Kena: Bridge of Spirits, l'anteprima con le novità dello State of Play

Kena: Bridge of Spirits si farà attendere, ma già sembra un titolo molto promettente. Ancora di più dopo quanto visto durante la recente presentazione.

ANTEPRIMA di Simone Pettine   —   28/02/2021
63

Benché non si tratti di un tripla A, Kena: Bridge of Spirits è certamente uno dei titoli più attesi del 2021: verrà pubblicato su PC e, per quanto riguarda l'esclusiva console, su PlayStation 4 e PlayStation 5. Ma è innegabile che buona parte dei fan non veda l'ora di vederlo in azione proprio sulla console next gen targata Sony, dato che gli sviluppatori di Ember Lab hanno promesso si supportare adeguatamente le possibilità di PS5, anche lato controller DualSense. La buona notizia: abbiamo preparato per voi una nuova anteprima, basandoci sul recentissimo State of Play. La cattiva notizia: scordatevi di giocare a Kena: Bridge of Spirits nel corso della primavera, perché la data di lancio ufficiale è ormai slittata definitivamente al 24 agosto 2021.

Un trailer ricco di contenuti

In occasione dello State of Play, gli sviluppatori di Ember Lab hanno offerto al pubblico un nuovo trailer ufficiale di Kena: Bridge of Spirits, a conti fatti uno dei più corposi e ricchi di contenuti tra quelli ad oggi disponibili. Il filmato riassume un po' l'intera identità della produzione, mostra la protagonista in azione (anche contro i nemici che saranno ospitati dal mondo di gioco) e soprattutto alza il sipario, per la prima volta in modo così sicuro, su altri personaggi secondari che Kena incontrerà nel suo cammino per la salvezza di quello che sembra un regno fantasy a tutti gli effetti.

Kena: Bridge of Spirits: il nuovo trailer ha mostrato una protagonista a volte inquieta.
Kena: Bridge of Spirits: il nuovo trailer ha mostrato una protagonista a volte inquieta.

La ricchezza di contenuti del trailer non va quindi trascurata. In effetti, precedentemente sapevamo soltanto che in Kena: Bridge of Spirits si sarebbe intrapreso un viaggio per scacciare il male e liberare (appunto) gli "spiriti", che a volte sembrano apparire anche in forma di bambini. Il trailer però ha svelato l'esistenza anche di un anziano saggio, che potrebbe rivestire o meno i panni del "mentore" della protagonista; e poi di altri personaggi secondari che sembrano addirittura alimentare le creature nemiche.

Kena: Bridge of Spirits e i suoi temibili nemici.
Kena: Bridge of Spirits e i suoi temibili nemici.

In effetti, in alcuni brevi secondi viene mostrato il generarsi di un nemico di Kena proprio a partire da un normale essere umano come lei. E se tutte le creature ostili non fossero altro che esseri umani un tempo pacifici? Questi sono i mesi delle supposizioni, del resto: potremmo facilmente essere smentiti. Ma che in Kena: Bridge of Spirits non tutto sia evidente come inizialmente potrebbe sembrare, è chiaro.

Il sistema di combattimento

Kena: Bridge of Spirits: tutti all'attacco!
Kena: Bridge of Spirits: tutti all'attacco!

La nuova presentazione di Kena: Bridge of Spirits è tornata a dedicare il giusto spazio anche al sistema di combattimento, ma da questo punto di vista le novità sono limitate. Semmai, il filmato tratto dalla versione PlayStation 5 del titolo ha mostrato una fluidità complessiva davvero notevole, e nessuna incertezza a schermo neanche in presenza di effetti particellari o di più di una creatura. Kena sarà in grado di combattere i nemici utilizzando il suo "bastone magico" (la protagonista ci scuserà per la definizione), alternandolo all'occasione con un arco altrettanto magico adatto ad una maggiore distanza.

Ma lo scontro fisico vero e proprio potrà essere alternato (anzi, presumibilmente dovrà essere alternato) all'utilizzo delle adorabile creaturine nere già mostrate ogni qual volta se ne presentava l'occasione. I Rot (questo è il loro nome) ostacoleranno e rallenteranno i nemici, dando a Kena la possibilità di scatenare i propri poteri magici. Su PlayStation 5 il titolo sfrutterà le varie potenzialità offerte dal feedback aptico del DualSense, per esempio restituendo la sensazione dei colpi inferti ai nemici, dai più deboli a quelli maggiormente potenti; identico utilizzo dovrebbe ricevere poi l'arco di Kena, un po' come già visto in Immortal: Fenyx Rising di Ubisoft su PlayStation 5.

Kena: Bridge of Spirits e gli adorabili Rot
Kena: Bridge of Spirits e gli adorabili Rot

Il sistema di combattimento sembra appagante e sufficientemente profondo, ma chiaramente prima di esprimersi ci sarà bisogno di testarlo adeguatamente; il fattore ripetitività, ad ogni modo, dovrebbe essere scongiurato grazie all'alternanza tra scontri ed esplorazioni dell'ambiente circostante, accompagnate dai puzzle ambientali.

Un mondo di gioco incredibilmente affascinante

Kena: Bridge of Spirits e il suo mondo di gioco evocativo.
Kena: Bridge of Spirits e il suo mondo di gioco evocativo.

Se Kena: Bridge of Spirits ha da subito attirato l'attenzione di tantissimi utenti potenzialmente interessati, ciò non è soltanto per via della sua direzione artistica, che richiama molto da vicino un film d'animazione a metà tra l'anime e la computer grafica. È soprattutto il mondo di gioco incredibilmente affascinante, a costituire il miglior biglietto da visita di Kena. Da questo punto di vista, il trailer dello Stato of Play si è rivelato davvero tanto evocativo, proponendo scorci suggestivi e una buona alternanza tra zone solari e verdeggianti con altre decisamente più oscure. Resta da capire quanto sarà vasto il mondo di gioco, quanta varietà potrà vantale, e soprattutto quanto lineare si rivelerà l'avventura principale.

Ogni volta che torna a mostrarsi, sentiamo maggiormente il bisogno di mettere le mani su Kena: Bridge of Spirits. Il problema è anche che, proprio ogni volta che torna a mostrarsi, la data di lancio viene spostata verso destra: prima era previsto per il lancio di PlayStation 5, poi per i primi mesi del 2021, adesso è stato rinviato ad agosto. Da un lato pensiamo che tutto ciò è necessario per avere il titolo che subito, sin dalla sua prima apparizione pubblica, abbiamo desiderato: e quindi l'attesa diventa sopportabile, sensata. Dall'altro, chiaramente, non vediamo l'ora che arrivi la pubblicazione su PlayStation 5, PC e anche su PlayStation 4. Il mondo di Kena sembra ispiratissimo, il sistema di combattimento appare valido, e di certo la qualità dell'intera produzione è evidente. Speriamo che non saltino fuori brutte sorprese dell'ultimo momento, a questo punto.

CERTEZZE

  • Mondo di gioco ispirato
  • Gameplay interessante
  • Il nuovo trailer insiste anche sulla trama
DUBBI
  • La longevità sarà adeguata?
  • E se il sistema di combattimento fosse confusionario?
  • Ora basta rinvii, però!