni di Zelda e dei quattro eroi leggendari, ma Impa è stato il primo personaggio inedito a essere presentato dopo l'annuncio del gioco. Ovviamente è cent'anni più giovane rispetto a Breath of the Wild, e per questo motivo somiglia molto alla nipote Paya. In una delle sequenze di gameplay, Impa menziona sua sorella Purah, il che suggerisce che anche la strampalata ricercatrice possa essere giocabile. In ogni caso, Impa compare in una cinematica in cui, inseguita da un'orda di Bokoblin, si lascia sfuggire la Tavoletta Sheikah: quest'ultima, prima di finire nelle mani di Link, sembrerebbe riattivare in qualche modo un minuscolo guardiano che da quel momento in poi seguirà il protagonista dappertutto. Sull'utilità di questo personaggio non sappiamo ancora nulla, ma Impa si è mostrata in combattimento, sfoggiando meccaniche completamente diverse rispetto a Link, cominciando dall'arma: la guerriera Sheikah impugna infatti una spada corta e combatte come una kunoichi.

Ei2J6J2Uyaancai Wmxwqoj

Impa ricorda vagamente quella di Hyrule Warriors: Definitive Edition nell'agilità e nell'eleganza brutale, ma dispone di abilità totalmente diverse. Questa Impa, infatti, può marcare i nemici che affronta e, sconfiggendoli, guadagna fino a un certo numero di "cloni" che combattono insieme a lei. Ovviamente, più cloni Impa produce, più danni infligge, e il numero di cloni in battaglia altera anche le sue combo e la spettacolarità dei suoi attacchi speciali. I ragazzi di Koei Tecmo non si sono sbilanciati troppo sulle capacità di Impa e non sappiamo nemmeno se la giovane guerriera può usare altre armi come Link, ma le sequenze di gameplay hanno confermato la possibilità di usare le rune Sheikah anche nei suoi panni e altre dinamiche di gioco mutuate da Hyrule Warriors. Infliggendo un certo tipo di danni ad alcuni nemici più resistenti, è possibile richiamare un indicatore che si riduce a ogni nuovo colpo, sbloccando una sorta di colpo di grazia estremamente potente e spettacolare. Anche Impa può ricorrere alla Paravela e alle bacchette magiche, un altro strumento che abbiamo visto usare non soltanto a lei, ma anche al terzo personaggio giocabile presentato.

Ei2Owaswkaatfrk 1 Ammpjj9

Daruk

Koei Tecmo aveva promesso di svelare un nuovo personaggio, ma sembra che in molti abbiano frainteso: non intendevano un personaggio inedito, ma un altro personaggio giocabile che era già stato annunciato. Si tratta di uno dei quattro campioni, Daruk, che sotto molti aspetti ricorda il Darunia di Hyrule Warriors: Definitive Edition. A differenza di Link e Impa, Daruk è un personaggio molto più lento che brandisce uno spadone enorme e può usare vari poteri legati alla Terra: può scagliare macigni infuocati e richiamare piccoli vulcani sotto i nemici, oltre a disporre della Tavoletta Sheikah e di altre abilità individuali. Una di esse, per esempio, gli permette di appallottolarsi e spostarsi rapidamente in questa forma, mentre un'altra lo avvolge in una barriera protettiva che conosciamo come Egida di Daruk in Breath of the Wild. Proprio come Link e Impa, anche Daruk può raccogliere e riutilizzare le bacchette magiche abbandonate dai maghi nemici sconfitti: vari tipi di bacchette scagliano diversi incantesimi legati a fuoco, ghiaccio ed elettricità, proprio come nel gioco originale.

Hyrule Warriors Age Of Calamity Daruk 03 1024X576

Al di là del sistema di combattimento che distingue ogni personaggio dagli altri, non sembra che la struttura generale del gioco cambi significativamente durante le missioni e rimangono alcuni meccanismi condivisi che probabilmente avranno risvolti più da gioco di ruolo nelle schermate d'intermezzo. Abbiamo notato, per esempio, che Link e gli altri possono raccogliere i materiali e gli oggetti abbandonati dai nemici o custoditi nei forzieri: essi comprendono armi e ingredienti, e questo ci fa pensare a un sistema di progressione simile a quello visto nel precedente Hyrule Warriors. Spendendo i materiali raccolti, infatti, si sbloccavano nuove abilità e bonus per ogni personaggio, cosa che garantiva un discreto livello di personalizzazione e semplificava la vita nelle missioni più difficili. Restano da chiarire molti aspetti su cui queste dimostrazioni del Game Live Japan 2020 hanno glissato: il numero di personaggi giocabili in totale, le modalità extra oltre alla campagna, l'eventuale pubblicazione di DLC a tema e così via. Mancano comunque poco meno di due mesi all'uscita del gioco, perciò presto scopriremo direttamente tutto quello che c'è da sapere.

Hyrule Warriors Age Calamity 5

Le dimostrazioni del Game Live Japan 2020 non hanno risposto a tante domande su Hyrule Warriors: L'era della Calamità, ma hanno sicuramente riconfermato la cura che Koei Tecmo e Nintendo stanno riponendo nello sviluppo di quello che potrebbe non essere solo un altro musou. I fan di Breath of the Wild potrebbero voler tenere d'occhio queste pagine nei prossimi giorni, anche se difficilmente questo nuovo esperimento congiunto farà cambiare idea ai detrattori del genere.

CERTEZZE

  • L'attenzione ai dettagli e il rispetto nei confronti di Breath of the Wild
  • Le rune Sheikah si integrano con intelligenza nel sistema di combattimento
DUBBI
  • Ancora non sappiamo quanti saranno i personaggi giocabili in totale
  • Restano da chiarire ancora molti aspetti del gameplay