No Man's Sky Beyond: tre anni dopo è un gioco immenso 61

Tre anni dopo le polemiche che hanno accompagnato l'uscita, No Man's Sky è un gioco estremamente ricco e supportato, e oggi si espande ancora di più con l'aggiornamento Beyond.

VIDEO di Emanuele Gregori   —   14/08/2019

A partire da oggi, 14 agosto 2019, gli appassionati di No Man's Sky potranno scaricare gratuitamente Beyond, un enorme aggiornamento che espande ancora di più l'esperienza del gioco esplorativo Hello Games. Nei prossimi giorni divoreremo No Man's Sky Beyond e torneremo a parlarne in una recensione approfondita, ma nel frattempo vogliamo riepilogare i passi avanti fatti dal gioco partendo dalla sua discussa. Quando uscì nel 2016, il gioco di Hello Games si rivelò molto controverso a causa dell'assenza di una gran parte dell'esperienza promessa dal team di sviluppo. Dopo tre anni, numerose patch di aggiornamento e una lunga serie di espansioni dell'esperienza, No Man's Sky sembra ormai aver raggiunto (e in diversi aspetti superato) ciò a cui aspirava prima del suo originale arrivo sul mercato. Intitolato Beyond, l'ultimo grande aggiormento in ordine di tempo si porta in dote tutta una serie di novità, a partire dall'atteso supporto alla realtà virtuale. Per chiunque non avesse seguito le peripezie del gioco di HelloGames in questi tre anni, è sufficiente sapere che nel tempo è stata aggiunta la possibilità di costruire (anche nel bel mezzo dei fondali marini), sono state approfondite le fazioni, aggiunta la visuale in terza persona con tanti di editor del proprio alter ego, così come è stata ampliata tutta la gestione delle risorse e delle proprie astronavi.

Questi elementi hanno avuto il loro culmine lo scorso anno, con l'aggiornamento NEXT, che si è portato dietro anche la prima vera esperienza multigiocatore di No Man's Sky. In gruppi fino a quattro giocatori era possibile incontrarsi senza limiti di spazio e divertirsi a recuperare risorse insieme, completare semplici quest e scambiarsi risorse tramite un menù di condivisione dedicato. Ad infarcire questi eventi ci pensava anche l'aggiunta delle fregate interstellari, con le quali il giocatore più possidente era in grado di costruire una vera e propria flotta della quale poteva entrare a far parte anche un amico.

Con il nuovo aggiornamento (che ricordiamo non sarà comunque l'ultimo) si passerà dalla cooperativa in quattro giocatori di NEXT ad un vero e proprio social hub sulla base di quanto già fatto con la Torre di Destiny. Tramite questo sistema sarà possibile recarsi ai negozi, interagire con altri giocatori e fare squadra per i compiti settimanali e gli eventi pubblici che verrano regolarmente rilasciati in gioco. Se questo non dovesse essere sufficiente, il potenziamento dell'algoritmo della proceduralità, dovrebbe aumentare la varietà di pianeti esotici e di alieni presenti e, sempre nell'ottica delle aggiunte, verranno aumentate a dismisura le possibilità di costruzione. Proprio sotto questo punto di vista si è visto in questi giorni come alcuni utenti siano stati in grado di creare vere e proprie città cyberpunk che, grazie a Beyond, potranno implementare anche sistemi elettrici e logici in grado di strutturare veri e proprio minigiochi. A concludere le novità conosciute ci pensa poi il taming delle creature, ovvero la possibilità di addomesticarle e cavalcarle, altro elemento di grande importanza nell'ottica dell'immersività. La ciliegina sulla torta, seppure legata solo a quei giocatori muniti delle giuste periferiche, è la possibilità di vivere tutto questo in realtà virtuale tramite uno dei visori attualmente sul mercato.

Sean Murray ci ha tenuto a far sapere a tutti che questo è ciò che in HelloGames considerano la versione 2.0 del loro simulatore di vita nello spazio. In attesa di scaricare e provare il nuovo aggiornamento, fateci sapere cosa ne pensate e se avete intenzione di tornare tra i pianeti di No Man's Sky.