NBA 2K21 è veramente next-gen su PS5 e Xbox Series X? Digital Foundry risponde

NBA 2K21 è veramente un titolo next-gen su PS5 e Xbox Series X|S? Digital Foundry risponde a questa domanda in un nuovo video di analisi e confronto.

VIDEO di Nicola Armondi   —   04/12/2020
16

NBA 2K21 è uno dei molteplici giochi cross-generazionali rilasciati in questo primo periodo di PS5 e Xbox Series X|S. Quali sono le differenze tra le varie versioni? Ci troviamo di fronte a un vero videogioco next-gen sulle più recenti console di Sony PlayStation e Microsoft? A rispondere a queste domande è Digital Foundry in un nuovo video.

Prima di tutto Digital Foundry elogia la qualità grafica dei giocatori in ogni versione: parliamo ovviamente della somiglianza delle controparti reali e delle ottime animazioni facciali, ma anche degli shading della pelle e del sudore, che rendono estremamente più realistico ogni momento della partita. Le divise stesse sono realizzate con cura e possono contare su una fisica del tessuto che reagisce alle animazioni dei giocatori.

La vera domanda, però, è quanto PS5 e Xbox Series X|S migliorino NBA 2K21. Digital Foundry afferma che uno dei più visibili punti di forza delle nuove versioni è legato agli effetti di luce sulla pelle dei giocatori, molto più realistici ed elaborati. Anche l'ambient occlusion è di qualità superiore. I giocatori risultano quindi più naturali e credibili, anche grazie a una simulazione del sudore nettamente migliore su next-gen.

Anche i campi da gioco dispongono, su PS5 e Xbox Series X, di materiali di qualità superiore che reagiscono alla luce in modo più naturale. Inoltre, DF elogia la gestione del pubblico, molto dettagliato anche sulle versioni di vecchia generazione di NBA 2K21.

In termini di caricamenti, su PS4 Pro NBA 2K21 ha bisogno di 28 secondi per avviare un match. Su next-gen, invece, è praticamente istantaneo: dopo una semplice animazione, ci si ritrova nel pre-game. Si tratta di un passo in avanti ovviamente notevole.

Digital Foundry conferma poi che le versioni PS5 e Xbox Series X sono praticamente identiche dal punto di vista grafico, con una risoluzione nativa a 4K. Su PS4 Pro, invece, pur raggiungendo i 4K nativi, è nel complesso meno dettagliata. Xbox Series S, infine, propone lo stesso livello di dettaglio di Xbox Series X, ma a 1080p.

In termini di frame rate, NBA 2K21 raggiunge i 60 FPS durante il gameplay, mentre si ferma a 30 FPS durante i filmati su tutte e tre le versioni di nuova generazione. Vi è però una piccola stranezza: su Xbox Series X, impostando un angolo della camera che mostri l'intero campo (differente rispetto a quello preimpostato) vi sono cali di frame che non compaiono su PS5. Anche Xbox Series S, con la diversa camera, perde qualche frame, anche se meno di quanto ne perda Series X (grazie al fatto che la risoluzione su S è inferiore, ovviamente).

Nel complesso, però, il giudizio di DF è estremamente positivo, soprattutto considerando che si tratta solo di un punto di partenza sulla nuova generazione.

Potete leggere la nostra recensione di NBA 2K21 per Xbox Series X e PS5 qui.